Connect with us

Soleto

Pedopornografia on line: incontro a Soleto con AP

Pubblicato

il

Il tema delicato e scottante della pedopornografia on line sarà al centro del seminario organizzato dal Coordinamento provinciale di Alleanza Puglia – Movimento Femminile, che si terrà a Soleto venerdì 26 febbraio, alle 18, presso la sala convegni Porta San Vito. L’incontro, dal titolo “Pedopornografia on line. Prevenzione e aspetti legislativi”, vedrà la presenza, tra gli altri, del dott. Sandro De Blasi, della Polizia di Stato, autore del libro:”Politiche e azioni di contrasto alla pedopornografia on line”, e della prof.ssa Anna Maria Colaci dell’Università del Salento. A concludere i lavori sarà il consigliere regionale e portavoce di Alleanza Puglia, Antonio Buccoliero.

Cronaca

Mascherine non conformi: sequestro e denunce

Partendo da un annuncio sospetto sui social la tenenza della Guardia di Finanza di Tricase scopre frode nella vendita di dispositivi di protezione individuale. Sequestrate ad un’azienda di Soleto quasi 14mila mascherine prive dei requisiti di sicurezza: immesse sul mercato avrebbero generato un valore di circa 45mila euro 

Pubblicato

il

Proseguono incessantemente i controlli della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Lecce nei confronti degli operatori economici che, approfittando dell’attuale stato di emergenza sanitaria connessa alla diffusione del coronavirus, realizzano frodi nella vendita dei dispositivi di protezione individuale, a scapito degli operatori onesti e mettendo a rischio l’incolumità dei cittadini.

Nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle salentine hanno individuato una persona, residente nella provincia di Lecce, che pubblicizzava mediante social network, per conto di una ditta con sede a Soleto, ingenti quantitativi di mascherine con classe di filtraggio KN95, equiparata alla più nota tipologia FFP2.

Insospettiti dalla genuinità del certificato di conformità posto a corredo delle mascherine, i Finanzieri della Tenenza di Tricase hanno eseguito un’ispezione presso l’azienda salentina, all’interno della quale è stato individuato un locale adibito a vero e proprio deposito, in cui sono stati rinvenuti 11 colli contenenti complessivamente circa 14mila mascherine, importate dalla Cina, tutte irregolari perché prive dell’obbligatoria marcatura CE e del numero identificativo dell’Organismo deputato a certificare la loro conformità alle direttive europee.

Non solo: i dispositivi di protezione individuale erano corredati da un certificato di conformità falso, rilasciato da una società inglese non autorizzata dalla competente autorità governativa e, quindi, non in grado di assicurare la qualità del prodotto.

Le mascherine non conformi, sprovviste anche dell’autocertificazione da inviare all’INAIL per l’eventuale regolarizzazione, una volta immesse sul mercato avrebbero avuto un valore commerciale di circa 45mila euro e sarebbero state non sicure e potenzialmente pericolose per gli acquirenti.

Il titolare della ditta individuale e l’intermediario della vendita di D.P.I. sono stati entrambi denunciati a piede libero per il reato di “frode nell’esercizio del commercio” (previsto dall’art. 515 del codice penale) alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, che ha convalidato il sequestro.

L’attività di servizio eseguita conferma, dunque, l’efficacia del controllo economico del territorio garantito dalle Fiamme Gialle salentine anche in questo particolare e delicato momento, in cui è quanto mai necessario dare massima priorità alla tutela della sicurezza e della salute dei cittadini, che possono contare sempre anche sul numero di pubblica utilità “117” della Guardia di Finanza, attivo 24 ore su 24, per segnalare qualsiasi irregolarità economico-finanziaria legata all’emergenza sanitaria in atto.

Continua a Leggere

Cronaca

Rssa Soleto: deceduta anziana, le vittime ora sono 21

Si tratta di una donna di 82 anni di Spongano che era ricoverata nel reparto Covid dell’ospedale di Copertino. I familiari affidano l’incarico ai legali di fiducia per fare chiarezza sulla morte dell’anziana

Pubblicato

il

Si aggrava ancora il bilancio delle vittime tra gli ospiti della Rssa “LA Fontanella” di Soleto.

La ventunesima vittima è una donna di 82 anni di Spongano che era ricoverata nel reparto Covid dell’ospedale di Copertino.

I familiari che già avevano presentato un esposto quando la donna rimase contagiata all’interno della struttura sanitaria hanno dato incarico ai legali di procedere per fare chiarezza sulle circostanze della morte. Le condizioni di salute dell’anziana infatti non sarebbero mai state critiche e i tamponi a cui l’82enne era stata sottoposta avevano dato esiti diversi, l’ultimo effettuato in particolare era risultato negativo.

Gli avvocati della famiglia sponganese chiederanno alla Procura di procedere all’autopsia.

 

Continua a Leggere

Cronaca

Casa di Riposo di Soleto: ora le vittime sono 20

Deceduto Antonio Costantini, medico neurologo di 68 anni noto per la sua terapia con la vitamina B1 per i pazienti con il Parkinson

Pubblicato

il

Si aggrava il bilancio delle vittime tra gli ospiti della Rssa La Fontanella di Soleto.

La ventesima vittima era il dott. Antonio Costantini, aveva 68 anni ed era molto noto a Soleto, il suo paese.

Era un medico neurologo. Svolgeva la sua professione in provincia di Viterbo nel Lazio, ma da qualche tempo era stato costretto al ricovero nella Rssa soletana per colpa di un ictus.

Poi l’odissea comune a molti altri ospiti della struttura: tampone, positivo, ricovero al Dea di Lecce einfine, peggioramento del quadro clinico fino al decesso.

Il dott. Antonio Costantini

Il sindaco di Soleto Graziano Vantaggiato ha espresso il suo cordoglio con un post su facebook: “Brutta notizia per la nostra comunità, è venuto a mancare il dott. Antonio Costantini, medico, uomo di scienza e professionista stimato, innamorato del suo lavoro e della nostra Soleto”.

Lo avevo chiamato tempo fa”, ha ricordato Vantaggiato, “per complimentarmi delle sue grandi scoperte, pur non conoscendolo personalmente, ho trovato una persona eccezionale di una umiltà unica come solo i grandi sanno essere. La terra ti sia lieve Dott. Antonio, come mi avevi autorizzato a chiamarti”.

Il neurologo, era noto nell’ambiente per la sua terapia con alte dosi di vitamina B1 utilizzata nella cura di molti suoi pazienti con il morbo di Parkinson.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus