Connect with us

Palmariggi

Palmariggi: Protezione civile, Enti Locali e Volontariato

Proteggiamoci Informando: un’opportunità per studiare con Amministrazioni e tecnici esperti la tematica della pianificazione in materia di protezione civile a livello comunale

Pubblicato

il

La Protezione Civile organizza un convegno sui piani comunali di Protezione Civile ed il ruolo degli Enti Locali e del Volontariato. Il convegno che si realizzerà venerdì 14 dicembre, organizzato dall’A.V. Protezione Civile Palmariggi, con la collaborazione del Comune di Bagnolo del Salento e del CSV Salento e con il patrocinio dell’ Unione dei Comuni Entroterra Idruntino, vuol rappresentare un’opportunità per studiare con Amministrazioni Comunali e tecnici esperti la tematica della pianificazione in materia di protezione civile a livello comunale.


Per un corretto governo del rischio naturale e per un adeguato studio del territorio oltre ai mezzi finanziari servono anche una buona conoscenza dei luoghi e una memoria storica.


In Puglia e nel Salento in particolare, tutti siamo chiamati a confrontarci con gli stessi rischi naturali quali incendi boschivi, allagamenti, crolli, trombe d’aria e per questo diventa  importantissimo lo scambio di esperienze sulla competenza accumulata nel corso degli anni.


Tutte le relazioni e le informazioni necessarie per prevenire al meglio i rischi naturali sono essenziali anche in fase progettuale evitando, come spesso è successo, di costruire in zone critiche e sconsigliabili, per questi motivi bisogna fare molta attenzione  alla pianificazione del territorio. L’obiettivo primario deve rimanere la tutela duratura della popolazione monitorando i rischi derivanti dall’utilizzo in modo improprio del territorio.


I Piani Comunali di protezione civile sono una parte importante e fondamentale di quest’aspetto, pertanto le Istituzioni, con il supporto delle organizzazioni di soccorso, del volontariato e d’ogni cittadino, sono attori fondamentali nl garantire la sicurezza delle persone, degli animali, delle attività produttive, delle reti di servizi essenziali e dei beni culturali, dai danni derivanti da eventi calamitosi naturali o causati dall’uomo.

La pianificazione comunale di protezione civile consiste nell’insieme delle conoscenze, delle procedure e delle misure per far fronte a un evento, assicurando una risposta tempestiva ed efficiente e quindi un rapido superamento dell’emergenza.


Il convegno dal tema “Proteggiamoci Informandoci – La gestione delle emergenze: i Piani Comunali e ruolo degli Enti Locali e delle Associazioni di Volontariato e l’importanza delle opportunità offerte dai fondi comunitari e rafforzamento delle strutture di protezione civile” prevede la presenza di autorità e relatori di valido e collaudato spessore nel campo della programmazione del territorio in merito alle problematiche di protezione civile e nello specifico: S.E. Giuliana Perrotta (Prefetto di Lecce), Dott. Giovanni Stefano (Assessore Protezione Civile Provincia di Lecce); Dott. Luca Limongelli (Dirigente Servizio Protezione Civile Regione Puglia), Geom. Raffaele Celeste (Responsabile sala Operativa Protezione Civile Regione Puglia); Dott. Giuseppe Martella (Consulente per piani Protezione Civile) Dott.ssa Sonia Mariano (Sindaco di Bagnolo del Salento) ed del Signor Pasquale Colizzi (Presidente dell’Ass. di Vol. Protezione Civile Palmariggi).


Il Convegno si realizzerà venerdì 14 dicembre alle ore 18 presso la Sala Convegni del Comune di Bagnolo del Salento.


Andrano

Bando piccoli comuni, la provincia viene in aiuto

Finalizzato al miglioramento della qualità dei servizi, l’organizzazione del personale, il potenziamento dello smart working e la gestione degli appalti pubblici

Pubblicato

il

BANDO “PICCOLI COMUNI”: COL SUPPORTO DELLA PROVINCIA DI LECCE 


PRESENTATA IERI LA PROPOSTA  DI 27 ENTI LOCALI SALENTINI


La Provincia di Lecce continua a mettere a disposizione dei Comuni del territorio la propria esperienza e le proprie competenze in tema di progetti  partecipati.


E lo fa con una nuova iniziativa dedicata ai Comuni sotto i 5mila abitanti.


L’Ente di Palazzo dei Celestini, al quale la legge di riforma attribuisce funzioni fondamentali di assistenza tecnica e amministrativa agli enti locali, ha infatti assicurato il proprio supporto a 40 Comuni potenzialmente interessati, per candidare una proposta di partecipazione al Bando del Dipartimento della Funzione Pubblica, rivolto ai “Piccoli Comuni”, finalizzato a fornire alle amministrazioni locali un aiuto concreto per il miglioramento della qualità dei servizi, l’organizzazione del personale, il potenziamento dello smart working e la gestione degli appalti pubblici.


A questa iniziativa di creazione di una “rete” partecipata hanno aderito 27 Comuni della provincia: Andrano, Arnesano, Bagnolo del Salento, Cannole, Carpignano Salentino, Castrì, Castrignano dei Greci, Castro, Diso, Giuggianello, Giurdignano, Martignano, Melpignano, Miggiano, Minervino, Muro Leccese, Palmariggi,  Salve, San Pietro in Lama, Sanarica, Seclì, Sogliano, Sternatia, Supersano, Uggiano La Chiesa, Zollino, che hanno individuato il Comune di Cursi come soggetto capofila, necessario per presentare la candidatura.

La proposta di partecipazione al Bando è stata inviata ieri, e prevede lo sviluppo di modelli di gestione delle politiche territoriali per il miglioramento dell’efficienza organizzativa e dei processi amministrativi, anche attraverso forme efficienti di gestione associata di servizi locali, di gestione delle risorse provenienti dalla programmazione europea, di programmazione e gestione di piani e modalità di


I 27 Comuni aderenti  hanno, inoltre, sottoscritto un Protocollo con la Provincia, che si impegna ad assicurare all’aggregazione intercomunale la propria azione di sostegno, informazione e guida nell’approccio all’utilizzo delle procedure, nella progettazione e per sostenere l’avvio di questa iniziativa e di altre, che si attiveranno d’intesa e in partenariato con i Comuni sottoscrittori del Protocollo o che si aggiungeranno in seguito.


Con questa iniziativa la Provincia riafferma il suo ruolo di impulso all’azione amministrativa e le proprie funzioni fondamentali di assistenza tecnica e amministrativa agli enti locali”, dichiara il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva. 


Ringrazio il sindaco di Cursi, Comune capofila, tutti i sindaci dei Comuni aderenti e gli uffici della Provincia che hanno lavorato a questo primo importante traguardo, ed auspico che l’idea progettuale avanzata possa essere coronata da successo. E’ nostro fermo obiettivo istituire un tavolo di confronto permanente, a cui potranno partecipare anche tutti gli altri Comuni della provincia, per ideare un nuovo futuro del territorio e fornire utili spunti anche nell’ambito del Recovery Plan nazionale, da candidare sui fondi del Next Generation EU”, conclude Minerva.


Continua a Leggere

Attualità

Palmariggi cardio protetta

Installato un defibrillatore semiautomatico negli spazi del plesso scolastico di via Trieste

Pubblicato

il

Palmariggi sempre più cardio protetta. È stato, infatti, installato un defibrillatore semiautomatico negli spazi del plesso scolastico di via Trieste. Il defibrillatore è stato assegnato al Comune di Palmariggi grazie ad un accordo siglato con l’Agenzia regionale per la salute ed il sociale della Regione Puglia.


Un altro passo in avanti verso la prevenzione quello messo in atto dal comune dell’Unione Entroterra Idruntino.


Un segnale importante di attenzione al benessere dei cittadini che avviene in un periodo critico come quello che stiamo vivendo, ma non in un momento di emergenza, a testimonianza che la tutela e la salute dei cittadini dev’essere sempre al centro delle agende politiche ed amministrative.


«La sensibilità su questo tema come l’attenzione e la prevenzione per la tutela della salute è stata ed è sempre presente nella nostra comunità», dichiara il sindaco Franco Zezza.


«Con quest’ultima installazione nel plesso scolastico di via Trieste ampliamo la nostra attenzione alla prevenzione sul territorio. Abbiamo programmato», spiega il primo cittadino, «diverse azioni che mirano alla tutela e salvaguardia della salute pubblica ed abbiamo già istallato in collaborazione con l’associazione “Paniri te e site” e Protezione civile altri due punti di servizio con dispositivi per la defibrillazione. Sono stati svolti  anche dei corsi di abilitazione all’uso di queste importanti apparecchiature, che hanno visto la disponibilità e la partecipazione di numerosi volontari».

«Mi fa molto piacere», conclude il sindaco Zezza, «constatare l’attenzione verso il prossimo da parte dei miei concittadini. Serve l’attenzione e la collaborazione di tutti. La tutela della salute pubblica  è sempre più un faro a cui fare riferimento, oggi più che mai».


 


 


Continua a Leggere

Attualità

La costellazione dell’Entroterra Idruntino

Il nuovo logo dell’Unione dei Comuni dopo che Maglie si è aggiunto a Bagnolo del Salento, Cannole, Cursi e Palmariggi

Pubblicato

il

Il nuovo logo è caratterizzato da una costellazione tracciata dai comuni che costituiscono l’unione Entroterra Idruntino. Una linea che collega come un filo di Arianna i differenti comuni sul territorio  creando una costellazione. Il percorso che li collega genera un disegno unico ed irripetibile e definisce il territorio in maniera inequivocabile.


Una nuova carta d’identità dell’Unione Entroterra Idruntino in linea con le esigenze contemporanee ed un’occasione per rifare il look, necessaria dopo l’ingresso di Maglie in aggiunta a Bagnolo del Salento, Cannole, Cursi e Palmariggi, originari dell’Unione dei Comuni.


Un marchio riconoscibile, una linea essenziale ed efficace, frutto di ricerca e di attenzione ai dettagli ed ai valori che rappresentano i cinque comuni, fortemente radicati nel territorio dal tratto distintivo ed unico.


Un’idea attraente facilmente identificativa che anche nei colori sintetizza e racconta la storia, l’arte, la natura, il paesaggio, la territorialità e la vera essenza dei cinque Comuni nel cuore del Salento.


Il logo è stato sviluppato partendo dallo studio della disposizione dei Comuni sul territorio salentino, che a livello grafico definisce «una costellazione unica ed irripetibile, come esclusiva ed irripetibile è l’Unione dei Comuni Entroterra Idruntino».


In questa costellazione le particolarità di ogni singolo Comune si annullano per dare vita ad una nuova identità, la costellazione. Essa è inserita all’interno di uno scudo leggero privo di corona, definito dai colori identitari che richiamano gli stemmi dei singoli Comuni.

Il logo è la sintesi e la filosofia dei cinque comuni nel cuore della provincia di Lecce e dell’entroterra di Otranto a cui deve il nome proprio per la vicinanza alla costa idruntina.


Ad ideare il marchio è stato Luigi Partipilo, art director & designer, fondatore di Freejungle, magliese, figlio di questa terra, che lavora da dieci anni nella consulenza strategica di brand. Si occupa di design ed insieme ai colleghi di Freejungle supporta le aziende nella definizione della propria identità e a comunicarla.


«Realizzare questo logo», spiega emozionato Partipilo, «è stato prima di tutto un onore, sia per me che per i miei colleghi perché siamo cittadini di Maglie e di questo territorio. Mi piace definirmi un sognatore che ama aiutare gli altri a realizzare i propri sogni e sono contento di concorrere con la nostra professionalità al miglioramento dell’immagine dell’unione dei nostri Comuni. È  stata un’esperienza  meravigliosa dare il nostro contributo per la crescita della nostra comunità. Lo abbiamo fatto con le caratteristiche identitarie per le quali il nostro studio è conosciuto in Italia e nel mondo, ovvero creatività estrema applicata al rispetto dei valori del brand che curiamo».


La Freejungle è ideatrice di diverse campagne internazionali di marketing e di comunicazione nei settori dell’arte, della ristorazione, dell’ingegneria, dell’abbigliamento ed in molti altri settori strategici.


«Abbiamo deciso di rifare il logo», spiega il presidente dell’Unione Antonio Melcore, «perché con l’incremento del numero dei componenti dell’Unione il vecchio non era più rappresentativo. Il logo scelto è semplice ed efficace, si legge in bianco e nero e a colori,  questi ultimi riprendono e rappresentano anche il nostro paesaggio. La costellazione identifica il territorio, la vicinanza e la connessione tra i vari comuni, è molto intuitivo e siamo contenti che a realizzarlo sia stato un artista e designer, figlio della nostra terra, conosciuto anche all’estero. Ci auguriamo che il nuovo logo possa essere un veicolo riconoscibile ed importante per la promozione dei territori che compongono l’Unione Entroterra Idruntino».


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus