Connect with us

Andrano

I nuovi sindaci nel Salento

I risultati delle amministrative in tutti i Comuni del Salento chiamati alle urne

Pubblicato

il

Iniziato alle 14 lo spoglio per le elezioni comunali, arrivano i primi risultati.


Innanzitutto hanno raggiunto il quorum i candidati di Sternatia e Giuggianello che hanno fatto corsa in solitario: Massimo Manera a Sternatia ha ottenuto 1.253; Luca Benegiamo a Giuggianello 714 voti. Ovviamente entrambi avranno tutta l’assise comunale formata da 10 consiglieri a proprio favore.


Risultato finale anche a Tiggiano con Giacomo Cazzato “erede” dell’uscente Ippazio Morciano (segretario provinciale del Pd) che ha avuto la meglio sul rivale Ippazio Simone. Cazzato ha incassato 1.242 voti (65,16%) contro i 664 di Simone.


A Botrugno dopo 10 anni torna ad essere sindaco Silvano Macculi. Per lui 1.131 voti contro gli 881 di Nino De Mitri.


Maggioranza bulgara per Lorenzo Ricchiuti a Morciano di Leuca: Il candidato di “Avanti Uniti per Morciano” ha ottenuto 1.820 voti (93,72%) contro i 122 (6,28%) di Carmen Zichella.


C’è molta curiosità per il risultato di Parabita dopo i recenti avvenimenti ed il commissariamento per infiltrazioni mafiose. Confermata la vittoria di Stefano Prete così come era evidente già dallo spoglio delle prime schede elettorali. Il candidato di Agorà ha ottenuto 3.736 voti (78,11%) contro i 1.047 di Tiziano Laterza (Rinascita).


Giorno storico per Specchia che ha il suo primo sindaco donna: ha vinto Alessandra Martinucci a capo della lista “Fare” con 1.469 voti (45,42%); 1.133 per Emanuele Giangreco (35,03%); 632 (19,54%) per Francesco Biasco.


A Carpignano Salentino, Mario Bruno Caputo si prende la rivincita rispetto a 5 anni fa e spodesta l’uscente Paolo Fiorillo: il nuovo sindaco ha vinto per 26 preferenza: 1.307 voti (50,50%) contro i 1.281 del suo avversario.


Confermato a Miggiano: Michele Sperti è il nuovo sindaco, ha battuto Santo Marzano di appena 9 voti: 1.244 (50,18%) contro 1.235.


Martignano conferma l’uscente Luciano Aprile: il candidato di Insieme per Crescere è stato suffragato da 645 elettori (51,81%); 600 voti per Orazio Corianò (Martignano Futura).


A Lecce trionfo (al primo turno!) di Carlo Salvemini ed il centrosinistra unito: 26.909 voti per il 50,87% delle preferenze. Una vera debacle per i suoi avversari del centrodestra, la cui strategia di arrivare separati al primo turno non ha portato fortuna: Erio Congedo non è andato oltre il 33,10% (17.508 voti) e Adriana Poli Bortone si è fermata al 9,61% (5.084).


Definitivo il clamoroso ribaltone ad Andrano. Contro ogni previsione della vigilia ha vinto Salvatore Musarò (Unione Popolare) con 1.669 voti (52,52%) contro i 1.509 dell’uscente Mario Accoto.

A Palmariggi conferma per Franco Zezza con 647 voti (58,93%) contro i 451 di Anna Elisa Stifani.


Conferma anche a Supersano dove l’uscente Bruno Corrado ha ottenuto 1.389 voti (52,34%) contro i 1.265 di Lucia Brocca.


Risultato definitivo anche a Corsano dove  l’odontoiatra Biagio Raona torna a fare il sindaco. per il candidato della lista Corsano Futura 1.702 voti (49,87%). Paola Orlando (Bene Comune) ha preso 1.314 voti (38,50%), Ippazio Antonio Orlando (M5S) 350 (10,25%) e, infine, Luigi Russo che con la sua Alternativa Proletaria ha ottenuto 47 voti (1,38%)


Netta conferma per Lorenzo Antonio Donno a Muro Leccese: il candidato di Uniti per Muro ha sbaragliato la concorrenza con 2.403 voti (76%) contro i 651 di Laura Lubelli (Muro Città Futura) e i 108 di Antonio Russo (L’Altra Italia).


Conferma anche per Antonio Melcore, sindaco uscente di Cursi: ha ottenuto 1.565 voti (57,41%) contro i 1.161 dello sfidante Gino Chilla.


Ribaltone anche a Zollino dove il consigliere di opposizione uscente Edoardo Calò con Zollino per Tutti ha spodestato Pamè il gruppo che ha amministrato negli ultimi cinque anni: il nuovo sindaco ha ottenuto 745 voti (53,95%) contro i 636 di Francesco Ferente.


A Bagnolo del Salento trionfa Irene Chilla con 1.006 voti (75,02%) contro i 335 di Gaetano Giovanni Leone.


È Salvatore Fernando Puce il nuovo sindaco di Surano: il candidato di Ripartiamo Insieme ha ottenuto 619 voti (53,59%) contro i 536 di Francesco Rizzo (46,41%).


Quando tutto sembrava ormai perso nel corso dello spoglio, con una spettacolare rimonta Ettore Caroppo (L’Alveare) ha vinto al corsa a Minervino di Lecce ed è diventato (di nuovo) sindaco. Caroppo è stato suffragato da 974 elettori (37,90%) ed per 18 voti ha spodestato il sindaco uscente Fausto De Giuseppe (Insieme) che si è fermato a 956.  Per Angelo De Guglielmo (La Locomotiva), infine,  650 preferenze.


Tuglie conferma Massimo Stamerra e la lista Insieme con 1.909 voti (53,79%), contro i 1.641 di Alessandra Moscatello e della sua civica Bene Comune.


Quello di Soleto infine l’ultimo dato a ricevere i crismi dell’ufficialità: come anticipato viene riconfermato Graziano Vantaggiato (Per Soleto) con 2.429 voti ed il 65,42% che ha respinto l’attacco di Remo Cagnazzo (Insieme) fermatosi a 1.284.


Andrano

Andrano ripercorre la storia d’Italia dagli anni ’50 ad oggi

Con la rassegna Aldo Moro: la Storia d’Italia dalla Costituente, questa sera alle 19, presso l’Aula Consiliare del Castello Spinola-Caracciolo

Pubblicato

il

La rassegna Aldo Moro: la Storia d’Italia dalla Costituente ad oggi fa tappa ad Andrano
questa sera alle 19, presso l’Aula Consiliare del Castello Spinola-Caracciolo.

Un percorso, quello avviato dal Consiglio Regionale della Puglia – Sezione Biblioteca e
Comunicazione Istituzionale, rivolto ai Comuni, alle Associazioni Culturali e alle Biblioteche del
territorio pugliese, finalizzato a mantenere viva la memoria e a diffondere il pensiero del pugliese
Aldo Moro, approfondendo la Storia d’Italia dalla Costituente ad oggi. Infatti, verranno messi in
evidenza tutti gli eventi più rilevanti dagli anni ’50 ad oggi: sarà un momento per rafforzare così il
sentimento di appartenenza alla Nazione e per offrire chiavi di lettura critica degli avvenimenti
recenti alla luce di quello che la storia politica italiana ha insegnato nell’arco di tempo in
questione.

Dopo i Saluti Istituzionali del Sindaco di Andrano, Avv. Salvatore Musarò, e dell’intervento
dell’Avv. Loredana Capone, Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, farà una relazione l’On.
Gero Grassi, Deputato della XV-XVI-XVII Legislatura. Seguirà, poi, la proiezione del docu-film Aldo Moro: il Professore, tratto dall’omonimo libro di Giorgio Balzoni, giornalista e allievo di Aldo Moro, che interverrà al termine della proiezione.

“La grandezza di Aldo Moro sta nel suo insegnamento dinamico e sempre attuale: non esiste una politica che non cammini insieme all’approfondimento, non esiste l’arte del governo senza la capacità di ascolto e mediazione. Ciascuno di noi ha il compito di portare con sè, nel quotidiano, il segno del suo impegno. Da un lato, ascoltando tutte le voci, soprattutto nei momenti di difficoltà, e
cercando un compromesso che sia sempre al rialzo. Dall’altro, premiando lo studio, l’impegno e
l’approfondimento. Ringrazio l’On. Gero Grassi per la paziente opera di sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole dove il terreno è fertile e il futuro è a un passo. E ringrazio i Comuni che sono impegnati a portare avanti la memoria e a diffondere la conoscenza di questo straordinario statista, tra questi il Comune di Andrano, con il suo Sindaco Salvatore Musarò, che ha accolto l’iniziativa e tutta l’amministrazione comunale. Soprattutto ringrazio di cuore le cittadine e
i cittadini che parteciperanno”, ha dichiarato Loredana Capone, Presidente del Consiglio
Regionale della Puglia.

“Sarà un grande onore per la cittadinanza di Andrano ospitare un evento così denso di significato”, ha spiegato il sindaco di Andrano Salvatore Musarò, “sia perché si rifletterà su un grande Statista, sia perché si punteranno i riflettori su un arco temporale che ha cambiato le sorti
del nostro Paese. Ed è estremamente necessario conoscere il passato per saper agire in maniera corretta nel presente. Sono molto legato alla figura di Aldo Moro e credo che tutti i giovani debbano conoscere la sua vita e il suo autentico impegno politico e sociale per comprendere la sua grandezza e la sua statura morale. Per questo, oltre che ringraziare vivamente il Consiglio Regionale Pugliese per l’illustre iniziativa, nella persona dell’Avv. Loredana Capone, l’On. Gero Grassi per la sua
incessante opera di testimonianza e lo staff di Ci vediamo in Biblioteca per l’aiuto logistico all’evento, rivolgo un forte invito a partecipare a tutti, in particolar modo ai giovani della nostra Comunità”.

Continua a Leggere

Andrano

Ragazzo trovato senza vita a Castiglione d’Otranto

Esanime nel letto all’alba: aveva 27 anni

Pubblicato

il

Dramma a Castiglione d’Otranto. Questa mattina, nella frazione di Andrano, un ragazzo è stato trovato senza vita.

Si tratta di un giovane del posto di 27 anni. Al momento del rinvenimento, attorno alle 6 di stamani, era nel suo letto, esanime.

Vana la chiamata ai soccorsi: al loro arrivo, il ragazzo era già deceduto. Sul posto i carabinieri.

La salma è stata trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, su disposizione del pm in turno. Gli accertamenti di queste ore faranno luce sulle cause del decesso. Da chiarire se si sia trattato di un malore improvviso o se il ragazzo possa aver assunto delle sostanze: resta infatti ancora in piedi l’ipotesi suicidio.

Sempre in queste ore, nella marina di Novaglie i carabinieri hanno posto rimedio ad un tentativo di suicidio. Un uomo minacciava di togliersi la vita ma i militari lo hanno fatto desistere.

Lor. Z.

Continua a Leggere

Andrano

L’omaggio a Dante: la maratona si allarga

Alternanza nelle letture del Sommo Poeta: la provincia sposa l’iniziativa del Comune di Andrano

Pubblicato

il

La Provincia di Lecce rende omaggio a Dante in occasione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta.

Lo fa partecipando in modo corale alla Maratona Dantesca promossa dal Comune di Andrano, alla quale hanno aderito i Comuni insieme a tante Associazioni e moltissimi lettori.

La manifestazione prevede la lettura integrale di tutte le Opere dell’Alighieri in un percorso affascinante che si concluderà con la lettura dei Canti della Divina Commedia.

I lettori si alterneranno nella lettura delle Opere sabato 4 settembre. L’inizio della lettura della Divina Commedia è fissato per sabato 4 settembre alle ore 19,00.

Sarà il Comune di Lecce ad inaugurare la lettura del Poema quasi a sancire simbolicamente l’intima comunione della nostra terra con Dante attraverso la città rappresentativa del territorio.
La Maratona si concluderà in Castiglione d’Otranto nella Chiesa di San Michele Arcangelo con la lettura degli ultimi Canti del Paradiso.
“Ci è sembrato molto importante rivolgere ai Comuni della nostra Provincia l’invito ad aderire a tale iniziativa che rende omaggio a Dante. In lui riconosciamo il tratto fondativo dell’identità italiana e nello stesso tempo il genio che ha saputo condensare nei suoi versi il patrimonio civile e culturale italiano ed europeo. Attraverso Dante possiamo ritrovare le radici della conoscenza in ragione della sua opera che racchiude il sapere di un’epoca e costituisce un modello di ricerca intellettuale valido per il presente. Ringrazio i Sindaci, le Associazioni, i lettori, i tecnici, il Comitato per le Celebrazioni e quanti hanno collaborato a questo evento straordinario” dichiara Salvatore Musarò, Sindaco di Andrano.

Il Professor Marcello Aprile Presidente del Comitato per le Celebrazioni istituito dal Comune di Andrano afferma:
“Dante rappresenta il punto più alto della nostra letteratura proprio perché ha incarnato egli stesso il senso e il destino della nostra storia.
Il fascino che promana dalla sua opera dopo 7 secoli lo si ritrova nell’interesse di tanti che lo leggono, lo studiano, lo citano.
La Commedia può veramente definirsi un testo popolare nel senso più nobile del termine. Ecco dunque il valore di questa Maratona che ci restituisce nella sua grandezza il significato universale dell’opera di questo autore.”.

L’evento è reso possibile dalla partecipazione di numerose associazioni a partire dalla Compagnia teatrale ALIBI, la Pro Loco di Andrano, il Progetto Leggere tra due Mari che mette in rete numerose associazioni, la Pro Loco di Andrano, l’Associazione Icarus, la Pro Loco di Miggiano, l’Associazione Ciaula, L’Associazione Biblioidee di Taviano, L’Associazione Amici della Biblioteca di Tuglie, il Gruppo di Ci Vediamo in Biblioteca di Andrano.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus