Connect with us

Dai Comuni

Nociglia: 50 anni di stemma

Cerimonia d’inaugurazione del ciclo di eventi denominato “Aspettando il Cinquantenario dello stemma Comunale di Nociglia”.

Pubblicato

il

Si è tenuta la cerimonia d’inaugurazione del ciclo di eventi denominato “Aspettando il Cinquantenario dello stemma Comunale di Nociglia”.

Hanno fatto gli onori di casa il sindaco di Nociglia, Massimo Martella e l’insegnante Annunziata Greco quale moderatrice della serata. Inoltre sono intervenute personalità di spicco del mondo dell’arte e della cultura che, con la loro presenza, hanno testimoniato l’importanza dell’evento non solo per la comunità nocigliese, ma per chiunque abbia a cuore il patrimonio artistico e la storia locale.

Per l’occasione sono state donate due opere realizzate dagli artisti Tina Marzo e Vincenzo Ruggieri, autori di livello internazionale. Tali opere (raffiguranti una lo stemma della Casata Gallone, l’altra lo stemma di Nociglia), insieme ad altri quadri degli stessi pittori, sono state esposte nel Palazzo Baronale, una location ideale per esaltare il valore dello stemma civico e dei blasoni delle antiche Casate che hanno comandato il feudo nocigliese.

Il folto pubblico che ha gremito la sala consigliare nello stesso palazzo ha così potuto assistere a un inedito dialogo tra antico e moderno.

Molto applaudito l’intervento del critico d’arte, Vincenzo Abati, già docente di Storia dell’Arte all’Accademia di Belle Arti di Lecce, il quale ha descritto le varie successioni feudali, il decurionato, il risorgimento nocigliese fino ad arrivare all’epoca moderna con il riconoscimento ufficiale dello stemma del Comune.

Ha toccato in modo egregio la sensibilità della platea anche l’intervento del Prof. Giuseppe Orsi che, puntando sull’importanza delle radici e della storia delle comunità, è entrato in sintonia con lo spirito  degli astanti.

A fine cerimonia il sindaco e l’amministrazione comunale si sono fatti carico di consegnare delle targhe-ricordo agli artisti in segno di gratitudine e stima.

Fra il pubblico erano presenti: il sindaco  di Poggiardo, Giuseppe Colafati, il sindaco di Botrugno, Pasquale Barone; il parroco di Nociglia Don Arcangelo Ruggeri; i rappresentanti delle associazioni locali e i discendenti degli ex amministratori del 1968, anno in cui è avvenuto il riconoscimento dello stemma civico.

Cronaca

Linea Blu in Terra d’Otranto: le riprese e presto la puntata

Pubblicato

il

Linea Blu torna in Salento.

La troupe del programma RAI è impegnata in questi giorni in Terra d’Otranto per le riprese di una delle prossime puntate.

Delle ultime ore le riprese alla meravigliosa Acquaviva di Marittima dove Francesco Minonne, biologo del MIUR del Parco Otranto – Santa Maria di Leuca, ha raccontato l’insenatura.

Gli scatti che seguono, postati sul suo profilo Facebook, sono di Laura Minonne.

Pochi giorni d’attesa e la puntata sarà in onda, il prossimo 6 di giugno.

Continua a Leggere

Attualità

Tricase, l’opposizione: “Amministrazione al capolinea”

Duro attacco dei consiglieri di opposizione che parlano di “paralisi politico-amministrativa”

Pubblicato

il

Consiglio comunale deserto per assenza di una maggioranza che da tempo non c’è più. Dimissioni dell’assessore Lino Peluso. Seconda Commissione Consiliare (Lavori Pubblici ed Urbanistica) rinviata a data da destinarsi. Le altre, presiedute dalla maggioranza, totalmente inattive. In una sola parola, paralisi politico-amministrativa”.

Pesante attacco all’amministrazione comunale da parte dei gruppi di minoranza con una nota sottoscritta da tutti e otto i consiglieri che oggi occupano i banchi dell’opposizione (Maria Assunta Panico, Federica Esposito , Fernando Dell’Abate, Dario Martina, Giuseppe Peluso, Alessandro Eremita, Vito Zocco e Nunzio Dell’Abate).

Nel mentre altri Comuni programmano e deliberano interventi per la ripresa delle attività economico-sociali”, attaccano ancora, “il sindaco di Tricase, con la testa alle elezioni regionali, non riesce neppure a spendere le risorse stanziate dalla Regione di euro 49.411,47 per le famiglie e per le attività produttive in difficoltà, ferme nelle casse comunali dal 16 aprile”.

Da parte nostra”, si legge ancora nella nota, “abbiamo rinunciato all’ordinaria funzione di opposizione per supportare l’amministrazione nell’emergenza pandemica, proponendo un pacchetto di misure di sostegno e rilancio in conformità agli strumenti normativi in vigore ed alle risorse in bilancio. Siamo stati completamente ignorati, ma pronti a dimenticare lo sgarbo se solo avessimo visto una Tricase risorgere. Invece abbiamo assistito ad una implosione interna. Dopo la “cacciata” degli assessori Antonella Piccinni e Mario Turco, l’abbandono della maggioranza da parte dei consiglieri Federica Esposito, Dario Martina e Giuseppe Peluso, sono giunte le gravissime dichiarazioni dell’ ex assessore Lino Peluso”.

Tutti indizi secondo le minoranze di una “amministrazione al capolinea”.

Continua a Leggere

Alessano

100 test in 100 Comuni: test sierologici, ok dalla Regione

L’annuncio del sindaco di Montesano Giuseppe Maglie. Screening epidemiologico anche a Poggiardo, Corsano, Ruffano, Melissano, Alessano, Uggiano la Chiesa, Andrano, Surano, Diso, Maglie e Bagnolo

Pubblicato

il

Lo screening epidemiologico proposto dal Comune di Montesano Salentino, insieme ai comuni di Poggiardo, Corsano, Ruffano, Melissano, Alessano, Uggiano la Chiesa, Andrano, Surano, Diso, Maglie e Bagnolo, ha avuto il benestare della Regione Puglia.

Lo ha annunciato il sindaco di Montesano, Giuseppe Maglie, che fa riferimento alla nota del direttore del Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia, dr. Vito Montanaro, del 25 maggio scorso, “indirizzata al nostro Comune e a tutti gli altri proponenti”, con al quale “la Regione ha accolto favorevolmente la nostra iniziativa”.

L’indagine epidemiologica, che nei prossimi giorni andremo a realizzare”, spiega il sindaco di Montesano, “sarà inserita nel piano territoriale per la valutazione epidemiologica della circolazione virale della popolazione regionale, organizzato dalle ASL territorialmente competenti per il tramite dei Dipartimenti di Prevenzione. Come Comuni potremo dare un contributo concreto alla mappatura della circolazione del virus, effettuando uno screening, nelle nostre comunità, delle categorie di persone che più sono state a rischio contagio nella fase del lockdown, al fine di comprendere bene quale sia stato l’effettivo impatto del virus nei nostri territori”.

Giuseppe Maglie, sindaco di Montesano Salentino

Giuseppe Maglie che, oltre ad essere sindaco di Montesano, di professione è biologo, ritiene che “questo tipo di indagine sia ancora più probante rispetto, per esempio, allo screening a campione del Ministero della Salute e dell’ISTAT di questi giorni, in quanto un siffatto studio si concentra sulla popolazione che più è stata esposta a rischio e presenta, quindi, maggiori possibilità di individuare soggetti con presenza di anticorpi e magari anche di positivi asintomatici. Capire il numero di asintomatici presenti è fondamentale allo scopo di prevedere e prepararsi per eventuali riprese di focolai epidemici che improvvisamente potrebbero verificarsi”.

L’auspicio del primo cittadino montesanese è “che tale iniziativa sia attuata anche in altri Comuni; questo ci darà un quadro molto più attendibile della reale situazione nel Salento della circolazione del Covid19 . Nel nostro Comune mi occuperò personalmente della realizzazione dell’indagine sierologica che non avrà oneri né per i cittadini né per l’amministrazione comunale”.

Giuseppe Maglie, infine, ringrazia, “i colleghi sindaci che hanno riposto in me la loro fiducia e il dr. Montanaro per avere avuto la sensibilità di percepire immediatamente l’importanza del ruolo che i Comuni possono avere in questa complessa problematica”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus