Connect with us

Attualità

Miracolo dietro l’angolo a Ruffano

PM Management Group Production Film Production SRLs di Piero Melissano girerà un cortometraggio scritto dalla giornalista Francesca Currieri. Una storia vera, attraverso la quale l’autrice, vuole richiamare l’attenzione delle istituzioni e dei singoli, su un mondo, quello degli anziani e sulla loro solitudine

Pubblicato

il

È in itinere la realizzazione di un cortometraggio – “Miracolo dietro l’angolo”, scritto dalla giornalista siciliana, Francesca Currieri, regia di Daniele Catini, prodotto dalla PM Management Group Production Film Production SRLs di Piero Melissano.


Trattasi di una storia vera, attraverso la quale l’autrice, vuole richiamare l’attenzione delle istituzioni e dei singoli, su un mondo, quello degli anziani e sulla loro solitudine.


La location, scelta dal produttore, è Ruffano, il paese che l’ha visto nascere e crescere e verso il quale il Melissano, conserva un forte legame affettivo.


Il suo ricordare il passato ha un’implicazione di sentimento e di cuore.


Melissano del suo paese ricorda i campi di grano, il profumo delle spighe, i giochi del tempo e una persona del passato che non è più con lui nel presente.


Tutto ciò ha messo in moto la sua parte affettiva, della quale conserva un’esperienza tangibile, forte e concreta che, intende portare alla luce con la realizzazione del progetto filmico.


Il cortometraggio che, sarà girato tra il 27 e il 30 giugno prossimi, avrà come palcoscenico il centro storico di Ruffano.


Il cast, ancora in via di definizione, vede tra i protagonisti, Domenico Mignemi, detto Mimmo, noto attore e regista teatrale e cinematografico italiano.


Diretto e solare, Mimmo Mignemi, è la personificazione dell’antidivo, nonostante abbia superato abbondantemente i trent’anni di carriera teatrale e ottenuto numerosi successi cinematografici e televisivi.


Altra protagonista è Elisabetta Pellini, nota nel mondo della TV e del cinema. l’attrice, nata in Svizzera, regista, sceneggiatrice, con una lunga carriera alle spalle. Nel cinema ha lavorato, spaziando dalla commedia, ai film drammatici.


Nel cast, dal palco allo schermo, anche Eleanna Dello Monaco, una giovane attrice che, coltiva la passione per la recitazione, fin da quando era bambina. Un’attrice profonda e versatile, intelligente e sensibile, con qualche cicatrice sotto la pelle, ma con la voglia di stravolgere il mondo, anche solo con un sorriso o con uno sguardo.


Altra donna presente nel cast è Silvia Lodi, artista poliedrica in continuo divenire. Elemento fondante della compagnia Principio Attivo Teatro di Lecce. Vanta un percorso artistico costruito con grande libertà e mosso da un solo desiderio: la voglia di stare sul set e recitare.


L’attore più piccolo del cast, è un bimbo di 6 anni, Roberto Cagnina. Il piccolo attore, attraversa la scena e incontra la telecamera, con spontaneità e semplicità. Frequenta il set, da quando aveva appena 4 anni. Il suo talento è stato scoperto, dall’occhio attento del produttore, Piero Melissano, nella ferma convinzione che, i bambini squarciano il velo dell’indifferenza e rendono il mondo un posto migliore.


Miracolo Dietro l’angolo” è una storia di vita vissuta che porta con sé sentimenti contrastanti, smarrimento e rabbia, paura e coraggio.


Una storia semplice, appassionata ed empatica, per riflettere sulla esistenza dei miracoli.


Basta svoltare l’angolo della strada del cuore e guardare oltre.


Non importa quanto il percorso della vita sia stato tortuoso e difficile, occorre recuperare briciole di speranza e ricominciare da capo.






Attualità

Nuova vita ai rifiuti da costruzione e demolizione

End of waste: all’incontro ANCE Puglia il vice ministro Gava: «Decreto frutto di un incredibile lavoro a più mani, condotto ascoltando gli stakeholders e monitorando gli effetti sul campo»

Pubblicato

il

🔴 Segui il canale il Gallo 🗞 Live News su WhatsApp: clicca qui

Gli scarti del settore edile da rifiuti a risorse: è questo l’obiettivo a cui tende il decreto End of Waste che disciplinerà la gestione e il recupero dei rifiuti inerti derivanti da costruzione e demolizione.

Il tema è stato al centro dell’incontro “Dalla nuova disciplina per i materiali da scavo al regolamento End of Waste per i rifiuti da costruzione e demolizione”, promosso da ANCE Puglia e con la partecipazione del vice ministro all’Ambiente Vannia Gava.

Al centro del dibattito l’imminente firma sul decreto End of Waste inerti che disciplinerà la gestione e il recupero dei rifiuti inerti derivanti da costruzione e demolizione o di origine minerale per rimetterli sul mercato e ampliarne gli ambiti di reimpiego. In particolare, l’aggregato ottenuto da specifici processi di recupero potrà essere utilizzato per numerose attività edili, tra cui riempimenti e colmate, opere in terra dell’ingegneria civile, miscele bituminose e sottofondi stradali, ferroviari, aeroportuali e di piazzali civili ed industriali, confezionamento di calcestruzzi e produzione di cemento.

«Il MASE ha cambiato approccio e visione: non più il ministero che blocca ma quello che condivide e aiuta le imprese a mettere a terra gli investimenti», ha dichiarato il vice ministro Gava e, a conferma della costante collaborazione con gli operatori del settore, ha spiegato che «quello portato avanti sul decreto end of waste inerti è il frutto di questo lavoro incredibile a più mani, condotto ascoltando gli stakeholders e monitorandone gli effetti sul campo per rimuovere le criticità. Siamo pronti alla firma di un documento che porta con sé grandissimi miglioramenti, che semplifica e allarga le maglie del riutilizzo, riducendo la discarica e promuovendo il recupero di materiale e l’economia circolare»

Il vice ministro ha anche annunciato che il Ministero sta predisponendo un decreto di semplificazione in materia ambientale.

Il presidente di ANCE Puglia Gerardo Biancofiore ha ricordato «l’importanza dell’iniziativa che ribadisce la proficua collaborazione tra pubblico e privato. Occorre massimizzare il recupero dei materiali di scarto edile e promuoverne il riutilizzo, riducendo il conferimento in discarica con l’obiettivo di avere cantieri sempre più sostenibili. Il settore delle costruzioni deve fare la sua parte nell’ambito della transizione ecologica che si sta intraprendendo».

Dopo le tappe di Roma e Pordenone, la tappa pugliese è stata la terza di un tour e ha visto gli interventi anche del Capo Dipartimento sviluppo sostenibile del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Laura D’Aprile, del Componente della Commissione interministeriale per la revisione della normativa ambientale e del gruppo di lavoro End of Waste Daniele Carissimi, e del Capo Dipartimento unità di missione PNRR Fabrizio Penna. Ad accogliere i rappresentanti istituzionali, il presidente di ANCE Puglia Gerardo Biancofiore e il vice presidente ANCE con delega ai Rapporti Interni Domenico De Bartolomeo.

Da sinistra: Gerardo Biancofiore, presidente ANCE Puglia; Vannia Gava, vice ministro MASE; Domenico De Bartolomeo, vice presidente ANCE

Continua a Leggere

Attualità

Distretto Turistico del Salento, istituzioni al lavoro

Incontro in Prefettura: condivisa l’esigenza di implementare le sinergie interistituzionali per riqualificare e rilanciare l’offerta turistica, accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori, migliorare l’efficienza nell’organizzazione e nella produzione di servizi

Pubblicato

il

🔴 Segui il canale il Gallo 🗞 Live News su WhatsApp: clicca qui

In mattinata, il Prefetto Luca Rotondi ha tenuto un incontro, alla presenza dell’assessore al turismo della Regione Puglia Gianfranco Lopane e del presidente della Provincia Stefano Minerva, al fine di valutare le iniziative da porre in essere in fase attuativa del progetto del “Distretto Turistico del Salento”.

Nel corso dell’incontro, è stata condivisa l’esigenza di implementare le sinergie interistituzionali tra le parti coinvolte, nell’ottica di riqualificare e rilanciare l’offerta turistica, accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori che ne fanno parte, nonché migliorare l’efficienza nell’organizzazione e nella produzione dei servizi.

Tutto questo, tenuto conto dell’esigenza di coordinare la programmazione degli eventi sul territorio, mettendo a sistema le buone prassi nell’applicazione della disciplina di regolamentazione degli esercizi commerciali.

Ciò, nell’ottica di favorire un sempre maggiore rilancio economico del territorio provinciale.

I presenti hanno quindi concordato di programmare futuri incontri, allargati alla partecipazione della Camera di Commercio e delle associazioni datoriali maggiormente rappresentative del settore turistico, ai fini della valutazione dei futuri passi propedeutici alla costruzione della struttura organizzativa del Distretto ed all’elaborazione di iniziative di programmazione turistica integrata, in una piena condivisione di obiettivi al servizio della collettività salentina, in una cornice di sicurezza.

 

Continua a Leggere

Attualità

“Fazzi” e Università del Salento andranno a braccetto

Verso la trasformazione del Presidio ospedaliero in Azienda Ospedaliera integrata con l’Università del Salento. Il protocollo che verrà siglato permetterà al personale docente universitario di integrarsi con il personale ospedaliero garantendo la giusta sinergia tra assistenza, didattica e ricerca, nell’interesse congiunto della tutela della salute collettiva

Pubblicato

il

🔴 Segui il canale il Gallo 🗞 Live News su WhatsApp: clicca qui

Tutto pronto per la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa tra Regione Puglia e Università del Salento recante la disciplina dell’integrazione fra attività didattiche, assistenziali e di ricerca, che gradualmente porterà alla trasformazione del presidio ospedaliero V. Fazzi in Azienda Ospedaliera integrata con l’Università del Salento.

Lunedì 15 aprile, alle ore 12, nella sala conferenze (secondo piano) del DEA Vito Fazzi di Lecce,  il direttore generale della ASL Lecce, Stefano Rossi, ospiterà i firmatari, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e il rettore dell’Università del Salento, Fabio Pollice.

Il protocollo che verrà siglato permetterà al personale docente universitario di integrarsi con il personale ospedaliero garantendo la giusta sinergia tra assistenza, didattica e ricerca, nell’interesse congiunto della tutela della salute collettiva.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus