Connect with us

Attualità

Unisalento: via libera per il DAMS

Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo, Viticoltura ed enologia: il Curc Puglia approva all’unanimità le proposte dell’Università del Salento nei settori della cultura, dell’agroalimentare e del turismo

Pubblicato

il

Il CURC (Comitato Universitario Regionale di Coordinamento) della Puglia ha approvato all’unanimità, nella riunione di questa mattina, le proposte dell’Università del Salento che arricchiscono l’offerta formativa dell’Ateneo di tre nuovi corsi di laurea per il prossimo anno accademico 2017/2018.


Si tratta di:



  • corso di laurea triennale in “Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo”(DAMS), avanzata dal Dipartimento di Beni Culturali con la collaborazione di altri Dipartimenti;

  • corso di laurea triennale in “Viticoltura ed enologia”, avanzata dal Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali in collaborazione con altri Dipartimenti UniSalento e con l’Università degli Studi di Bari (sede amministrativa presso UniSalento);
  • corso di laurea triennale in “Manager della filiera turistica”, avanzata dal Dipartimento di Scienze dell’Economia in collaborazione con altri Dipartimenti.


Il Rettore Vincenzo Zara: “Salento e Unisalento possono crescere assieme, occasione da non perdere”


Un passaggio fondamentale”, commenta il Rettore Vincenzo Zara, “che ci consente di procedere con ottimismo nell’iter per l’attivazione. Sono corsi che rispondono in modo puntuale alle esigenze emerse sul territorio negli ultimi anni, caratterizzato da uno sviluppo economico rilevante nei settori della cultura, dell’agroalimentare e del turismo. Siamo certi, quindi, che la formazione superiore che potremo fornire potrà contribuire alla valorizzazione delle competenze e dei talenti che il Salento esprime e, quindi, all’ulteriore sviluppo del territorio stesso. Per tutti e tre i corsi, l’interlocuzione con i vari attori del territorio è stata molto forte e molto positiva, i Dipartimenti hanno lavorato molto bene e sono state preziose le osservazioni del nostro Nucleo di Valutazione. Impressionante, poi, è stata la mobilitazione per il DAMS: tantissimi artisti noti si sono spesi per appoggiare la nostra proposta, diversi Comuni e tanti cittadini. Anche i ragazzi di “Repubblica Salentina”, 150 studenti del “Galilei-Costa” che hanno dato vita al nuovo progetto “Salento X – In Beauty We Trust”, ci hanno fatto sapere di essere convinti della validità del nostro progetto. Un esempio virtuoso, secondo me da segnalare a livello nazionale, di come si possa “invertire” la direzione dell’interlocuzione: dal territorio all’Università anziché il contrario. Toccherà ora al MIUR valutare le nostre proposte, avvalendosi del supporto di CUN e ANVUR, al fine di esprimere il parere definitivo che si tradurrà, auspicabilmente, nell’accreditamento dei nuovi corsi entro il prossimo mese di maggio. Siamo fiduciosi di poter concludere l’iter positivamente. Salento e UniSalento possono crescere assieme, è un’occasione da non perdere”.


Attualità

La scrittrice Marina Di Guardo, mamma della Ferragni, si gode il Salento

Pubblicato

il

La scrittrice Marina Di Guardo, mamma di Chiara Ferragni, si gode il Salento.

Piatti tipici, mare, centri storici nostrani. Le sue storie instagram raccontano il suo soggiorno nel basso Salento tra Specchia, Presicce, Ugento ed altri centri del Tacco.

Ospite di un resort di Torre San Giovanni, risolleva il morale della marina di Ugento, oggi comparsa sulle pagine di cronaca di mezza Italia per l’arresto di un boss della camorra finito in manette proprio sulle sue spiagge.

Continua a Leggere

Attualità

Un biglietto per il Salento? Costa oro

Pubblicato

il

L’alternativa al Frecciargento? Più che il Frecciarossa, il Frecciaoro.

È ciò che si direbbe consultando i prezzi che stanno comparendo sul sito di Trenitalia per l’alta stagione.

Quest’estate non torno

Una nostra lettrice di Montesano ci segnala l’incredibile rincaro dei biglietti. Complice il Coronavirus e le misure antiassembramento che hanno ridotto i posti utilizzabili nelle carrozze, la disponibilità di sedute è dimezzata. Ma la richiesta non va di pari passo, anzi.

Dopo mesi di lockdown, sono tanti i salentini che ancora attendono di poter tornare a casa. Dal lavoro o dall’università. E molti di loro non potranno farlo in queste vacanze estive. Il motivo? Il costo dei biglietti. Prendere un treno per Lecce da Torino, un sabato di agosto, costa minimo 150€. Le tariffe volano vertiginosamente (non solo per chi arriva da Piemonte).

Come in foto, dal capoluogo torinese in agosto partiranno treni per i quali vi è sola disponibilità di biglietti executive con un prezzo indicibile: 304 euro.

Chissà che, con ancora 3 settimane di tempo, il costo non possa salire ancora da qui al fischio del capotreno.

Continua a Leggere

Attualità

Lecce attende un nuovo prefetto

Pubblicato

il

Il Prefetto di Lecce cambia ancora.

Dopo la breve esperienza, Maria Teresa Cucinotta verrà trasferita in Calabria, presso la Prefettura di Catanzaro.

Prende il suo posto Maria Rosa Trio, 65 anni, di Ancona, laureata in giurisprudenza e ad oggi in carica a Latina.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus