Connect with us

Alessano

SS 275, arriva la diffida: “Cantierizzate o parte azione giudiziaria”

«Dopo quasi trent’anni di stop, rinvii e rimpalli gestionali che hanno minato lo sviluppo economico e sociale di un intero territorio, siamo ancora impantanati nella fitta rete della burocrazia. La 275 è un’opera prioritaria e strategica…”

Pubblicato

il

20 sigle tra associazioni di categoria, sindacati e ordini professionali costituitosi nel Comitato pro Strada Statale 275, diffidano il Ministero della Transizione Ecologica e la Commissione Speciale Via, affinché «Siano poste in essere tutte le iniziative necessarie alla definizione dell’iter e alla cantierizzazione dell’opera oppure avvieremo un’azione giudiziaria finalizzata anche al risarciment; l’atto istruito dagli avvocati Pietro Quinto e Federico Massa è stato indirizzato anche a Anas Regione Puglia (che cofinanzia l’opera da 370 milioni di euro) e Provincia di Lecce.


«Dopo quasi trent’anni di stop, rinvii e rimpalli gestionali che hanno minato lo sviluppo economico e sociale di un intero territorio, siamo ancora impantanati nella fitta rete della burocrazia. La 275 è un’opera prioritaria e strategica per la crescita della Puglia e del Salento e, pertanto, è necessario che la commissione speciale Via esprima il parere sulla verifica di congruità del progetto e sull’attuale contesto ambientale, in quanto condizione necessaria per la chiusura del procedimento autorizzativo. Il mondo economico compatto, ancora una volta, combatte per questa strada di progresso e sviluppo», afferma il Comitato guidato da Ance.


Quanto anticipato da Quotidiano sabato scorso ha, dunque, avuto seguito. L’iniziativa adottata era stata vagliata – anche dai sindaci – a fine di gennaio. Preso atto dell’ulteriore ritardo accumulato dalla commissione Via, ieri mattina, all’esito di una videoconferenza, l’associazione dei costruttori presieduta da Giampiero Rizzo, il commissario della Camera di commercio, Enzo Benisi, i segretari generali di FilleaCgil, FilcaCisl e FeneralUil, rispettivamente, Simona Cancelli, Donato Congedo e Paola Esposito, e gli avvocati Quinto e Massa hanno deciso di agire. E oggi motiveranno la scelta con una videoconferenza. La commissione Via (insediatasi a maggio 2020) ha il compito valutare se le modifiche apportate da Anas al progetto definitivo del primo lotto approvato a novembre 2017 (Maglie-Zona industriale di Tricase) siano aderenti o meno alla Via rilasciata nel 2008 con riferimento al progetto originario. Nel caso in cui tali modifiche fossero ritenute sostanziali, la Commissione sottoporrebbe il progetto a una nuova Valutazione d’impatto ambientale (Via) ma solo con riferimento alle porzioni di tracciato da modificare. In caso contrario, il progetto approverebbe e, validato anche da Mibact e Regione, il progetto approderebbe al Cipe, prima di essere redatto (e completato in ordine alle prescrizioni ricevute) in versione esecutiva e poi posto a gara.

Se ne discuterà il 26 marzo


E mentre il Comitato pro 275 agisce, a dieci mesi dall’insediamento, anche la commissione Via ha deciso di darsi una mossa e calendarizzare la discussione sulla 275 a fine mese. E’ nota del deputato salentino del M5S, Diego De Lorenzis: «Se ne discuterà il 26 marzo. Ma trattandosi di una verifica di ottemperanza non se ne occuperà la commissione Via, bensì la sottocommissione». La conferma arriva dal sottosegretario alle Infrastrutture e alla mobilità sostenibile, Giancarlo Cancelleri: «Sul primo lotto ora l’iter è in discesa. Mi occuperò personalmente del suo seguito affinché si arrivi in tempi brevi all’appalto integrato e all’aggiudicazione definitiva. È già all’attenzione del ministro Giovannini la sottoscrizione dell’aggiornamento 2020/2021 del contratto di programma tra il Mims e Anas, in modo da consentire alla società la prosecuzione del procedimento di progettazione per il secondo lotto (Zona industriale-Tricase Leuca). Adesso dovremo seguire l’iter affinchè i 124 milioni di euro per il completamento della Statale da Tricase a Gagliano del Capo, già riservati dal Ministero, siano messi al più presto nelle disponibilità di Anas per il completamento attraverso il contratto».


Alessano

Strade da rifare: ecco quanto arriva ad ognuno dei Comuni

Cento milioni per le strade pugliesi. L’ammontare del finanziamento paese per paese. Ogni Comune riceverà il contributo calcolato sulla base di due criteri: il 55% sulla base della popolazione residente; il 45% sulla base dell’estensione territoriale

Pubblicato

il

Si è spesso discusso della difficoltà (eufemismo) dei Comuni a riassestare le disastrate vie dei nostri paesi per l’assenza totale di finanziamenti dedicati dopo lo stop al contributo statale.

Ora la svolta perché parlare di vie disastrose sarà anche poco… intellettuale ma è esattamente ciò in cui ci imbattiamo ogni santo giorno.

È notizia di questi giorni che la Regione Puglia, ha stanziato 100 milioni di euro da distribuire ai Comuni pugliesi con un contributo a fondo perduto.

Con quei soldi si punta a rendere più sicure le strade (almeno una parte di loro) martoriate da buche di ogni forma e dimensione, spesso anche causa di incidenti e molte volte di cadute e infortuni delle persone, con ulteriore dolore e indubbio danno ulteriore sui bilanci comunali (quando si dice la beffa oltre il danno!).

Ogni Comune riceverà il contributo calcolato sulla base di due criteri: il 55% sulla base della popolazione residente; il 45% sulla base dell’estensione territoriale.

Il contributo in euro per ognuno dei centri della provincia di Lecce

Alessano 153.063,69

Alezio 117.632,05

Alliste 145.076,34

Andrano 101.093,42

Aradeo 146.180,71

Arnesano 86.807,02

Bagnolo del Salento 40.674,99

Botrugno 59.668,70

Calimera 121.032,20

Campi Salentina 244.529,43

Cannole 70.083,25

Caprarica di Lecce 57.858,77

Carmiano 219.264,60

Carpignano Salentino 164.349,25

Casarano 363.709,89

Castrì di Lecce 68.847,50

Castrignano dei Greci 74.728,62

Castrignano del Capo 120.272, 56

Castro 43.042,22

Cavallino 227.261,63

Collepasso 109.797,90

Copertino 461.645,24

Corigliano 144.711,41

Corsano 94.421,89

Cursi 74.887,73

Cutrofiano 253.227,52

Gagliano del Capo 108.540,99

Galatina 554.851,39

Galatone 319.122,65

Gallipoli 376.525,46

Giuggianello 39.719,33

Giurdignano 59.252,83

Guagnano 165.181,63

Lecce 1.860.880,43

Lequile 204.058,50

Leverano 307.110,31

Lizzanello 221.119,42

Maglie 245.468,18

Martano 173.459,42

Martignano 37.261,14

Matino 217.478,36

Melendugno 329.756,14

Melissano 124.632,33

Melpignano 55.904,84

Miggiano 65.417,63

Monteroni 228.774,45

Montesano Salentino 56.121,83

Morciano di Leuca 75.115,80

Muro Leccese 106.303,03

Nardò 872.910,91

Neviano 108.058,81

Nociglia 56.113,05

Novoli 149.262,32

Ortelle 55.543,01

Otranto 258.849,30

Palmariggi 40.551,50

Parabita 170.857,65

Patù 42.856,13

Poggiardo 128.215,49

Porto Cesareo 167.574,19

Presicce-Acquarica 232.832,09

Racale 206.009,92

Ruffano 223.702,72

Salice Salentino 249.853,91

Salve 139.471,34

San Cassiano 47.812,32

San Cesario di Lecce 129.748,65

San Donato di Lecce 126.923,76

San Pietro in Lama 67.243,08

Sanarica 50.309,42

Sannicola 143.480,78

Santa Cesarea Terme 102.595,94

Scorrano 176.090,05

Seclì 45.845,87

Sogliano Cavour 67.478,75

Soleto 144.229,05

Specchia 122.480,87

Spongano 77.754,21

Squinzano 259.249,10

Sternatia 69.495,59

Supersano 143.100,52

Surano 42.642,69

Surbo 250.933,12

Taurisano 215.164,69

Taviano 213.988,17

Trepuzzi 249.787,37

Tricase 339.814,24

Tuglie 91.376,36

Ugento 401.134,49

Uggiano La Chiesa 93.888,07

Veglie 333.688,49

Vernole 237.686.01

Zollino 49.305,41

Continua a Leggere

Alessano

Uova marce, rifiuti e piante distrutte: vandali in azione davanti a scuola di Alessano

Il sindaco Francesca Torsello: “Pochi incivili distruggono il lavoro della comunità per restituire decoro”

Pubblicato

il

“Stamattina lungo lo spazio circostante la scuola di via Rimembranze abbiamo trovato uno spettacolo indecoroso per la nostra comunità”. Esordisce così la nota con cui, sui social, il sindaco di Alessano, Francesca Torsello, commenta quanto accaduto nella notte: “Uova marce, farina, rifiuti, sporcizia, piante sradicate, fiori strappati. Da Sindaco sono indignata e profondamente rammaricata: con le autorità stiamo approfondendo la triste vicenda per individuare i responsabili. Non è possibile che noi lavoriamo per rendere più bella e accogliente la città e che alcuni incivili distruggano i frutti delle fatiche collettive. Lavoriamo giorno e notte per far ripartire al più presto un cantiere da un milione di euro per la messa in sicurezza di una scuola, abbandonato non per nostra responsabilità, a causa di un contenzioso impiantato da una ditta, sotto gli strali dell’indignazione collettiva e dei quotidiani reportage fotografici sui social e poi dobbiamo assistere a certi atteggiamenti e a questo scempio? Mi auguro che, coerentemente, ci si indigni anche per questo. I beni collettivi sono patrimonio di tutti. Chi vandalizza, sporca e deturpa non ha rispetto per il lavoro degli altri e per la comunità”. Ecco di seguito il video:

Continua a Leggere

Alessano

Ruggiano e Novaglie, senz’acqua per un giorno

La frazione di Salve e la marina di Alessano interessate dai lavori per il miglioramento del servizio di Acquedotto pugliese. A Ruggiano sospensione dell’erogazione idrica dalle 9 alle 17 di lunedì 14, a Novaglie dalle 9 alle 17 di mercoledì 16

Pubblicato

il

Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio a Ruggiano (Frazione di Salve). I lavori riguardano l’inserzione di nuove opere idriche. Per consentire l’esecuzione dei lavori, sarà necessario sospendere temporaneamente la normale erogazione idrica nell’intera frazione lunedì 14 giugno. La sospensione avrà la durata di ore 8, a partire dalle ore 9 e con ripristino alle ore 17.

Previsti interventi per il miglioramento del servizio anche a Novaglie, marina di Alessano. I lavori riguarderanno la riparazione di una perdita sulla condotta adduttrice. In questo caso l’interruzione dell’erogazione idrica, nell’intera marina, è in programma per mercoledì 16 giugno. La sospensione avrà la durata di ore 8, a partire dalle ore 9 e con ripristino alle ore 17.

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Acquedotto Pugliese raccomanda i residenti dell’area interessata di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dalla interruzione idrica. I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus