Connect with us

Corigliano

Corigliano: secco “no” di Sel al Parco Eolico

Contrari alle 20 pale che dovrebbero sorgere sull’altopiano della serra “Murica”, e nei pressi della Strada Provinciale Corigliano-Galatina

Pubblicato

il

La Federazione del Salento di Sinistra Ecologia e Libertà auspica che “il Consiglio comunale di Corigliano d’Otranto respinga il progetto” di un parco eolico di 20 pale eoliche della potenza complessiva di 60 Mw che dovrebbe sorgere in gran parte sull’altopiano della serra “Murica”, ed in piccola parte nel suo versante sud ovest, a sud della Strada Provinciale CoriglianoGalatina. Seconodo il Sele “Il Parco, di grosse dimensioni”, impatterebbe “in maniera eccessiva sul patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico. L’area”, dicono dal Sel, “è caratterizzata da un’antica antropizzazione, pensiamo ai resti ceramici risalenti a un villaggio messapico arcaico, del IV sec. a.C.; gli aerogeneratori inoltre, alti 100 metri, compirebbero una vera e propria irruzione in un paesaggio affascinante e peculiare come Specchia Murga che, tra muretti a secco e ulivi secolari, racconta una bellezza paesistica frutto di un equilibrio tra viabilità e tutela del territorio, tra zone industriali e agricoltura.

La struttura geologica e geoclimatica del nostro Paese ci può consentire di pensare ad un futuro esclusivamente rinnovabile.

Ma non a scapito del paesaggio, dei beni culturali, della sicurezza dei cittadini. SEL sostiene l’energia eolica con la partecipazione al capitale delle comunità locali, sviluppando anche le possibilità dell’eolico in mare nel rispetto dei paesaggi, la diffusione del mini e microeolico e il sostegno alla ricerca dei sistemi di eolico senza pale o di quello troposferico. Il progetto del parco di Corigliano”, concludono  i vendoliani, “rappresenta ancora una volta un impiego improprio e altamente impattante delle energie pulite, le uniche, se usate in armonia con il paesaggio e il territorio, a essere foriere di uno sviluppo sostenibile, lungimirante e di qualità”.

Campi Salentina

Controlli sugli spostamenti: oltre 100 deferiti in due giorni

Fuori da casa senza comprovate esigenze come da decreti su coronavirus: centinaia di veicoli fermati dai carabinieri, chiuso un ristorante

Pubblicato

il

I carabinieri, nella giornata di ieri ed in quella di venerdì, han continuato a mettere in atto sul territorio provinciale specifici servizi finalizzati al rispetto delle disposizioni del d.p.c.m. 8, 9 e 11 marzo 2020.

Nel magliese

I militari di Maglie han proceduto al controllo di 85 persone e di 37 veicoli all’esito dei quali, nei comuni di Maglie, Poggiardo, Soleto, Martano e Corgliano d’Otranto, hanno deferito in stato di libertà 13 individui che circolavano in assenza di valida motivazione dettata da stato di necessità, in violazione delle misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19.

Lecce e dintorni

I controlli effettuati nella giornata di sabato dai militari di Lecce hanno interessato invece 71 persone e 38 veicoli controllati.

Deferimenti nei comuni di Lecce, San Cesario, Lizzanello, San Pietro in Lama, Cavallino, Melendugno, Monteroni di Lecce e Surbo. Sono 28 le persone che circolavano in assenza di valida motivazione dettata da stato di necessità, in violazione delle misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19: tutti deferiti.

Zona Campi

Altre 143 persone controllate e 100 veicoli invece grazie all’operato dei carabinieri di Campi. In 19 sono stati deferiti in stato libertà per gli stessi motivi.

Il gallipolino

I militari di Gallipoli hanno verificato invece 71 veicoli e 92 soggetti, deferendo in stato libertà 36 persone che circolavano in assenza di valida motivazione dettata da stato di necessità.

Nel Capo di Leuca

I carabinieri della compagnia di Tricase, nell’ambito di medesimi servizi preventivi, hanno controllato 87 soggetti e 72 veicoli, deferendo in stato di libertà 7 individui in quanto controllati fuori rispettive abitazioni in mancanza di lecite comprovate esigenze.

Inoltre a Corsano hanno eseguito un provvedimento di sospensione per giorni 30 di attività commerciale. Il provvedimento, emesso dalla Prefettura, era a carico di una attività ristorativa del posto che, in un controllo precedente, era stato sorpreso violare la norma sull’orario di chiusura.

Continua a Leggere

Casarano

Finanza: sequestrati 15 quintali di fuochi d’artificio

La Compagnia di Otranto ha individuato un quarantenne della provincia, che deteneva abusivamente presso il garage e presso la propria abitazione complessivi kg 1.572,90 di materiale esplodente

Pubblicato

il

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lecce, nei giorni che precedono i festeggiamenti della fine dell’anno, stanno attuando mirati controlli per il contrasto alla vendita abusiva di fuochi d’artificio e giochi pirici pericolosi.

Nell’ambito di una mirata attività di controllo del territorio e a seguito di osservazioni protrattesi per diverse giornate, la Compagnia di Otranto ha individuato un quarantenne della provincia, che deteneva abusivamente presso il garage e presso la propria abitazione complessivi kg. 1.572,90 di materiale esplodente rientrante nelle categorie 1 (f1) e categoria 2 (f2), oltre a numerosi componenti professionali per il confezionamento abusivo di giochi pirotecnici. Sul posto a richiesta dei militari operanti è intervenuta, in ausilio, una pattuglia di artificieri del Comando Provinciale dei Carabinieri di Lecce.

Il materiale esplodente, di diversa qualità e manifattura, data l’elevata massa attiva, aveva un alto potere deflagrante tale da poter provocare, in caso di innesco accidentale, notevoli danni al fabbricato e alle abitazioni circostanti.

Durante le fasi del rinvenimento, il proprietario dei locali non è stato in grado di esibire alcuna documentazione che ne giustificasse la liceità dell’acquisto ed anzi, nel corso delle operazioni i militari hanno accertato che il materiale rinvenuto violava le norme sulla sicurezza e sulla pubblica incolumità.

Il responsabile, pertanto, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Lecce per detenzione e fabbricazione abusiva di prodotti esplodenti.

I controlli eseguiti, in questo periodo, nello specifico settore sono riprova dell’attenzione della Guardia di Finanza al rispetto delle norme che regolano la produzione e la vendita di materiale esplodente per la salvaguardia dell’incolumità pubblica e del mercato legale dell’economia.

Continua a Leggere

Corigliano

Violento incidente e code sulla SS16

Soccorsi e lunghe code: traffico deviato nella z.i. di Corigliano

Pubblicato

il

Un violento incidente stradale ha interessato nel pomeriggio la strada statale Lecce-Maglie.

Attornoe 17e30, all’altezza di Corigliano d’Otranto, in direzione sud, due vetture sono entrate in collisione a velocità sostenuta. L’impatto ha portato una delle due auto, una Nissan Micra, in testa coda.

I mezzi sono rimasti al centro della carreggiata, molto danneggiati, in un cumulo di vetri e detriti che hanno riempito l’asfalto.

Immediati sul posto l’intervento di 118 e forze dell’ordine.

Quest’ultime hanno deviato il traffico proveniente da nord verso la zona industriale di Corigliano, sfruttando lo svincolo che precede di qualche centinaio di metri il punto del sinistro.

Si è creata in breve una colonna di auto lunga quasi un chilometro.

Seguono eventuali aggiornamenti.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus