Connect with us

Attualità

Covid, test rapidi gratuiti anche per Ruffano 

Da oggi anche i cittadini di Ruffano possono effettuare gratuitamente lo screening nella vicina Taurisano. L’annuncio via social del sindaco Antonio Cavallo

Pubblicato

il

Da oggi anche i cittadini di Ruffano possono effettuare gratuitamente i test rapidi.


Tutti coloro che  intendono aderire allo screening devono prenotarsi sulla piattaforma messa disposizione dal Comune di Taurisano all’indirizzo web: cpst.it/emergenzacovid


Il sistema genererà un modello che l’utente dovrà compilare, stampare, firmare ed esibire al momento del prelievo, unitamente alla propria tessera sanitaria e ad un documento di riconoscimento.


Terminata la prenotazione il cittadino riceverà una comunicazione a mezzo e-mail o SMS contenente la data e l’ora del prelievo.


Il richiedente dovrà recarsi in Piazza Unità d’Italia (area mercatale) a Taurisano, all’ora indicata sulla prenotazione, aspettando il proprio turno in auto, munito di mascherina.

I cittadini che risulteranno positivi al test rapido, saranno sottoposti in massimo due giorni al tampone molecolare.


Si precisa che sono esclusi dallo screening i cittadini già positivi al Covid-19 Che continueranno ad essere gestiti dalla task force covid provinciale.


«Una notizia che desideravo darvi da tempo», sottolinea il sindaco Antonio Cavallo, che poi avverte: «si  potrebbe verificare un aumento del numero di positivi, ma in questo modo avremo la situazione completamente sotto controllo in tutto il paese. Un risultato veramente importante che abbiamo ottenuto anche grazie all’amministrazione comunale di Taurisano, in particolar modo al sindaco Raffaele Stasi, al Dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Lecce e all’Esercito Italiano».


Attualità

A tavola “Nel giardino di Penelope”, l’home restaurant di Tricase

Dal 30 giugno, una esperienza nuova, alternativa ed innovativa

Pubblicato

il

Nati in America all’inizio degli anni duemila, hanno pian piano preso piede in tutto il mondo. Lanciati da alcuni programmi tv e dai social, sono spuntati recentemente anche in Italia. Sono gli home restaurant. Un nuovo modo di fare ristorazione. Alternativo ed innovativo. L’home restaurant, come dice il nome stesso, è casa propria che diventa ristorante. Una opportunità per coltivare la passione dei fornelli incentivando nuove conoscenze, senza dover aprire una vera e propria attività commerciale.

Con l’home restaurant, il cliente sceglie una esperienza nuova: entrando in un luogo intimo come la casa di chi lo accoglie, trascorre una serata diversa, al centro delle attenzione del proprietario di casa che, dal canto suo, mette a frutto il suo amore per la cucina, misurandosi con i gusti dei clienti e svelando al mondo quei piccoli segreti che un po’ tutti custodiscono ai propri fornelli.

Il successo degli home restaurant è da ricercarsi proprio in un nuovo ventaglio di valori che lo contraddistingue dal classico ristorante: la socialità, la convenienza, la scoperta di piatti nuovi, il sentirsi a casa.

Ora, anche il Salento sta iniziando a conoscere il significato ed il valore di queste attività. A Tricase, a breve, un nuovo home restaurant aprirà le sue porte al pubblico. È “Nel giardino di Penelope”, di Penelope Valzano, dalla quale, con qualche domanda, ci siamo fatti raccontare il suo progetto.

Penelope Valzano

Come è nata l’idea di dar vita ad un home restaurant?

“Cucinare è sempre stata la mia passione, mi ha sempre rilassata entrare in cucina ed accendere i fornelli per dedicarmi alla preparazione di piatti semplici e gustosi. Inizialmente lo facevo per parenti e amici, che hanno sempre apprezzato quello che preparavo per loro, e man mano l’idea dell’home restaurant mi ha convinto sempre di più. Ed ora eccomi qui, avendo ora più tempo a disposizione ho deciso di lanciarmi in questa avventura”.

Quale sarà la location dove accoglierai i tuoi ospiti?

“Il mio home restaurant sarà nel giardino di casa mia. Non a caso si chiamerà “Nel giardino di Penelope””.

Che cucina proporrai ed in che periodo dell’anno?

“Inizierò quest’estate proponendo ai clienti piatti semplici e gustosi, tipici delle nostre zone, anche per rispondere alle esigenze dei turisti, che vanno alla ricerca del piatto locale”.

Ci sarà un piatto forte da assaggiare?

“Saranno gli stessi clienti a giudicare ed eleggere il mio piatto forte: molto dipenderà dai loro gusti. Io proporrò un meno variegato, con possibilità di scegliere mare o terra”.

In zona gli home restaurant sono ancora una novità, cosa ti aspetti da questa esperienza?

“Sono fiduciosa, ma non saprei dire come andrà. Di certo, io mi impegnerò al massimo e vivrò ogni istante di questo nuovo progetto. Per il momento, direi, in bocca al lupo a me!”

L’home restaurant “Nel giardino di Penelope” aprirà le porte agli ospiti il 30 giugno. Come in tutti gli home restaurant, la prenotazione va effettuata con almeno 3 giorni di anticipo. Chi volesse saperne di più, lo trova già su Instagram.

Lorenzo Zito

Continua a Leggere

Attualità

Cosa stanno facendo le grandi multinazionali per proteggere i nostri dati online?

Ecco le ultime novità, tra motori di ricerca e siti di intrattenimento

Pubblicato

il

Nell’era dei cyber attacchi e dei crimini informatici, la salvaguardia dei dati online è di fondamentale importanza. È questa l’ultima frontiera su cui si stanno concentrando i giganti dell’informatica e del digitale. Perché dal momento che la nostra vita è ormai migrata, lentamente, sulla rete, ormai tutti i nostri interessi, tutte le nostre informazioni, sono in un modo o nell’altro in internet.

Basti pensare alla scelta praticata dal browser Firefox, che ha deciso di dedicare maggiore attenzione alla privacy degli utenti, annunciando una nuova configurazione dei cookie. Si chiama “Total cookie protection” e consente di limitare la possibilità, da parte dei siti, di accedere a cookie da servizi terzi. In questa maniera tutti i dati che memorizzano informazioni sul soggetto che naviga (abitudini, link cliccati, numero di visite, cronologia, parole chiave ricercate) non saranno alla mercé della rete. Se prima tutti i siti potevano attingere al grande contenitore dei cookies, adesso con la nuova protezione, i tracker potranno analizzare il comportamento soltanto su un sito, senza collegare i vari domini e quindi tracciare tutti gli spostamenti dell’utente.

Una notizia che piacerà agli utenti, soprattutto quelli che si sentono più in pericolo. Stando ai dati dell’Osservatorio Cyber di CRIF, infatti, il 48,7% degli italiani ha ricevuto un avviso inerente a un attacco informatico ai propri dati personali, per un totale di 1,8 milioni di utenti colpiti, per una crescita di quasi 60 punti percentuali. Il Governo Italiano ha quindi deciso di correre ai ripari, mettendo in campo quasi 630 milioni di euro nel PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per incrementare gli standard di cybersecurity nel nostro paese.

E un modello, in questo senso, è quello messo in campo da Greentube su Starvegas, punto di riferimento per il gioco digitale. Dal momento che gli account di siti di intrattenimento sono risultati maggiormente a rischio per furto di dati personali, le aziende hanno iniziato a utilizzare una speciale crittografia informatica e il protocollo HTTPS. Protocolli che vengono testati a cadenza regolare con appositi penetration test per vedere se le difese tengono e se l’architettura informatica è stabile.

Un modello che potrebbe essere copiato in tantissimi altri settori, per il bene dei nostri dati personali.

Continua a Leggere

Attualità

Caldo infernale: da lunedì sarà ancora peggio

Pubblicato

il

Non si ferma l’ondata di calore che ha investito questo mese il Salento.

Anzi, la prossima settimana si prospetta (se possibile) ancor più torrida.

SuperMeteo annuncia un caldo infernale a partire da lunedì.

“Ogni estate, purtroppo, le ondate di caldo diventano una vera e propria escalation”, scrive lo staff di SuperMeteo, “fino a valori colli e pericolosi, come quelli che attendono la Puglia tra lunedì e martedì: e sembra essere solo l’inizio”.

Sull’Ansa invece si legge che questa è “una delle peggiori ondate di calore degli ultimi anni, che sembra voler dominare la scena italiana per almeno altri 10 giorni, soprattutto al Centro-Sud. Con l’anticilone africano abbiamo già toccato i 42-44°C all’ombra al Sud e in Sardegna, ma il termometro salirà in modo repentino ancora e in tutta Italia, non si escludono valori più alti con picchi di 45° C”, concludono le previsioni di Mattia Gussoni, di IlMeteo.it.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus