Connect with us

Carmiano

PD: Michele Emiliano nel Salento

Pubblicato

il

Di seguito gli appuntamenti elettorali del Pd salentino per la giornata di domani, 12 febbraio.

Michele Emiliano, sindaco di Bari e presidente regionale del Pd sarà in provincia di Lecce nel pomeriggio. Questo il programma degli appuntamenti che lo vedranno impegnato nell’incontro con gli elettori:

Alle 17, a Nardò, al circolo PD, Piazza Pio XI, giro nel centro storico e conclusione in bar del Corso.
Alle 18,15, a Taurisano, nella sala consiliare, iniziativa dal tema : “Il Mezzogiorno che cresce per l’Italia giusta”.
Alle 19,30, a Casarano, auditorium comunale, iniziativa dal tema: “Il PD e i cittadini. Verso l’Italia giusta”.

I candidati del Pd salentino saranno impegnati tutto il giorno in iniziative di incontro con gli elettori. Di seguito l’agenda degli appuntamenti:

Alle  8,30, a Martano il candidato alla Camera Salvatore Capone sarà al mercato di Martano.
Alle 8,30, Teresa Bellanova incontra a Trepuzzi i lavoratori Omfesa davanti ai cancelli azienda.
Alle 9 a Casarano, la candidata Pd al Senato, Loredana Capone, sarà impegnata nell’ascolto dei cittadini al mercato di Casarano.
Alle 9,30, Teresa Bellanova sarà al mercato di Trepuzzi in una inizitiva di ascolto e incontro dei cittadini.
Alle 10,45, al mercato di Carmiano, incontro con i cittadini: Teresa Bellanova e Cosimo Durante.
Alle 18, a Salice, inaugurazione comitato elettorale del Partito Democratico in via Fontana con Cosimo Durante, Salvatore Capone e Teresa Bellanova.

Alessano

Che ci fate fuori di casa? 165 denunciati in due giorni!

La maggior parte delle persone rispetta le regole anticontagio. In tutta la provincia, però, c’è che ancora chi è in strada senza motivo…

Pubblicato

il

Le regole ci sono, il buon senso è gentilmente richiesto. Laddove, però, il buonsenso scarseggia è giusto si intervenga e, semplicemente cenga applicata la legge.

Perchè, mentre l’Italia annaspa, il sistema sanitario di alcune regioni rischia il collasso e si annuncia da più parti che in questa settimana dovremmo avere il picco dei contagi anche qui al sud, c’è ancora qualcunoi che non ha capito o fa finta di non capire.

Tra Ruffano, Matino, Ugento, Racale e Casarano,  nella sola giornata di  ieri, i carabinieri hanno denunciato a piede libero 13 personecolte fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione”.

Sempre ieri, nei Comuni di Porto Cesareo, Novoli, Campi Salentina, Carmiano, Squinzano e Salice Salentino, per lo stesso motivo sono state denunciate altre 71 persone.

Tra Nardò, Aradeo, Sannicola, Galatina, Neviano, Cutrofiano e Galatone, i carabinieri hanno denunciato 15 persone perché “all’atto del controllo non fornivano valide giustificazioni circa loro presenza fuori dal Comune di residenza”.

Domenica i carabinieri della Compagnia di Maglie hanno provveduto a denunciare 6 persone che nel territorio di competenza di quella Compagnia “circolavano per strada senza valida motivazione, in violazione delle prescrizioni imposte dai predetti decreti del presidente del Consiglio dei Ministri recanti misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19”.

E il bollettino prosegue: ieri tra PresicceAcquarica, Alessano e Andrano i carabinieri della compagnia di Tricase hanno denunciato altre 7 persone trovati “fuori dalle rispettive abitazioni in mancanza di lecite comprovate esigenze”.

Ancora ieri, infine, nell’ambito dei controlli nella propria giurisdizione, la Compagnia Carabinieri di Lecce, ha denunciato 53 persone per inottemperanza al DPCM.

Continua a Leggere

Carmiano

Rapinarono anziana: tre arresti

Nella borsa la donna aveva il suo bancomat e quello del fratello con sopra indicati il codici “pin”. I malviventi hanno cercato di prelevare allo sportello di Porto Cesareo ma sono stati identificati dai carabinieri

Pubblicato

il

Dalle prime ore dall’alba i Carabinieri della Stazione di Carmiano stanno eseguendo tre ordinanze nei confronti di persone indiziate rapina e del successivo prelievo da un bancomat di denaro contante utilizzando le carte di pagamento rubate.

I tre destinatari della misura cautelare personale sono: Luca Modonato, 24 anni di Carmiano;  Alessandro Antonazzo, 38 anni, di Copertino;  B.G., 26 anni, di Carmiano.

Le attività d’indagine, coordinante dalla locale Procura della Repubblica di Lecce, hanno permesso di ricostruire quanto avvenuto la sera del 17 novembre 2019, quando Modonato e Antonazzo, travisati con passamontagna e scaldacollo avevano avvicinato una ultrasessantenne del posto e, dopo averla minacciata con una pistola, le avevano portato via la borsa.

Subito dopo si erano dati alla fuga, ma accortisi che dentro il portafoglio la signora aveva il proprio bancomat, oltre a quello dell’anziano fratello, con sopra indicati il codici “pin”, hanno deciso di utilizzare in modo illecito le carte per prelevare del denaro.

Probabilmente con l’idea di non farsi identificare i tre si sono diretti verso uno sportello bancomat a Porto Cesareo, dove le immagini di videosorveglianza hanno immortalato Modonato e B.G. mentre effettuavano vari prelievi per un ammontare di 950 euro.

La sera stessa e nei giorni successivi le attività d’indagine hanno permesso di rinvenire, a casa di B.G., una pistola a salve “Bruni mod. 92” oltre a 3 cartucce cal 12 che erano illegalmente detenute.

Le diverse risultanze investigative sono state poste al vaglio della magistratura leccese, e su richiesta del P.M. dott.ssa Maria Rosaria Micucci, il Gip Edoardo D’ambrosio ha emesso le misure restrittive: arresti domiciliari per Modonato e Antonazzo; l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria (volgarmente detto “obbligo di firma”) per B.G.

Continua a Leggere

Carmiano

Carmiano: assalto al Postamat nella notte

Pubblicato

il

Assalto al Postamat a Carmiano nella notte.

Ignoti hanno puntato lo sportello dell’ufficio di via Grazia Deledda, con l’obiettivo di prelevare coattamente del contante.

I residenti in zona sono stati svegliati attorno alle 3e30 dal forte rumore. In strada i banditi che, con un mezzo pesante, cercavano di forzare la cassa.

Una azione durata pochi secondi e conclusasi, secondo i primi riscontri, con un fallimento. I ladri sono poi fuggiti prima dell’arrivo dei carabinieri e delle guardie giurate di un istituto di vigilanza privata.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus