Connect with us

News & Salento

Acaya: ripresi i lavori in Piazza d’Armi

Il sindaco di Vernole, Mario Mangione: “La speranza è quella di concludere tutto nei prossimi 120 giorni “

Pubblicato

il

Con provvedimento del 24 gennaio 2013, la Direzione dei Lavori ha disposto l’immediata ripresa del cantiere di Acaya relativo al recupero, rifunzionalizzazione, valorizzazione e fruizione della Piazza D’Armi e degli edifici pertinenziali della cittadella fortificata. Detti lavori, iniziati nel 2011, erano stati sospesi per carenza di liquidità economica, determinata da intoppi di carattere amministrativo e finanziario, che hanno ritardato la disponibilità delle somme necessarie a liquidare l’impresa esecutrice; la situazione di stallo si è definita lo scorso mese di dicembre, quando la Regione Puglia ha trasferito al Comune di Vernole le somme precedentemente assegnate. Verranno così completati i lavori di rifacimento del basolato in Piazza D’Armi e nei vicoli adiacenti. L’intervento prevede inoltre, la salvaguardia e la fruizione di alcune delle numerose fosse granarie, testimonianza di come la città fortificata era attrezzata ad affrontare lunghi periodi di assedio. Proseguiranno, inoltre, anche i lavori all’interno dell’ex edificio scolastico destinato a centro di sviluppo di servizi multimediali a finalità didattica, promozione e conoscitiva, con l’obiettivo di tutelare l’identità culturale e dei saperi locali, soprattutto in funzione dell’incontro e della integrazione fra i cittadini del territorio di Acaya e quelli provenienti da differenti aree.


La speranza e l’impegno dell’Amministrazione Comunale”, ha affermato il sindaco di Vernole, Mario Mangione, “è quella di concludere nei prossimi 120 giorni tali importanti lavori per ridare ai cittadini di Acaya e del comprensorio Vernolese, nonché ai tanti cultori della storia e  dell’architettura locale, la viva testimonianza della peculiarità di Acaya e dell’ingegno del suo ideatore Gian Giacomo”.

News & Salento

Chiusa struttura medica nel Salento: “Medico sprovvisto di specializzazione”

La Regione: “Tale circostanza, secondo gli uffici competenti , configura l’ipotesi di esercizio abusivo della professione che rappresenta un’ inadempienza grave che comporta situazioni di pericolo per la salute dei cittadini.”

Pubblicato

il

 Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Increscioso caso di malasanità nel territorio salentino.
Con determina della Regione Puglia, atto dirigenziale n. 313, del 6/7/24, la Regione ha determinato “la revoca dell’autorizzazione all’esercizio e dell’accreditamento istituzionale con il sistema sanitario nazionale al centro radiologico Istituto Santa Chiara di Castrignano dei Greci. e  conseguente chiusura della struttura.
Nello stesso venivano refertati esami di risonanza magnetica da un medico sprovvisto della specializzazione in radiodiagnostica, e dunque privo del requisito professionale richiesto dalla legge.
Tale circostanza, secondo gli uffici competenti , configura l’ipotesi di esercizio abusivo della professione che rappresenta un’ inadempienza grave che comporta situazioni di pericolo per la salute dei cittadini.”
Continua a Leggere

Attualità

Crash informatico e tilt degli aeroporti, oggi tutto normale

Dopo la folle giornata di ieri, in cui, a causa di un aggiornamento di un software, parte del del mondo occidentale e dei suoi servizi, banche, aeroporti, ospedali…

Pubblicato

il

 Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Dopo la folle giornata di ieri, in cui, a causa di un aggiornamento di un software, parte del del mondo occidentale e dei suoi servizi, banche, aeroporti, ospedali, ecc. è andato in crash, oggi pian piano si tornati alla normalità.

E’ di poco fa la notizia che sono tornati alla normalità l’operatività gli aeroporti pugliesi.

Stamattina, sia da Bari che da Brindisi, i voli in programma sono tutti decollati o in partenza e non vi sono state cancellazioni.

Continua a Leggere

Cronaca

Mezzogiorno di fuoco, rapinato commercialista in pieno giorno

Pistola alla mano ha fatto irruzione nello studio e, minacciando l’impiegata, ha preteso che gli venissero consegnati i contanti

Pubblicato

il

 Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Rapinato commercialista a mezzogiorno: il professionista e l’impiegata dello studio minacciati sotto tiro da un  rapinatore.

Poco prima di mezzogiorno, in pieno centro a Tuglie, un malvivente armato di pistola, (si pensa fosse giocattolo), ha pensato bene di farsi una puntatina da un commercialista per fare rifornimento.

Pistola alla mano ha fatto irruzione nello studio e, minacciando l’impiegata, ha preteso che gli venissero consegnati tutti i contanti.

Consegnato il denaro il rapinatore è fuggito via facendo perdere le sue tracce. Una volta allertati, sul posto sono intervenuti i carabinieri di Sannicola. 

La speranza è ora riposta nelle telecamere di video sorveglianza installate nei paraggi che hanno ripreso l’accaduto.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus