Connect with us

News & Salento

Tricase: ecco i finalisti del Premio Iolanda

Presentata la terna dei finalisti del primo riconoscimento italiano dedicato ai libri di cucina. Il premio nasce da un’idea di Vera Slepoj e Davide Paolini, insieme alla famiglia Giaccari. La cerimonia di premiazione è prevista il 7 luglio a Tricase

Pubblicato

il

Gli scrittori Eleonora Matarrese con il libro “La cuoca selvatica”, Giovanni Nucci con “E due uova molto sode” e Toto Bergamo Rossi e Lydia Fasoli con “L’arte di vivere a Venezia” sono i tre finalisti del Premio Iolanda, il riconoscimento letterario assegnato al miglior libro di cucina e di ricette.


Istituito in collaborazione con il Comune di Tricase, il premio nasce da un’idea di Vera Slepoj e Davide Paolini che, insieme alla famiglia Giaccari, hanno avuto l’intuizione di istituire per la prima volta un premio nazionale dedicato alla letteratura dell’arte culinaria per valorizzare la grande tradizione della cucina italiana e celebrarne quelle ricette tramandate e custodite gelosamente di generazione in generazione quale tesoro prezioso della storia di ogni famiglia.


Ad ispirare il premio è infatti la signora Iolanda, un’istituzione della tradizionale culinaria  popolare dell’entroterra salentino.


La passione di Iolanda per la cucina ha avuto inizio all’età sette anni, quando ha cominciato a cucinare nelle feste e per le famiglie del Salento.


Una passione rimasta costante nel tempo, tanto che oggi, passati gli ottant’anni, la signora Iolanda cucina ancora nella celebre trattoria che porta il suo nome.

I tre finalisti sono stati scelti dopo una lunga selezione di opere pervenute alla giuria di opere dedicate all’arte culinaria realizzate da autori viventi di nazionalità italiana, pubblicate per la prima volta in Italia nel periodo compreso tra marzo 2016 e marzo 2018. Al vincitore sarà assegnata un’opera bronzea realizzata per l’occasione dal maestro Gianni Cudin.


Le opere sono state esaminate da giurie di merito, composte da umanisti, giornalisti, attori e intellettuali. Infatti, tra i membri della giuria (oltre naturalmente a Vera Slepoj e Davide Paolini, ideatori del Premio e Presidenti della stessa), vi sono personalità ed eccellenze italiane legate al mondo della cultura e del food, come Stefano Zecchi, Marina Valensise, Catena Fiorello, Silvio Perrella, Gianarturo Ferrari, Francesco Giaccari, Andy Luotto, Benedetto Cavalieri, Giuseppe Da Re, Carlo Cambi, Andrea Grignaffini, Laurent Chaniac, Cettina Fazio Bonina, Bruno Cossio.


La cerimonia di premiazione si terrà sabato 7 luglio a Tricase, nella sede del Palazzo Gallone.


Attualità

Caldo in aumento: le temperature

Pubblicato

il


Le previsioni meteorologiche dì SuperMeteo per il Salento dicono caldo.
Si intensifica il richiamo sciroccale sul Tacco, che farà quindi lievitare ulteriormente le temperature soprattutto sugli estremi settori nord-orientali, dove si potranno raggiungere locali +30°.
Più fresco in generale lungo le coste esposte al vento di scirocco, dove non si esclude la comparsa di foschia o nebbia d’avvezione.





Tutti i dettagli per il Salento su www.supermeteo.com. Nella mappa le temperature per zone.





Continua a Leggere

Cronaca

Diso piange il professor Ferraro

Istitutore scrupoloso, educatore instancabile, uomo generoso e sempre dedito al servizio della collettività

Pubblicato

il


Lutto a Diso per la scomparsa dell’ex vicesindaco ed ex preside e docente della scuola media “Bottazzi”.





Il Comune annuncia la morte del professor Vittorio Ferraro. Descritto come istitutore scrupoloso, educatore instancabile, uomo generoso e sempre dedito al servizio della collettività, il professor Ferraro ha dedicato l’intera esistenza all’insegnamento ed alla formazione delle generazioni più giovani.

Con una finestra temporale in cui si è speso in prima persona anche in ambito politico, nel ruolo di vicesindaco.






Continua a Leggere

Attualità

Zona gialla: cosa si può fare

Misure meno restrittive e meno vincoli nella zona gialla, gli spostamenti…

Pubblicato

il

Spostamenti

Misure meno restrittive e meno vincoli nella zona gialla, gli spostamenti, nel rispetto del coprifuoco, sono liberi.

Non serve autocertificazione nemmeno per passare da una regione gialla all’altra.

Fino al 15 giugno si potrà raggiungere un’altra abitazione privata in 4 persone, con i figli minori, di età anche superiore ai 14 anni. Gli spostamenti possono avvenire anche tra regioni gialle differenti e non importa se il viaggio comporti l’attraversamento di una regione arancione o rossa.

Lo spostamento, compreso tra quelli che rientrano nel ritorno alla propria residenza, non richiede certificati di vaccinazione o guarigione e tampone.

Bar e ristoranti

In zona gialla bar e ristoranti potranno ospitare clienti a pranzo e a cena purché all’aperto.

Si potrà stare soltanto seduti al tavolo, massimo quattro persone, a meno che non si tratti di conviventi. La distanza è fissata a un metro.


La circolare del ministero ai prefetti ha chiarito alcune regole per i bar.

Sarà consentito il servizio ai tavoli all’aperto e anche al banco solo “in presenza di strutture che consentano la consumazione all’aperto”. Altrimenti, solo servizio ai tavoli e asporto, ammesso fino alle 18. All’interno dei bar bisogna rimanere il tempo strettamento necessario.

Sport, palestre, piscine

Restano chiuse palestre e piscine. “In zona gialla, nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. Inoltre, dal 15 maggio 2021, sempre in zona gialla, sono consentite le attività delle piscine all’aperto e, dal 1° giugno, quelle delle palestre”.

Cinema, teatri, concerti

Riaprono al pubblico cinema, teatri, sale concerto, live club. I posti a sedere saranno preassegnati con una distanza di un metro l’uno dall’altro.

La capienza massima consentita è del 50% di quella massima autorizzata e dovrà essere superiore a 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto.

In relazione all’andamento epidemiologico e alle caratteristiche dei siti, si potrà autorizzare la presenza anche di un numero maggiore di spettatori all’aperto, nel rispetto delle indicazioni del Cts e delle linee guida.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus