Connect with us

Melissano

“Quel raduno a Melissano…”

Pubblicato

il

Poichè ve ne siete occupati con un vostro articolo, vorrei fare qualche considerazioni per quanto riguarda la 12^ edizione del Raduno di Lambrette e Vespe del 6 settembre 2009 a Melissano. Vi ho partecipato e, secondo il mio modesto parere, alcuni fatti sono da rivedere. 1) Al giro con tutti gli iscritti, fatto per le vie del paese, ha partecipato anche un bimbo di 4 anni con una minimoto: per quanto ne sappia, le minimoto possono circolare solo su circuiti privati e non su strade pubbliche, e addirittura il bimbo è stato premiato con una coppa. 2) Pochissimi avevamo il casco e malgrado la presenza di due moto dei Carabinieri della Compagnia di Gallipoli, nessuno è stato sensibilizzato ad indossarlo. 3) Alla premiazione della categoria per i ciclomotori sono state inserite moto di cilindrata 125, ma il Codice della Strada prevede che per i ciclomotori siano di cilindrata 50 e non 125. 4) Alla premiazione mancavano, per motivi di organizzazione, almeno due vincitori di categorie, i quali si erano giustamente allontanati dopo il giro effettuato per le vie del paese perché nessuno avrebbe comunicato loro di attendere per la premiazione. Personalmente partecipo, quando sono libero dal servizio, al raduno di Melissano, che  avviene ogni prima domenica del mese di settembre.

Luigi Giovanni Sarnataro

Alliste

Cronaca

Molesta ex ragazza: un anno e mezzo per stalking a 29enne

Pubblicato

il

Respinta l’istanza di scarcerazione per un uomo di Melissano arrestato con l’accusa di stalking.

Due giorni fa il giudice ha inflitto una pena di un anno e mezzo allo stesso, ritenendo che i suoi comportamenti possano ripetersi.

L’uomo infatti, un 29enne ci cui omettiamo generalità a tutela della vittima delle persecuzioni, aveva evaso i domiciliari perseverando nella sua condotta nei confronti della fidanzata che aveva deciso di interrompere il loro rapporto.

I fatti per cui era stato arrestato risalgono al dicembre ed al gennaio scorsi. Lui l’avrebbe minacciata, cercata ossessivamente e costretta a barricarsi in casa per timore di incontrarlo. La sua ira lo avrebbe portato in alcune occasioni a lanciare un vaso contro la madre della ragazza, a forzare la serratura di casa della donna, a intrufolarsi nell’abitazione della stessa e rompere una finestra ed a danneggiare la sua auto.

Continua a Leggere

Alessano

Mappare il Covid: l’obiettivo di 15 Comuni salentini

Pubblicato

il

Mappare il covid? Si può.

È l’idea di 15 Comuni salentini: arrivare a 100 test in 100 comuni, proposta di Alessano, Andrano, Bagnolo del Salento, Corsano, Diso, Maglie, Melissano, Minervino di Lecce, Montesano Salentino, Ortelle, Poggiardo, Ruffano, Spongano, Surano e Uggiano la Chiesa.

I comuni condivideranno con il SISP della Asl di Lecce uno studio che prenderà in esame un campione che sarà costituito in parte da comunità colpite dal virus e in parte da comunità che non hanno avuto nessuna positività; le categorie oggetto dello studio sono quelle più a rischio, ovvero le categorie che sono state maggiormente esposte durante la fase del lockdown quali Forze dell’ordine, volontari della protezione Civile, dipendenti pubblici che non hanno lavorato in smartworking, medici di base, farmacisti, personale degli esercizi commerciali di generi di prima necessità, eventuali operatori sanitari che non hanno effettuato tamponi o comunque nessun controllo sierologico, altri cittadini che hanno i requisiti.

Il campione di popolazione che verrà esaminato andrà dall’1 al 2 per cento per i comuni con più di 5mila abitanti e dall’1 al 4 per cento per i comuni con popolazione inferiore a 5mila abitanti. I test sierologici saranno effettuati in laboratori di analisi cliniche accreditati. Le spese relative all’effettuazione dei test sierologici saranno a totale carico delle Amministrazioni Comunali.

Continua a Leggere

Alliste

Maltrattamenti, armi, droga, truffe, evasioni: arresti e denunce

Ancora carabinieri in azione: giro di vite nel territorio della Compagnia di Casarano

Pubblicato

il

A Melissano i carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza di reato Gianni Manni, 51 anni. L’uomo si è reso

responsabile nel tempo di maltrattamenti nei confronti della madre, culminati con il tentativo di aggressione all’interno della propria abitazione, scongiurato dal pronto intervento dei carabinieri. Per l’arrestato si sono aperte le porte della casa Circondariale “Borgo San Nicola” si Lecce.

Sempre a Melissano i carabinieri del posto hanno deferito in stato di libertà:

un uomo, poiché seguito perquisizione personale è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico;

un uomo ed una donna che, in concorso tra loro, dopo aver pubblicato on line annunci di vendita, mediante artifizi e raggiri, si sono fatti versare sulle rispettive carte dagli ignari acquirenti 500 euro per la vendita di un elettrodomestico e 160 euro per la vendita di alcuni capi di abbigliamento, senza mai consegnare la merce;

fermato anche un uomo che, sottoposto al regime arresti domiciliari ad Alliste, si  era allontanato arbitrariamente dalla propria abitazione fino a giungere a Melissano.

I carabinieri di Racale hanno denunciato: un uomo, che nonostante fosse  agli arresti domiciliari, in  seguito a perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 0,88 grammi di eroina, nonchè vario materiale per il confezionamento ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; un uomo, già detenuto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso dai carabinieri in compagnia di una un pregiudicato, violando gli obblighi impostigli dall’autorità giudiziaria.

A Ruffano, i carabinieri locale stazione hanno deferito in stato di libertà un uomo sottoposto al regime degli arresti domiciliari che si era arbitrariamente allontanato dalla propria abitazione.

A Taviano denunciati:

una donna, già agli arresti domiciliari, ed un uomo che, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, sono stati sorpresi in possesso di 3 involucri per un peso complessivo di 0,80 grammi di cocaina.

un uomo, dopo che da perquisizione personale e veicolare  è stato colto in possesso di un involucro contenente 1,2 grammi di cocaina nonché somma in contanti di euro 55 provento dell’attività di spaccio;

un uomo sorpreso alla guida della propria autovettura sprovvisto di patente di guida mai conseguita.

Ad Ugento i carabinieri locale stazione hanno deferito in stato di libertà:

un uomo ed una donna sorpresi in possesso di 24 grammi di marjuana, 3 piante di marijuana, un bilancino, 6 proiettili cal. 6.3, nonché sostanze da taglio e materiale per il confezionamento di sostante stupefacenti;

un uomo che, a seguito di un sinistro stradale con propria la autovettura, sottoposto ad accertamenti, è risultato con tasso alcolemico di  2,5 gr./l., superiore ai limiti consentiti (patente di guida di guida ritirata).

Arrestato Lulzim Kransniqi, 46 anni, nato in Albania e residente a Matino.  Già sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali per aver reati in materia di stupefacenti, è stato sorpreso a violare reiteratamente le prescrizioni imposte dalla misura in atto, non rientrando a casa negli orari prestabiliti e giungendo ad infastidire una donna residente nello stesso paese. L’arrestatoora è in carcere a Lecce.

Sempre a Matino i Carabinieri della locale stazione hanno denunciato a piede libero un uomo, poiché, a seguito perquisizione personale e domiciliare,  è stato trovato in possesso di 24 cartucce cal. 22, 2 ogive per f.a.l. e 2 cartucce cal. 9, tutte illegalmente detenute.

Segnalato, infine, alla Prefettura di Lecce 6 giovani per “uso non terapeutico di sostanze stupefacenti”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus