Connect with us

Tiggiano

Una regina contro chi abbandona i rifiuti

Una campagna di comunicazione sull’ambiente promossa dalla BBP. Edoardo Winspeare regista ed il premio Oscar Helen Mirren attrice d’eccezione

Pubblicato

il

Il Premio Oscar Hellen Mirren è la protagonista di 4 nuovi spot contro l’abbandono dei rifiuti promosso dalla Banca Popolare Pugliese, girato dal regista di Depressa (Tricase) Edoardo Winspeare e anticipato dalle nostre colonne nel luglio scorso (CLICCA QUI).


Una campagna di comunicazione sull’ambiente che andrà sulle tv delle regioni del sud (Puglia, Basilicata, Campania, Abruzzo e Molise) e sarà pubblicato su molti siti online e sui social.


The Queen Helen Mirren si è prestata molto volentieri dalla “sua” Tiggiano a girare il video e prestare il suo volto e il suo nome a questa bella iniziativa.

L’attrice, da considerarsi ormai salentina, ha offerto del tutto gratuitamente la sua partecipazione straordinaria, sentendosi ambasciatrice nel mondo delle bellezze paesaggistiche del Salento.



Attualità

“La Tiggiano-Tricase è trafficata e pericolosa? C’è un bel piano B”

Riceviamo e pubblichiamo

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo una suggestione di Salvatore Alessio, nostro lettore da Tiggiano

“La sp81 è un’arteria che collega Tiggiano a Tricase, e viceversa: assai trafficata e pericolosa. Centinaia di persone ogni giorno attraversano quella strada con biciclette e a piedi. Spesso anche mamme con bambini. Mettendo a repentaglio la propria incolumità e quella degli altri. Da qui l’idea di sensibilizzare con un cartello stradale, un’antica strada Messapica, che congiungeva già i due paesi.
Vi consiglio di percorrerla. Ci si trova improvvisamente immersi nella natura. Tra muretti a secco, pajare e macchia mediterranea”.

Continua a Leggere

Attualità

Fondazione Pietro De Francesco: donazione per il progetto Scuola Smart

35 Chromebook all’Istituto Comprensivo Tiggiano-Corsano a due anni dalla scomparsa del fondatore di Dfv

Pubblicato

il

La Fondazione Pietro De Francesco E.T.S., presieduta da Tina De Francesco, a due anni esatti dalla scomparsa di colui che l’ha ispirata (18 gennaio 2020), ha scelto di onorare la sua
memoria dando il via al progetto Scuola Smart.

Il progetto Scuola Smart ha come obiettivo la
diffusione della cultura digitale e la promozione dell’utilizzo consapevole di strumenti di
comunicazione ed interazione tecnologica. Risponde al bisogno sempre più stringente di
diffondere la cultura digitale sul territorio facendo perno sulla partecipazione attiva della popolazione scolastica.

La donazione

La Fondazione ha scelto di donare all’Istituto comprensivo “B. Antonazzo” di Corsano – Tiggiano, 35 dispositivi Chromebook, con licenza Chrome Education Upgrade e un corso di formazione per docenti. La fondazione si è affidata per la donazione a C2 Group, partner di
Google for Education per l’Italia e leader nel settore dell’Education.

Si procederà, preliminarmente, con l’erogazione di un corso di formazione certificata a
favore del personale docente (30 professori).

Successivamente verranno introdotti i
dispositivi Chromebook Acer a supporto dell’attività didattica della classe pilota.

Perché nessuno rimanga indietro. L’analisi

Le competenze digitali sono sempre più strategiche nei processi di sviluppo territoriale. Già nel 2006, sono state inserite nella raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio Europeo tra le 8 competenze chiave per l’apprendimento permanente, in quanto ritenute essenziali per la realizzazione e lo sviluppo personale, la cittadinanza attiva, l’inclusione
sociale e l’occupazione. Dal 2014, la Commissione Europea monitora annualmente i progressi raggiunti in tale ambito dagli stati membri. Uno degli ultimi rapporti lascia emergere che la metà dei cittadini italiani non dispone di competenze digitali di base.

Questa analisi richiede quindi all’Italia ulteriori sforzi per progredire verso gli obiettivi fissati
per il 2030 dal Decennio digitale europeo, dove le competenze rappresentano uno dei quattro punti cardinali della bussola digitale. Per il Decennio digitale europeo, la sfida è che almeno l’80% della popolazione abbia competenze digitali di base.

Come sottolineato dalla stessa Commissione Europea, infatti, “man mano che gli strumenti digitali diventano parte integrante della vita quotidiana e della partecipazione alla società, le persone prive di competenze digitali adeguate rischiano di rimanere indietro”.

Un progetto esclusivo

Il Progetto Scuola Smart parte dal Basso Salento e risponde all’appello dell’Unione Europea e
alle esigenze del futuro.

A tal fine, la Fondazione ha scelto di contribuire promuovendo la piattaforma Google for Education, il Chromebook come dispositivo e la formazione del personale docente offrendo
così una soluzione didattica completa che ha raggiunto la sua massima diffusione in questi
ultimi anni. La scuola con questo progetto ha l’obiettivo inoltre di raggiungere la certificazione come Google Reference School. In Italia ad oggi sono solo 13 le scuole che hanno questa certificazione.

La Persona e l’imprenditore: Pietro De Francesco

Pietro De Francesco è stato fondatore di Dfv, impresa leader nel settore della verniciatura di
estrusi e laminati in alluminio per uso architettonico e industriale con sede principale a
Surano e altri stabilimenti in Italia e nel mondo. Un uomo concreto e lungimirante che ha
lasciato un segno indelebile sul territorio e nelle persone che lo hanno conosciuto.

Continua a Leggere

Cronaca

Auto ribaltata sulla litoranea: conducente estratta dai vigili del fuoco

L’incidente in mattinata tra le marine di Tricase e Tiggiano: protagonista una donna del posto

Pubblicato

il

di Lorenzo Zito

Forse una distrazione o un ostacolo improvviso ed una Panda, stamattina, ha finito per ribaltarsi lungo la litoranea adriatica del Capo di Leuca.

L’incidente è avvenuto poco prima delle 10 nel tratto di litorale tra Marina Serra (Tricase) e Torre Nasparo (Tiggiano).

Alla guida dell’auto una donna di Tricase, da sola in macchina, soccorsa dai vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase e 118.

La malcapitata infatti era rimasta bloccata all’intero dell’abitacolo, con la portiera lato guida adagiata sull’asfalto. I pompieri si sono introdotti nella vettura dal cofano posteriore ed hanno permesso alla donna di uscire, per consegnarla alle cure del personale sanitario.

Fortunatamente le conseguenze patite dalla conducente non sarebbero gravi: solo un grande spavento. Al momento ignote le cause del sinistro. Sul posto anche i carabinieri della locale Compagnia.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus