Connect with us

Attualità

Mille offerte di lavoro

Quarto Report Arpal 2024: 998 lavoratori ricercati, 100 corsi gratuiti in dattilografia e un Recruiting Day a Maglie

Pubblicato

il

Cento corsi gratuiti di addestramento professionale di dattilografia, con relativa certificazione riconosciuta dal MIUR.


È stato pubblicato l’avviso pubblico che permetterà a 100 disoccupati di accedere ai coupon donati alla U.O. Coordinamento Servizi per l’Impiego Ambito di Lecce da Infinity Foundation, ente di formazione accreditato alla Regione Puglia.


Possono partecipare alla procedura disoccupati e iscritti negli elenchi anagrafici di uno dei dieci Centri per l’Impiego dell’Ambito Territoriale di Lecce.


Il corso fornisce l’abilità di digitare alla velocità di dettatura, con precisione, e senza guardare la tastiera.


Ha durata di 200 ore, è integralmente disponibile online e prevede il rilascio di un Attestato di Addestramento professionale, che ha la validità di un punto nella tabella dei titoli valutabili per le graduatorie del personale ATAAssistente Amministrativo.


Inoltre è richiesto in vari concorsi pubblici ed è utile per chiunque voglia migliorare la propria capacità di scrittura veloce con la tastiera ed essere più competitivo sul mercato del lavoro.


Ai primi 100 candidati (e fino ad esaurimento del monte corsi preso in carico) sarà assegnato un coupon individuale, contenente le istruzioni relative alle modalità di erogazione dello stesso.


Per accedere al beneficio il richiedente potrà presentare apposita domanda dal 4 marzo al 13 marzo esclusivamente a mezzo di Posta Elettronica Certificata al seguente indirizzo pec: coordinamento.lecce@pec.rupar.puglia.it, riportando nell’oggetto della pec la dicitura “Domanda di partecipazione Corso di Dattilografia – Nome e cognome dell’interessato”.


L’istruttoria delle domande avverrà secondo l’ordine cronologico di presentazione delle stesse e fino ad esaurimento dei 100 corsi messi a disposizione dall’Ente promotore dell’iniziativa. Nell’eventualità in cui non dovessero pervenire candidature sufficienti entro i termini concessi per la presentazione delle domande, si procederà alla proroga dei termini con apposito avviso.


Avviso pubblico e modulistica allegata possono essere scaricate cliccando qui


Inoltre prosegue l’attività di incrocio domanda-offerta tramite appuntamenti e colloqui diretti con le aziende: un nuovo Recruiting Day è in programma martedì 6 febbraio, dalle 14 alle 17, nel Centro per l’impiego di Maglie. Previsti colloqui di lavoro con gli operatori Arpal Puglia e i recruiter di Manpower per la selezione di: un operatore CNC, due addetti al montaggio di componenti meccanici, un meccanico motorista trattorista, cinque saldatori, un ingegnere strutturista, un manutentore elettromeccanico.


Per info: 0832373448, cpi.maglie@regione.puglia.it.



Le posizioni oggetto del Recruiting si trovano nel quarto Report delle offerte di lavoro che conta in totale 329 annunci, con 998 posti disponibili in tutta la provincia.

In cima il settore turistico, con 251 posizioni aperte, e il settore edile, con 285 lavoratori ricercati.


Il conteggio prosegue con 61 posizioni nel settore amministrativo e informatico; 5 in quello pedagogico; 20 nelle telecomunicazioni; 56 nella sanità privata e assistenza alla persona, mentre 3 riguardano il comparto bellezza e benessere.


Nell’agricoltura e settore ambiente si ricercano 41 lavoratori; 8 nel tessile-abbigliamento-calzaturiero; 37 nel commercio; 4 nell’industria del legno; 32 nel comparto industria e metalmeccanico; 80 in quello delle pulizie; 35 nei trasporti e riparazione veicoli.


Si segnala, inoltre, un numero considerevole di opportunità di lavoro all’estero, diffuse attraverso la rete europea dei servizi per l’impiego Eures, offrendo prospettive internazionali per chi desidera intraprendere nuove sfide professionali.


Due annunci, poi, sono destinati esclusivamente a persone con disabilità e quattro a persone iscritte alle cosiddette “Categorie protette”.


Infine, quattro annunci riguardano procedure di selezione finalizzate al reperimento di personale per la pubblica amministrazione, in base all’articolo 16 della Legge n.56/87, che regola le modalità di assunzione per lavori, sia a tempo determinato sia indeterminato, per i quali è previsto il solo requisito di istruzione della scuola dell’obbligo.


Tra gli avvisi, anche quello molto atteso del Ministero dell’Interno, per l’assunzione, a tempo pieno e indeterminato, di complessive dodici unità lavorative a livello regionale con qualifica di “Operatore” nel ruolo degli Operatori e degli Assistenti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.


Ulteriori due procedure riguardano il Comune di Casarano e una il Comune di Corsano.


Le offerte, parimenti rivolte ad entrambi i sessi, sono pubblicate quotidianamente sul portale lavoroperte.regione.puglia.it e sono diffuse anche sulla pagina Facebook “Centri Impiego Lecce e Provincia”, sul portale Sintesi Lecce e sui profili Google di ogni centro per l’impiego.


Le candidature possono essere trasmesse tramite Spid, via mail o direttamente allo sportello presso gli uffici, aperti dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 11,30, il martedì anche nel pomeriggio dalle 15 alle 16,30 e il giovedì pomeriggio su appuntamento.


PER LEGGERE NELLA SUA VERISONE INTEGRALE IL 4° REPORT ARPAL 2024 CLICCA QUI



Attualità

Nuova vita ai rifiuti da costruzione e demolizione

End of waste: all’incontro ANCE Puglia il vice ministro Gava: «Decreto frutto di un incredibile lavoro a più mani, condotto ascoltando gli stakeholders e monitorando gli effetti sul campo»

Pubblicato

il

🔴 Segui il canale il Gallo 🗞 Live News su WhatsApp: clicca qui

Gli scarti del settore edile da rifiuti a risorse: è questo l’obiettivo a cui tende il decreto End of Waste che disciplinerà la gestione e il recupero dei rifiuti inerti derivanti da costruzione e demolizione.

Il tema è stato al centro dell’incontro “Dalla nuova disciplina per i materiali da scavo al regolamento End of Waste per i rifiuti da costruzione e demolizione”, promosso da ANCE Puglia e con la partecipazione del vice ministro all’Ambiente Vannia Gava.

Al centro del dibattito l’imminente firma sul decreto End of Waste inerti che disciplinerà la gestione e il recupero dei rifiuti inerti derivanti da costruzione e demolizione o di origine minerale per rimetterli sul mercato e ampliarne gli ambiti di reimpiego. In particolare, l’aggregato ottenuto da specifici processi di recupero potrà essere utilizzato per numerose attività edili, tra cui riempimenti e colmate, opere in terra dell’ingegneria civile, miscele bituminose e sottofondi stradali, ferroviari, aeroportuali e di piazzali civili ed industriali, confezionamento di calcestruzzi e produzione di cemento.

«Il MASE ha cambiato approccio e visione: non più il ministero che blocca ma quello che condivide e aiuta le imprese a mettere a terra gli investimenti», ha dichiarato il vice ministro Gava e, a conferma della costante collaborazione con gli operatori del settore, ha spiegato che «quello portato avanti sul decreto end of waste inerti è il frutto di questo lavoro incredibile a più mani, condotto ascoltando gli stakeholders e monitorandone gli effetti sul campo per rimuovere le criticità. Siamo pronti alla firma di un documento che porta con sé grandissimi miglioramenti, che semplifica e allarga le maglie del riutilizzo, riducendo la discarica e promuovendo il recupero di materiale e l’economia circolare»

Il vice ministro ha anche annunciato che il Ministero sta predisponendo un decreto di semplificazione in materia ambientale.

Il presidente di ANCE Puglia Gerardo Biancofiore ha ricordato «l’importanza dell’iniziativa che ribadisce la proficua collaborazione tra pubblico e privato. Occorre massimizzare il recupero dei materiali di scarto edile e promuoverne il riutilizzo, riducendo il conferimento in discarica con l’obiettivo di avere cantieri sempre più sostenibili. Il settore delle costruzioni deve fare la sua parte nell’ambito della transizione ecologica che si sta intraprendendo».

Dopo le tappe di Roma e Pordenone, la tappa pugliese è stata la terza di un tour e ha visto gli interventi anche del Capo Dipartimento sviluppo sostenibile del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Laura D’Aprile, del Componente della Commissione interministeriale per la revisione della normativa ambientale e del gruppo di lavoro End of Waste Daniele Carissimi, e del Capo Dipartimento unità di missione PNRR Fabrizio Penna. Ad accogliere i rappresentanti istituzionali, il presidente di ANCE Puglia Gerardo Biancofiore e il vice presidente ANCE con delega ai Rapporti Interni Domenico De Bartolomeo.

Da sinistra: Gerardo Biancofiore, presidente ANCE Puglia; Vannia Gava, vice ministro MASE; Domenico De Bartolomeo, vice presidente ANCE

Continua a Leggere

Attualità

Distretto Turistico del Salento, istituzioni al lavoro

Incontro in Prefettura: condivisa l’esigenza di implementare le sinergie interistituzionali per riqualificare e rilanciare l’offerta turistica, accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori, migliorare l’efficienza nell’organizzazione e nella produzione di servizi

Pubblicato

il

🔴 Segui il canale il Gallo 🗞 Live News su WhatsApp: clicca qui

In mattinata, il Prefetto Luca Rotondi ha tenuto un incontro, alla presenza dell’assessore al turismo della Regione Puglia Gianfranco Lopane e del presidente della Provincia Stefano Minerva, al fine di valutare le iniziative da porre in essere in fase attuativa del progetto del “Distretto Turistico del Salento”.

Nel corso dell’incontro, è stata condivisa l’esigenza di implementare le sinergie interistituzionali tra le parti coinvolte, nell’ottica di riqualificare e rilanciare l’offerta turistica, accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori che ne fanno parte, nonché migliorare l’efficienza nell’organizzazione e nella produzione dei servizi.

Tutto questo, tenuto conto dell’esigenza di coordinare la programmazione degli eventi sul territorio, mettendo a sistema le buone prassi nell’applicazione della disciplina di regolamentazione degli esercizi commerciali.

Ciò, nell’ottica di favorire un sempre maggiore rilancio economico del territorio provinciale.

I presenti hanno quindi concordato di programmare futuri incontri, allargati alla partecipazione della Camera di Commercio e delle associazioni datoriali maggiormente rappresentative del settore turistico, ai fini della valutazione dei futuri passi propedeutici alla costruzione della struttura organizzativa del Distretto ed all’elaborazione di iniziative di programmazione turistica integrata, in una piena condivisione di obiettivi al servizio della collettività salentina, in una cornice di sicurezza.

 

Continua a Leggere

Attualità

“Fazzi” e Università del Salento andranno a braccetto

Verso la trasformazione del Presidio ospedaliero in Azienda Ospedaliera integrata con l’Università del Salento. Il protocollo che verrà siglato permetterà al personale docente universitario di integrarsi con il personale ospedaliero garantendo la giusta sinergia tra assistenza, didattica e ricerca, nell’interesse congiunto della tutela della salute collettiva

Pubblicato

il

🔴 Segui il canale il Gallo 🗞 Live News su WhatsApp: clicca qui

Tutto pronto per la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa tra Regione Puglia e Università del Salento recante la disciplina dell’integrazione fra attività didattiche, assistenziali e di ricerca, che gradualmente porterà alla trasformazione del presidio ospedaliero V. Fazzi in Azienda Ospedaliera integrata con l’Università del Salento.

Lunedì 15 aprile, alle ore 12, nella sala conferenze (secondo piano) del DEA Vito Fazzi di Lecce,  il direttore generale della ASL Lecce, Stefano Rossi, ospiterà i firmatari, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e il rettore dell’Università del Salento, Fabio Pollice.

Il protocollo che verrà siglato permetterà al personale docente universitario di integrarsi con il personale ospedaliero garantendo la giusta sinergia tra assistenza, didattica e ricerca, nell’interesse congiunto della tutela della salute collettiva.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus