Connect with us

Attualità

Un “inglese” nel castello di Otranto. A che serve?

“Tale scelta determinerà un rilevante impegno finanziario a carico del Comune, per le spese di manutenzione, ed un consistente sperpero di risorse idriche”

Pubblicato

il

Lavori di sistemazione del fossato del castello di Otranto. Considerazioni e richieste del Presidente di Italia Nostra


La scrivente Associazione ha avuto modo di effettuare in questi giorni un sopralluogo a ridosso del castello di Otranto e prendere in esame la soluzione che è stata adottata per la sistemazione del pavimento del fossato perimetrale al castello stesso; specificamente sono state analizzate le superfici perimetrate con cordoli di marmo bianco (o pietra similare) e la collocazione del prato inglese, che non sembra abbia alcun riferimento con situazioni preesistenti, che determinano un rapporto stridente con le pareti storiche e con la natura dei luoghi.


Inoltre, è doveroso evidenziare che tale scelta, oltre ad aver comportato un congruo impegno economico, determinerà un rilevante impegno finanziario a carico del Comune per le spese di manutenzione ed un consistente sperpero di risorse idriche che non trovano alcuna giustificazione storica, estetica e funzionale; per di più è opportuno evidenziare che tale soluzione (che ha destato una serie di critiche sui social network da parte di cittadini di Otranto e di altri Comuni) non consentirà di visionare il fossato del castello senza alcuna interferenza e di utilizzarlo nella sua intierezza per iniziative culturali, per spettacoli o altre attività che risulteranno compatibili con i

luoghi.

Pertanto, nel rilevare che i lavori in oggetto non sono stati ancora ultimati, con la presente si chiede alle SS.LL. in indirizzo (ognuna per le proprie competenze) di voler adottare i necessari provvedimenti (variante in corso d’opera) per effettuare la rimozione del prato inglese e la rimozione dei cordoli che lo perimetrano, lasciando così l’intera superficie del fossato a nudo senza interferenza alcuna.


Marcello Seclì – Presidente Italia Nostra


Attualità

Tricase: la scuola di via Pertini riapre sabato 24

Nel pomeriggio sanificati i locali; riapertura posticipata di 24 ore

Pubblicato

il

Nel corso del pomeriggio sono stati sanificati i locali del plesso di via Pertini pronto a riaprire le porte ai propri alunni.


La riapertura, però, non potrà avvenire come annunciato domani, ma sarà posticipata di 24 ore.


Gli scolari di materna ed infanzia dunque potranno riprendere possesso delle loro aule al suono della campanella di sabato 24 ottobre.

Riapertura che sarà ufficializzata in serata da un’ordinanza del sindaco di Tricase, Antonio De Donno.


Continua a Leggere

Attualità

Boom di contagi: quasi 500 oggi in Puglia

Diciannove tamponi positivi solo in provincia di Lecce

Pubblicato

il


Sono quasi 485 i nuovi positivi in Puglia su 5.651 test registrati.


Sono 19 i positivi, invece, per quanto riguarda la sola provincia di Lecce.


Di seguito il Bollettino metereologico del 22 ottobre.


Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 22 ottobre in Puglia, sono stati registrati 5.651 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 485 casi positivi: 178 in provincia di Bari, 22 in provincia di Brindisi, 53 nella provincia BAT, 132 in provincia di Foggia, 19 in provincia di Lecce, 83 in provincia di Taranto. 2 casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti.

È stato registrato 1 decesso in provincia di Bari.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 507.982 test.

5886 sono i pazienti guariti.

6279 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 12.810, così suddivisi:

5361 nella Provincia di Bari;

1213 nella Provincia di Bat;

955 nella Provincia di Brindisi;

3043 nella Provincia di Foggia;

993 nella Provincia di Lecce;

1147 nella Provincia di Taranto;

94 attribuiti a residenti fuori regione;

4 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.


LA MAPPA DEL CONTAGIO





 


Continua a Leggere

Attualità

Ciak, si gira: primi scatti delle riprese a Tricase

Pubblicato

il


Sono iniziate a Tricase le riprese per The Nanny: Mission Italy, per la regia di Sascha Bigler, prodotto dalla Viola Film Il film gode del supporto logistico di Apulia Film Commission.





Negli scatti pubblicati su Facebook da alcuni utenti dei “Sei di Tricase se”, i primi ciak in via Roberto Caputo.








Leggi qui la notizia completa sul film.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus