Connect with us

Lecce

Lecce: aspettando il voto

Antonio Capone: i sondaggi di Perrone? Soli se la cantano e soli se la suonano

Pubblicato

il

Se a Paolo Perrone è sufficiente commissionarsi un sondaggio per trarne positivi auspici per il futuro, allora non c’è bisogno di alcun confronto all’interno del Pdl per scegliere chi sarà il candidato Sindaco. C’è già! È Paolo Perrone. Magari bisognerà convincere i consiglieri che sostengono quotidianamente l’esecutivo cittadino, spesso a costo di qualche mal di pancia, ma questo è un dettaglio… Il sondaggio ha parlato chiaro e i sondaggi, si sa, non mentono mai… salvo scoprire amare sorprese il giorno dello spoglio dei voti, quando non ci si misura su frettolose risposte telefoniche ma sulla volontà dei cittadini, espressa all’interno della cabina elettorale, sui loro disagi e sulle loro speranze per il futuro. Una cosa è certa. L’aria che si respira a Lecce nei confronti non solo dell’attuale governo di città, ma anche di quelli che l’hanno preceduto, non è delle migliori e ciò, non solo e non tanto, per il virus dell’antipolitica che ha contagiato tutti i cittadini, quanto perché lo sperpero del denaro pubblico e la montagna di debiti fuori bilancio che si sono prodotti alle spalle e sulla testa dell’intera collettività non può essere derubricata come allegra gestione, bensì come sistematica cattiva amministrazione che ha favorito un circolo di persone che hanno gravitato intorno ai potenti di turno. È grave che dinanzi al baratro in cui si trovano i conti pubblici, l’unico interesse di chi lo ha prodotto sia quello di misurarsi in una singolar tenzone all’ultimo sangue, da consumarsi non soltanto nelle stanze sempre più vuote dei partiti ma sulle pagine dei giornali, mandandosi messaggi trasversali che interessano e affascinano soltanto chi li pronuncia. Il resto della città pensa ad altro, a cose più serie, più concrete e si augura una gestione della cosa pubblica più responsabile in cui lo scontro tra generali senza esercito esca definitivamente di scena, per lasciare terreno fertile, finalmente, al confronto tra persone che non hanno a cuore, come dimostra la loro storia personale, interessi privati da difendere e tutelare, bensì l’interesse generale, per vedere la nostra città amministrata con il criterio del buon padre di famiglia che non manderebbe mai i propri cari sul lastrico, pur di favorire spese inutili a tutti. Filobus docet…

Antonio Capone – Candidato Sindaco di Lecce

Continua a Leggere

Cronaca

Aggressione a colpi di martello

È avvenuto in via Duca degli Abruzzi a Lecce. Arrestato un gambiano 24enne che ha picchiato violentemente un connazionale

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di oggi, gli Agenti in servizio presso la Sezione Volanti della Questura di Lecce hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, K. M., 24enne gambiano, per lesioni aggravate.

Cittadini di passaggio, hanno segnalato alla sala operativa della Questura, un aggressione in corso in via Duca degli Abruzzi.

Sul posto gli agenti intervenuti hanno trovato uno straniero steso per terra e addosso a lui un altro ragazzo di colore che lo picchiava violentemente con pugni in varie parti del corpo, mentre la vittima cercava con entrambe le mani ti tenergli bloccato il braccio sinistro nel quale brandiva un martello.

Immediatamente i poliziotti hanno fermato l’aggressore e chiesto l’intervento del 118.

I sanitari hanno diagnosticato alla vittima traumi e ferite sugli arti e alla fronte giudicate guaribili in 10 gg.

I motivi dell’aggressione potrebbero essere riconducibili a questioni inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’aggressore è stato inoltre sottoposto a perquisizione e nello zaino in suo possesso è stato anche trovato un cacciavite.

Alla luce di quanto accaduto, K.M. è stato tratto in arresto per lesioni aggravate dall’uso di un’arma impropria e possesso di oggetto atto ad offendere e condotto, come disposto dal P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, dott. Alberto Santacatterina,  agli arresti domiciliari.

Continua a Leggere

Cavallino

Ritrovata refurtiva di rapina a sartoria

I carabinieri hanno rinvenuto in un casolare abbandonato, in località Simini, agro di Cavallino, il bottino di una rapina effettuata a Lecce 10 giorni fa

Pubblicato

il

I carabinieri della locale Stazione hanno rinvenuto in un casolare abbandonato, in località Simini, agro di Cavallino, numerosi sacchi contenenti articoli di merceria, due macchinari adibiti a lavorazioni sartoriali e 12 espositori in legno completi di merce varia.

Il materiale ritrovato è il bottino di un furto avvenuto a Lecce il 15 maggio scorso presso una sartoria di via Marconi, regolarmente denunciato.

La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

Continua a Leggere

Appuntamenti

In bici sui mari del Salento

Dal libro alla strada: ciclotour in sicurezza alla scoperta delle bellezze del territorio

Pubblicato

il

Sicuro è il Salento, in bici ancora di più.

L’occasione del lancio della nuova guida “In bici sui mari del Salento – Alla scoperta delle 20 spiagge più belle della Puglia”, scritta dal giornalista Roberto Guido (Ediciclo editore), previsto per giovedì 28 maggio, sarà anticipata da un ciclotour, una sorta di road movie, alla scoperta delle bellezze del territorio e per celebrare il turismo slow in collaborazione con Caroli Hotels.

Dalle pagine della guida alla strada, per rivivere in quattro tappe e rigorosamente in bicicletta, alla Jovanotti maniera tanto per intenderci, le emozioni raccontate sapientemente da Guido.

Un’iniezione di energia e speranza, insomma, per partire e ripartire.

All’insegna del turismo lento, si tratta un’opportunità per ampliare l’offerta turistica del Salento anche in bassa stagione, ideale per la ripartenza post- Covid 19, perchè la bicicletta è il mezzo ideale per mantenere il distanziamento fisico.

«Tour come questi», sottolinea Guido, «sono sempre su strade e sentieri poco trafficate e toccano luoghi scarsamente affollati, scoprendo le piccole meraviglie del Salento. Quindi una vacanza in sicurezza che di questi tempi non è poco. Bisogna trasformare i limiti in opportunità: bellezza e sicurezza viaggiano insieme in una suggestione perfetta».

Caroli Hotels promuove il cicloturismo dal tempo del rilancio della Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese (di cui si parla in un altro libro di Roberto Guido del 2018).

La prima tappa del road trip sarà Lecce-Otranto (58,1 Km). Alberto Guido, negozio di bici, è lo sponsor tecnico.

IL LIBRO

Dal 28 maggio in libreria. Pedalando alla scoperta delle 20 spiagge più belle della Puglia, un percorso gravel di 250 chilometri tra strade e sentieri in riva al mare.

Scogliere maestose, insenature selvagge, lunghe spiagge bianche, calette da sogno, piscine naturali nella roccia, baie al cospetto delle storiche torri di guardia: è assai variegato il viaggio in bici lungo la costa del sud della Puglia, 250 chilometri di litoranea tra strade e sentieri in riva al mare.

Il Salento è una penisola di tesori circondata da un mare dai colori cangianti, dal turchese al blu mediterraneo, dall’azzurro intenso al verde smeraldo.

In uno straordinario percorso gravel si possono scoprire le spiagge più belle del Sud, fra storia e natura, raccontate con tutte le istruzioni per l’uso, per raggiungerle agilmente in bici e fare bagni da sogno. Non c’è da aspettarsi perfette piste ciclabili né tantomeno attrezzati percorsi con precisa segnaletica: il viaggio nel Salento è tutto una sorpresa e la strada da imboccare è quella dell’avventura.

Pedali e Salento, non c’è binomio più azzeccato”, scrive nell’introduzione Sebastiano Venneri, responsabile Turismo Legambiente.

(pag. 168, euro 14,50, isbn 8865493232 – Collana Ediciclo Pocket)

 

ROBERTO GUIDO

Pugliese doc, è giornalista di professione e cicloesploratore per passione.

Cronista al Quotidiano di Lecce, Brindisi e Taranto dal 1979 al 1998, nel 2000 ha fondato e diretto fino al 2017 quiSalento, la guida estiva di eventi e cultura popolare salentina.

È autore della guida “Le 50 spiagge più belle del Salento” (Edizioni Guitar, 2017) e di “Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese” (Ediciclo Editore, 2018).

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus