Connect with us

Attualità

Termoscanner contact free ad Ortelle

All’ingresso del Municipio il dispositivo che, attraverso una telecamera integrata, è in grado di stabilire la temperatura corporea e di accorgersi se l’utente indossa o meno la mascherina

Pubblicato

il

Sono mesi che, per via del famigerato virus, sentiamo parlare di rilevazione della temperatura corporea: è divenuta ormai obbligatoria in ogni ufficio, ospedale, aeroporto o manifestazione pubblica e rappresenta uno dei modi per attenuare le percentuali di contagio.


La maggior parte delle rilevazioni sono, però, effettuate mediante l’utilizzo di termorilevatori a forma di pistola laser che vengono azionati manualmente dal personale addetto, con tutte le problematiche relative all’impiego fisso di unità lavorative dedicate e soprattutto tutti i rischi che questo comporta perché appunto, così facendo, si espone il personale stesso al pericolo di contagio.


I luoghi più frequentati ed all’avanguardia, però, come ad esempio gli aeroporti, si sono da subito dotati di un termoscanner di ultima generazione definito “contact free”, libero cioè da ogni contatto fisico fra le persone.


La notizia che ci riguarda e che è degna di nota, è che un piccolo paesino della nostra provincia come Ortelle, ha avuto la lungimiranza di dotarsi, per primo, di un apparecchiatura del genere.


È stato infatti installato, nei giorni scorsi, ad opera della Ditta Sudel Next di Fasano, all’interno del Municipio, un dispositivo che non necessita della presenza di alcun operatore e che, attraverso una telecamera integrata, è in grado non solo di stabilire la temperatura corporea ma anche di accorgersi se l’utente indossa o meno la prevista ed obbligatoria mascherina (ed abilitando o meno, di conseguenza, l’apertura della porta scorrevole o del tornello che consente l’ingresso negli uffici).

Bisogna tener oltretutto presente che la misurazione della temperatura risulta essere ancora più accurata ed affidabile perché non viene rilevata dalla banale misurazione fatta in corrispondenza della fronte (e che risente anche dell’accaloramento tipico di queste giornate afose) ma che si basa sulla frequenza del battito del polso, evitando quindi degli inutili e dannosi falsi allarmi.


Si tratta come detto della prima installazione del genere effettuata nella provincia di Lecce ma che, ci auguriamo, sarà seguita da altre strutture pubbliche o ospedaliere, al fine di garantire quanto prima un ritorno alla normalità senza rinunciare alla sicurezza ed alla tutela della salute pubblica.


Antonio Memmi


Attualità

“Sporca e dimenticata”: Tricase dietro l’angolo del centro storico

Pubblicato

il

Una nostra lettrice tricasina ci scrive per lamentare il recente abbandono delle vie interne del centro storico tricasino. A due passi dalle luci e dal viavai di piazza Pisanelli (il salotto del Salento è letteralmente dietro l’angolo) sporcizia e nessuna manutenzione stradale.

Nonostante le segnalazioni dei cittadini, l’ultima parte di via Trunco a Tricase, quella alle spalle della Chiesa Madre, continua a non avere il guardrail, con il rischio che qualcuno cada di sotto, visto che la strada sottostante è ribassata più di un metro. Bisogna aspettare la disgrazia per intervenire?“, scrive.

Sono anni che questa cosa assurda viene segnalata in Comune, così come lo stato di degrado di tutte quelle strade del centro storico a ridosso della Chiesa Madre, piene di buche e spazzatura. Io stessa sono andata a parlare di questi problemi all’Ufficio Tecnico ed anche con l’ultimo vicesindaco, all’indomani della nomina: solo promesse mai mantenute. Che peccato“, commenta, “che un paese ricco di opportunità come Tricase debba essere abbandonato in questo modo all’incuria di amministratori ed abitanti incapaci di sentirsi cittadini nella propria città“.

Continua a Leggere

Attualità

Caprarica di Lecce in TV come esempio di accoglienza e integrazione

Pubblicato

il

Nel TG3 nazionale di ieri sera, un servizio sulla storia di una coppia curda. Marito e moglie, con 3 bambini, costretti a fuggire da Istanbul e a iniziare una nuova vita, dopo giorni di viaggio nel buio di un camion, in Europa.

Ospiti del progetto Siproimi gestito da Arci Lecce, nel Comune di Caprarica di Lecce, raccontano la loro esperienza in Italia alle telecamere RAI.

Continua a Leggere

Attualità

I treni allentano le misure anticovid, il Ministero le ribadisce

Pubblicato

il

Molte compagnie ferroviarie a partire da oggi, 1° agosto 2020, hanno tolto l’obbligo di distanziamento per i treni ad Alta Velocità, i quali sono tornati a viaggiare a pieno carico.

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, risponde di conseguenza ribadendo, con una odinazna, l’obbligo del distanziamento interpersonale, così come della mascherina, in tutti i luoghi chiusi aperti al pubblico.

Viaggi in treno e non solo: mascherina obbligatoria e distanziamento interpersonale di un metro. La nuova ordinanza del Ministero della Salute fa chiarezza sulle norme anti-Covid in generale.

Eccola di seguito.

4_5848418252127996380

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus