Connect with us

Tricase

A Tricase la Commissione Pari Opportunità

Pubblicato

il

E’ la prima volta a Tricase. “Era un precipuo obiettivo dell’Assessorato che rappresento”, ha spiegato l’assessore Nunzio Dell’Abate, “pervenire all’istituzione di questa Commissione composta di sole donne e tale obiettivo non poteva essere suggellato in un giorno migliore, quello dell’8 marzo scorso, coincidenza che auspico sia foriera di attività, per il bene di tutte le donne della nostra comunità”. Su come è nata, l’Assessore tricasino aggiunge che “dopo le ultime elezioni amministrative, le donne elette in Consiglio Comunale sono state sole due: Tina Ciardo e Maria Assunta Panico. In base al vecchio Regolamento, qualora fosse stata nominata o eletta la Commissione Comunale per la Pari Opportunità, avremmo avuto un organismo a stragrande maggioranza maschile e non femminile; ciò naturalmente non era praticabile e bisognava trovare una soluzione”. La modifica dell’articolo 28 del Regolamento del Consiglio Comunale, fortemente voluta da Dell’Abate, ha risolto l’empasse. Infatti, tale modifica consente la possibilità, nel caso in cui non vi sia la presenza in seno al Consiglio di almeno 3/5 di componenti femminili, di ricorrere alla elezione di una Commissione Cittadina per le Pari Opportunità, costituita da 7 componenti donne esterne scelte tra cittadine segnalate da associazioni, gruppi, organizzazioni sindacali, culturali, del volontariato, della cooperazione, operanti sul territorio comunale e tra le cittadine che ne fanno richiesta e, comunque, dai Consiglieri Comunali di sesso femminile in carica.

Appuntamenti

Note Divine – Wine & Music Festival a Tricase

Da 16 al 23 luglio. Il sindaco De Donno: “Come per altri ambiti culturali, Tricase protagonista con sue iniziative”.

Pubblicato

il

Otto serate fra wine & music: tutto pronto per la prima edizione di Note Divine, il Wine & Music Festival, nato dalla partnership fra Bari in Jazz – Festival Metropolitano, Associazione Abusuan – Centro Interculturale e Città di Tricase.

«Così come per altri ambiti culturali, abbiamo lavorato per far sì che Tricase avesse un suo festival. Durante le otto serate, la world music sarà la protagonista indiscussa» ha commentato il sindaco Antonio De Donno, secondo cui «i luoghi di Tricase saranno animati dalla musica e dai cittadini».

Nel dettaglio, inaugurazione prevista sabato 16 luglio, alle ore 21 in Piazza Pisanelli, con l’esibizione del gruppo musicale AYOM: un viaggio sulle rotte della diaspora africana dalle coste dell’Atlantico a quelle del Mar Mediterraneo.

Domenica 17 luglio, tappa presso la Chiesa della Madonna di Costantinopoli (Chiesa dei Diavoli), per il concerto del duo chitarristico Rocco Mastrolia e Rocco Buttazzo – The Freehands.

Il giorno dopo (lunedì 18), sempre presso la Chiesa della Madonna di Costantinopoli, il maestro Roberto Esposito si esibirà con il progetto I Mari della Luna.

Saranno Luigi Spira e Max Nocco ad animare la serata di martedì 19 luglio: in Piazza Pisanelli, con Bass & Dj Vinyl Set, mercatino della Musica e del Vintage.

Le serate del 20 e 21 luglio saranno dedicate alla cultura musicale: mercoledì 20, nell’Atrio di Palazzo Gallone, incontro con il musicologo Stefano Zenni, intitolata “Black Atlantic – La Musica Afroamericana dalle Colonie al Rap”; metre il giorno successivo, presso la Biblioteca comunale, serata dedicata alla proiezione di pellicole di film che hanno fatto la storia in ambito musicale.

Note Divine si concluderà il 22 e il 23 luglio in Piazzetta Sant’Angelo con i concerti di Joscho Stephan Trio e di Omar Sosa, Seckou Keita e Gustavo Ovalles con il progetto musicale SUBA.

Continua a Leggere

Attualità

Potenziate le linee secondarie di SalentoinBus 2022

Le località interessate: Acquarica-Presicce, Morciano, Salve, verso Torre Vado -Pescoluse; Tricase, verso Tricase porto – Marina Serra; Uggiano, verso Otranto – Torre dell’Orso; Specchia, verso Tricase porto – Marina Serra – Santa Maria di Leuca; Monteroni, verso Porto Cesareo; Campi Salentina e Novoli, verso Porto Cesareo

Pubblicato

il

Estate 2022 con SalentoinBus: potenziate le linee secondarie del servizio di trasporto pubblico estivo ideato e organizzato dalla Provincia di Lecce, grazie al quale residenti e turisti hanno a disposizione per spostarsi in tutto il territorio provinciale 13 linee principali di collegamento tra Lecce, l’entroterra e le località costiere, integrate da altre 15 linee secondarie.

Proprio a questi percorsi secondari, l’Amministrazione Minerva ha scelto quest’anno di riservare maggiore attenzione, in ragione delle necessità emerse nella scorsa edizione del servizio.

Alcuni percorsi sono stati estesi e in alcuni casi è stato incrementato il numero delle corse, al fine di garantire una migliore integrazione con le linee principali.

In particolare, di seguito, l’elenco delle Linee secondarie oggetto di potenziamento, con le località interessate

Incremento corse e prolungamento percorso:

Linea 01. Sud SalentoPresicce-Acquarica, Morciano, Salve, verso Torre Vado -Pescoluse

Linea 40. Tricase, verso Tricase Porto – Marina Serra (Clicca qui per sapere tutto su TricaseinBus)

Linee 62-77. Uggiano, verso Otranto – Torre dell’Orso.

Incremento corse

Linea 40. Specchia, verso Tricase Porto – Marina Serra – Santa Maria di Leuca.

Linea 90. Monteroni, verso Porto Cesareo.

-Prolungamento percorso

Linea 98. Campi Salentina e Novoli, verso Porto Cesareo.

Continua a Leggere

Attualità

Tricase in bus, le perlessità del Cantiere Civico

Dura nota a firma dei Consiglieri comunali Zocco, Errico ed Elia: «Fine servizio alle 18,30 e nessuna corsa nelle ore serali e notturne; costi solo a carico dei cittadini e scelte tecniche discutibili»

Pubblicato

il

Lascia l’auto e goditi l’estate è il nuovo servizio di trasporto estivo promosso dal Comune di Tricase per collegare capoluogo, frazioni e marine.

Un progetto di mobilità pubblica voluto dall’amministrazione, in ottica di potenziamento dei servizi turistici del territorio.

L’annuncio ha suscitato reazioni diverse con molti plausi ma anche qualche naso storto.

Come quello dei consiglieri comunali del Cantiere civico: «Il tono troppo trionfalistico per il servizio estivo di trasporto pubblico verso le marine ci lascia perplessi», fanno sapere con una loro nota Carmine Zocco, Gianluca Errico e Giacomo Elia: «“Lascia l’auto e goditi l’estate”, recita lo slogan accattivante ribadito su tutti i media. Ma l’invito è per tutto il giorno? No, la durata delle corse è fino alle 18,30. Questo è il primo limite. Nessuna corsa prevista per le ore serali e notturne, come se le Marine dovessero essere solo meta diurna».

Altro punto sollevato dal Cantiere civico quello relativo ai costi. «Quanto investe l’amministrazione Comunale per un servizio che mira a fornire ai propri concittadini la salutare possibilità di svago della balneazione, cercando di attenuare lo stress del traffico, della mancanza di parcheggi e le emissioni inquinanti? Niente, neanche un euro. E non può essere certo usata come causa la mancanza di liquidità. Il Bilancio Consuntivo approvato il 22 giugno presenta, infatti, un avanzo di cassa (cioè di fondi da utilizzare) di quasi 2 milioni di euro.  Il servizio sarà, quindi, a totale carico dei cittadini che ne usufruiscono con il costo di 1,10 per ogni corsa singola. Facciamo un calcolo semplice: una famiglia di 4 persone per andare a al mare dovrebbe spendere 8,80 al giorno, circa 250 euro per un mese. Difficilmente sopportabile per chi sente i morsi della crisi e dell’aumento galoppante dei prezzi dei Beni di prima necessità».

Sottolineato che «il servizio di trasporto verso le marine non è una novità per il nostro Comune», dal Cantiere rimarcano che «in altri anni il medesimo servizio era gratuito». E chiedono: «Era proprio impossibile confermare questa modalità e potenziarla con la previsione anche di corse serali?».

Secondo i consiglieri di opposizione «era una scelta che si poteva compiere, considerando il servizio come spesa sociale per i valori che intende promuovere».

Nella nota poi si punta il dito su quelle che secondo il Cantiere sarebbero «altre scelte tecniche molto discutibili: la fermata di Marina Serra è al Santuario, a quasi 2 km dal mare. Inoltre, è noto che molti turisti giungono nel Salento senza mezzo proprio. Non sarebbe stato opportuno, quindi, pensare a una fermata presso la stazione ferroviaria?».

Dal Cantiere Civico si chiede quindi di «correggere la rotta. Di potenziare il servizio, ripristinando le corse serali fino a dopo la mezzanotte con mezzi più piccoli. E soprattutto alleggerire i costi per gli utenti. Si dovrebbe dimezzare il costo del biglietto per i cittadini e la restante parte dovrebbe essere corrisposta alla ditta dall’amministrazione in rapporto al numero dei fruitori».

«Questo servizio tanto declamato», l’affondo finale, «è l’emblema di un’estate affrontata senza una programmazione efficace e tempestiva.  Sono carenti i servizi di cura e manutenzione del territorio, essenziali per i nostri concittadini e per una decorosa accoglienza a turisti e visitatori. Affinché ai loro occhi non balzi il contrasto tra le bellezze architettoniche e ambientali del nostro territorio e l’incuria che emerge dalla mancanza dei servizi. In Consiglio Comunale abbiamo sollecitato iniziative rapide per migliorare la qualità delle proposte per l’estate e permettere l’accesso alla balneazione per le persone diversamente abili. Abbiamo avuto risposte evasive, in linea con l’impostazione approssimativa elaborata dal Sindaco e dalla Giunta. Risposte che rivelano un’idea di città buona per realizzare qualche spot, ma non sostenuta da un progetto integrato e una visione prospettica lungimirante».

Tanti temi in ballo, tante situazioni aperte e su cui eventualmente discutere e che potrebbero “scaldare” ulteriormente un inizio estate già di per sé torrido.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus