Connect with us

Attualità

“Vergogna, l’Italia non finisce a Bari!”

Paolo Pagliaro, presidente MRS: “Alta capacità e alta velocità ennesimo bluff ai danni del Salento”

Pubblicato

il

“Tutti i nodi vengono sempre al pettine. Anche questo Governo svela il proprio disinteresse per il Sud, in modo particolare per il Salento”. Così presidente del Movimento Regione Salento, Paolo Pagliaro, in una nota.


Lo avevamo evidenziato già leggendo il contratto che ha unito Lega e grillini“, si legge nella nota, “adesso però l’inutilità del ministro del Sud, Barbara Lezzi, che praticamente è incapace su ogni tema, su ogni situazione, su ogni decisione, è evidente. Ancora una volta il Salento è stato penalizzato. Mancano le infrastrutture ed i collegamenti e invece di studiare un modo per togliere quella pietra tombale sui trasporti regionali messa dal Governo Vendola nel marzo 2010 si continua a considerare il Salento come l’ultima ruota del carro non solo nazionale ma anche regionale“.


La questione relativa all’Alta velocità“, va al punto Pagliaro, “la affrontiamo da tanti anni ed è una delle battaglie che abbiamo combattuto contro tutti e tutto non fidandoci delle fredde rassicurazioni e delle scuse di ogni tipo accampate dal ministro di turno, da Fitto a Lupi a Delrio, adesso la Lezzi.  Ben due ministri salentini, sigh! E continueremo a combattere fino a quando non otterremo quello che ci spetta. Come si può ancora pensare che il Salento debba subire passivamente tutti questi soprusi?“.

“L’Alta capacità per ora si fermerà a Bari e ci dicono diventerà reale solo nel 2026, per quanto riguarda l’estensione Bari-Lecce-Taranto“, aggiunge il presidente di MRS, “la Lezzi ha assicurato che è stata finanziata, aveva  detto la stessa cosa anche Fitto, quindi per il momento il Salento resta escluso anche da quello. Ed è inaccettabile che ancora non si parli di Alta velocità per il Salento; questo è un grave atteggiamento politico. Sono incapaci di usare le somme già stanziate dall’Europa e di pianificare nuovi investimenti per il sud“.


Qual è la funzione della Lezzi? Quella di leggere le carte che le passano?“, si chiede ironicamente Pagliaro, “si muova e sbatta i pugni per difendere il Salento, siamo stanchi di dover assistere a queste recite, a questi copioni già visti e rivisti. Basta! Quest’ennesimo bluff sull’Alta velocità e sull’Alta capacità potrebbe determinare il definitivo arretramento del Salento.  Si muovano gli sconosciuti parlamentari salentini, si schiodino dalle sedie e combattano per avere giustizia per il proprio territorio martirizzato dall’incapacità e dalla mancanza di visione dei Governi che si sono succeduti in questi anni.  Il Paese non può rimanere spaccato in due; da Bari a Santa Maria di Leuca la frattura rischia di diventare insanabile. Tutto ciò”, conclude, “è vergognoso“.


Attualità

Emiliano fa il bis: Fitto sconfitto

Pubblicato

il


Iniziano i festeggiamenti nel centrosinistra pugliese.





La quarta proiezione Rai indica il governatore pugliese Michele Emiliano al 46,1 per cento contro il 37,7 per cento del suo sfidante di centrodestra. I Cinque Stelle con Antonella Laricchia oscillano tra il 10 e il 12 per cento, malgrado un trionfo al referendum (75% i Sì).




È una riconferma netta che spazza via i dubbi delle ultime ore e il timore di una risalita dello schieramento sostenuto da Salvini. In attesa dei dati ufficiali la Puglia si prepara ad un nuovo mandato di Michele Emiliano.


Continua a Leggere

Attualità

Nomine Asl: Rocco Palese direttore a Gagliano

Pubblicato

il


Sono state pubblicate oggi, in corrispondenza della chiusura dei seggi elettorali, le delibere con le quali l’azienda sanitaria di Lecce conferisce gli incarichi ai nuovi direttori dei distretti socio sanitari.





Roberto Pulli dirigerà il distretto di Campi, Costantino Giovannico quello di Lecce e Rocco Palese quello di Gagliano del Capo.

Nelle relative delibere del 15 settembre scorso, pubblicate nella giornata odierna, si legge che l’incarico di direttore del distretto viene assegnato dal direttore generale (Rodolfo Rollo in questo caso), ad un medico interno all’asl con esperienza nella gestione dei servizi sanitari del territorio oppure ad un medico convenzionato con l’azienda sanitaria da almeno dieci anni, scelta che però deve essere motivata.




Fa notizia in particolar modo la nomina di Rocco Palese, medico e politico di lungo corso, storico fittiano e onorevole definito parlamentare salentino più produttivo qualche anno fa.


Continua a Leggere

Attualità

Nuovi contagi: 81 casi in Puglia, a Salice chiude il Comune per 3 positività

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì 21 settembre 2020 in Puglia, sono stati registrati 1.895 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 81 casi positivi: 37 in provincia di Bari, 14 in provincia BAT, 25 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto.

E’ stato registrato 1 decesso in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati  376.960 test.

4306 sono i pazienti guariti.

2189 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 7.075, così suddivisi:

2.746 nella Provincia di Bari;

580 nella Provincia di Bat;
758 nella Provincia di Brindisi;

1.682 nella Provincia di Foggia;

759 nella Provincia di Lecce;

496 nella Provincia di Taranto;

53 attribuiti a residenti fuori regione;

1 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Ufficilizzati intanto 3 casi nel municipio di Salice Salentino: due dipendenti comunali ed un amministratore sono risultati positivi. Sono scattate nelle scorse le operazioni di sanificazione in Comune e l’isolamento dei contatti.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus