Connect with us

Soleto

A Soleto convegno di Alleanza Puglia sulla sicurezza sul lavoro

Pubblicato

il

“Il testo unico sulla sicurezza sul lavoro. Le novità introdotte da D. LGS. 106/09. Aspetti legislativi, adempimenti, nuovo sistema sanzionatorio” è il titolo del convegno organizzato dal coordinamento provinciale di Alleanza Puglia e che si terrà venerdì 27 novembre, a partire dalle 18, presso la Sala convegni San Vito, a Soleto.

Ad aprire i lavori sarà l’arch. Gianfranco Grecolini, responsabile provinciale delle politiche della sicurezza, mentre gli aspetti tecnici della nuova normativa saranno trattati da esperti del settore. Le conclusioni dei lavori saranno affidate, invece, al consigliere regionale e portavoce di Alleanza Puglia, Antonio Buccoliero. “Ad appena un mese dalla sua nascita ufficiale”, ha dichiarato Buccoliero, “il movimento politico regionale di Alleanza Puglia è già attivo e operativo su tutto il territorio per offrire momenti di incontro e di confronto su temi che sono di fondamentale importanza per le nostre comunità.

Dopo il primo convegno di Trepuzzi, in cui si è affrontato il delicato problema del rapporto tra banche e imprese, è la volta del comune di Soleto, dove si dibatterà del testo sulla sicurezza sul lavoro, spiegando e informando le novità introdotte dal Decreto Legislativo 106/09. Come è stato più volte sottolineato”, conclude Buccoliero, “Alleanza Puglia non vuole salire in cattedra, non vuole indottrinare e orientare, ma desidera partire da problemi reali, come appunto quello delicato della sicurezza sul lavoro, non solo per informare correttamente i cittadini sulle novità a livello legislativo, ma anche per aprire un confronto e un dibattito, che possono offrire opportunità di riflessione e di crescita, nell’ottica di una partecipazione politica che sia il più possibile ampia, responsabile e partecipata”.

Cronaca

Soleto, casa di riposo: un altro anziano non ce l’ha fatta

Salgono a quattro le vittime tra gli ospiti della Residenza RSA La Fontanella

Pubblicato

il

È arrivata, purtroppo, la notizia del quarto decesso tra gli anziani ospiti della nella RSA “La Fontanella” di Soleto rimasti contagiati dal Covid19.

La struttura, lo ricordiamo, ospitava 57 anziani e dopo l’ordinanza del sindaco Graziano Vantaggiato è gestita dall’Azienda Sanitaria Locale.

Proprio l’Asl ha fatto il punto della situazione comunicando il decesso di due persone la cui condizione di salute si è irrimediabilmente compromessa dopo il contagio da covid 19.

Gli ultimi due anziani deceduti in ordine di tempo sono una donna di Martano di 89 anni spirata ieri ed un uomo di Martignano di 91enne originario di Martignano, morto nel fine settimana.

Prima si erano già registrati il decesso della donna di 95 anni di  Serrano e quella di un altro uomo, di 87 anni, deceduto in ospedale dove era stato ricoverato.

I casi positivi che hanno a che fare con la RSA di Soleto ed accertati e ufficializzati della prefettura, sono, ad ora, 31 di cui 24 tra gli anziani ospiti (molti di loro sono asintomatici), e 7 tra gli operatori socio assistenziali.

Il numero dei contagiati, però, pare destinato a salire perché, come sottolineato dal sindaco di Soleto mancherebbero all’ancora i risultati dei i tamponi di tre giorni, quelli effettuati tra il 25 e il 27 marzo.

Continua a Leggere

Attualità

Boom di contagi in provincia di Lecce: 54!

Pesano i tamponi rimasti in sospeso nei giorni precedenti. Impennata dei contagi a Soleto che hanno superato quota 50, Gallipoli e Maglie. Primi positivi anche ad Otranto, San Donato di Lecce e Supersano

Pubblicato

il

Non volevamo essere cattivi profeti ma un po’ lo avevamo previsto ieri nel momento di dare la notizia che in provincia di Lecce non vi era stato alcun contagio.

Questo anche perché eravamo supportati dalle testimonianze di sindaci e addetti ai lavori che ci avevano confidato come vi fossero in ballo ancora molti tamponi in attesa di riscontro.

Infatti il bollettino epidemiologico di oggi recita: “La somma dei dati per provincia è superiore di 35 casi perché include le schede di ieri non ancora attribuite per provincia e che sono state nel frattempo assegnate”.

Quello di oggi resta comunque il numero più alto di contagi in provincia di Lecce dall’inizio della pandemia a conferma che non è ancora il tempo di mollare la presa e che, anzi, proprio ora dobbiamo stare attenti ad assumere comportamenti corretti in linea con le prescrizioni dei DPCM e del buon senso.

Altri tre Comuni salentini si aggiungono alla mappa del contagio: Supersano, San Donato di Lecce ed Otranto.

Come avevamo anticipato ieri si è impennato anche il numero di Soleto ormai tristemente nota per il focolaio della Residenza RSA “La Fontanella” dove ora i positivi sono oltre cinquanta; dalla mappa si evince come Gallipoli ora rientri tra i Comuni con un numero di contagiati compreso tra 11 e 20: altri quattro casi a Maglie, dove ora i positivi sono dieci.

Riassumendo il bollettino epidemiologico delle Regione Puglia diffuso oggi evidenzia che sono stati registrati 1.617 test per l’infezione Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 163 casi, così suddivisi:

 

76 nella provincia di Bari;

5 nella provincia Bat;

12 nella provincia di Brindisi;

28 nella provincia di Foggia;

54 nella provincia di Lecce;

22 nella provincia di Taranto;

un caso riguarda una persona residente fuori regione.

Sono stati registrati 5 decessi: 3 in provincia di Foggia (59, 93 e 75 anni), uno in provincia di Bari (62 anni) e uno in provincia di Lecce (87 anni).

Salgono a 32 i pazienti guariti.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 13.117 test.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.712, così divisi:

594 nella provincia di Bari;

103 nella provincia di Bat;

164 nella provincia di Brindisi;

405 nella provincia di Foggia;

293 nella provincia di Lecce;

121 nella provincia di Taranto;

19 attribuiti a residenti fuori regione;

Per 13 casi positivi è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

Continua a Leggere

Attualità

Soleto, 31 positivi alla RSA. Il sindaco: “Il mostro è arrivato dentro casa”

Alla Casa di Riposo “La Fontanella” 31 positivi su un totale di 83 persone; 24 di loro sono ancora all’interno della struttura; 2 anziani sono già deceduti e 5 sono ricoverati in ospedale

Pubblicato

il

Un video drammatico quello postato su facebook dal sindaco Graziano Vantaggiato, quasi un grido di dolore: 31 positivi nella Casa di Riposo “La Fontanella” su un totale di 83 persone. Ancora all’interno della struttura (commissariata e gestita dall’Asl) 24 ospiti psitivi al coronavirus. Due anziani, purtroppo sono già deceduti e 5 sono ricoverati in ospedale.

E, a quanto trapela,  mancherebbero ancora i risultati dei tamponi di 3 giorni…

Il mostro è arrivato dentro casa“, spiega sconfortato nel suo video il sindaco Vantaggiato, “ed è entrato con violenza e forza tale da mettere in ginocchio una realtà che era un’eccellenza della nostra comunità e che oggi si è trasformata in un inferno, per chi è all’interno, per i familiari, per chi ci lavorava”.

Il sindaco Vantaggiato pare sconfortato e non a caso nel suo discorso fanno capolino termini come inferno, angoscia, violenza e mostro.

Gepostet von Graziano Vantaggiato am Samstag, 28. März 2020

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus