Connect with us

Galatone

Galatone stravince il girone ed è già clima playoff con avversarie di Sicilia e Sardegna

Colazzo: “È stato un girone di ritorno fantastico nel quale abbiamo vinto tutte le partite e raggiunto l’obiettivo prefissato a inizio stagione”

Pubblicato

il

L’Allianz Colazzo Galatone chiude il girone con un’altra vittoria e si prepara ai playoff per la serie A.


Sabato scorso nell’ultima gara di campionato i biancoverdi hanno battuto in casa 3-0 il Rione Terra Pozzuoli al termine di un’annata record che ha visto il Galatone dominatore assoluto del girone H di serie B (primo posto a 70 punti).


Quella di sabato è stata una partita a senso unico, coi ragazzi di mister Tonino Cavalera scesi in campo con carattere e senza lasciare spazio agli avversari. I set: 25-13, 25-16 e 25-16.


Non c’è però molto tempo per festeggiare: martedì 16 maggio si gioca la prima delle due gare playoff per la serie A.

Il vicepresidente Luciano Colazzo traccia un bilancio del campionato: «Vorrei sottolineare lo spirito di sacrificio di tutti quest’anno. Grazie in particolare a mister Tonino Cavalera che ha saputo “amalgamare” i ragazzi creando un gruppo che ha dato il massimo. È stato un girone di ritorno fantastico nel quale abbiamo vinto tutte le partite e raggiunto l’obiettivo prefissato a inizio stagione, cioè andare ai playoff. Da oggi possiamo permetterci di sognare senza nasconderci – prosegue Colazzo – anche se siamo consapevoli di dover affrontare squadre molto dure. Galatone sta rispondendo in maniera impressionante al richiamo della pallavolo, sia quando giochiamo in casa che in trasferta. Nei playoff avremo ancora bisogno dell’apporto e del supporto di tutti».


Anche il direttore sportivo Marco Imbriani è proiettato verso gli spareggi promozione: «Adesso viene il bello – dichiara – ma nel frattempo bisogna applaudire i ragazzi per questo straordinario cammino. Ringrazio poi lo staff tecnico di questa stagione: il fisioterapista Alessandro Vaglio, il preparatore Andrea Blasi, lo scout-man Alberto Guarini, il secondo allenatore Gabriele Manisi e infine mister Cavalera che ha realizzato un capolavoro. Durante il campionato – ricorda il ds Imbriani – ho capito che potevamo farcela quando abbiamo vinto in trasferta a Leverano, Grottaglie e Gioia Del Colle, tre avversarie fortissime. Adesso andremo a giocarci i playoff per la serie A3 in due partite che saranno per noi due finali».


Ed eccolo, il cammino playoff che attende l’Allianz Colazzo Galatone: martedì 16 maggio al palasport di Galatina in campo contro il Volley Letojanni (Messina) e sabato 20 maggio trasferta in Sardegna contro i cagliaritani del Sarroch.


Appuntamenti

Mamanet – Salento in rete

A Collemeto il 9 ed il 10 marzo per valorizzare e dare voce a tutte le donne. L’evento rientra tra le manifestazioni volte a promuovere pari opportunità ed inclusione

Pubblicato

il

Presentato il progetto Mamanet – Il Salento in Rete. L’evento, in programma il 9 e 10 marzo a seguito della Giornata internazionale dei diritti delle donne, è promosso dalla Commissione Pari opportunità della Provincia di Lecce in collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Mamanet Salento.

COS’È IL MAMANET?

Nato in Medio Oriente nel 2005 dalla fondatrice Ofra Abramovic e importato in Italia dall’Associazione Italiana Cultura Sport, Mamanet è un gioco di squadra a sei, versione femminile del cachibol, che fonde la pallavolo e la palla rilanciata, con regole semplici ed alla portata di tutti.

Si tratta di una disciplina sportiva ideata per le donne over 30 e per le mamme, ma di fatto aperta a chiunque. Immaginato come attività di squadra e ispirato alla pallavolo, il gioco del Mamanet si è ormai diffuso in tutto il mondo ed è da tempo approdato anche in provincia di Lecce, come dimostra il nutrito gruppo Mamanet Salento. Tutt’altro che statico, il Mamanet si pratica sul campo di pallavolo e richiede un allenamento costante come qualunque sport di squadra, ma non è necessaria alcuna fisicità particolare e può essere praticato davvero da tutti, a prescindere dall’età. Semplice quanto basta, ma con delle regole ben precise e dettagliate in un apposito regolamento, questo sport si rivela molto divertente e riesce a coinvolgere un numero sempre maggiore di partecipanti, tanto da imporsi in alcuni Paesi come un vero e proprio sport popolare, dai risvolti sociali non indifferenti.

Il Mamanet, infatti, non solo stimola l’attività fisica ed il benessere individuale, ma esprime notevole capacità di aggregazione tra i partecipanti, riuscendo a coinvolgere anche donne che, per motivi di lavoro o di famiglia, poco tempo hanno a disposizione per praticare attività sportiva. Anche per tale motivo questo sport si declina soprattutto al femminile, come testimonia, nel corso della conferenza, il presidente dell’associazione Mamanet Salento, Luigi De Luca, per il quale «la valenza sociale di questa disciplina ha fatto sì che diventasse un simbolo dell’impegno costante contro la violenza sulle donne».

Su tale aspetto si sono concentrati anche gli interventi di coloro i quali hanno preso parte alla presentazione dell’evento: Paola Povero, consigliera provinciale delegata alle Pari opportunità; Anna Toma, presidente della Cpo provinciale; Pantaleo Isceri, dirigente del Servizio provinciale Risorse umane e Pari opportunità; Gigi Renis, delegato Coni Lecce e provincia; e la presidente dell’associazione DisabilmenteMamme, Antonella Tarantino, salentina di origine, in video collegamento da Modena; tutti concordi nel rimarcare l’importanza dei risvolti sociali che questa disciplina può assumere.

a manifestazione sportiva ha inoltre ottenuto i Patrocini della Regione Puglia, delle Commissioni di Pari Opportunità e delle Province di Lecce, Brindisi e Taranto, creando così una rete di collaborazione tra i 146 comuni delle 3 città, dando vita a tornei interprovinciali e favorendo la diffusione del Mamanet su tutto il territorio.

Non a caso, numerosi sono gli eventi che si susseguono nella provincia di Lecce e che vedono protagonista il Mamanet Salento.

L’associazione guidata dal presidente Luigi De Luca da più di 8 anni ormai si è imposta, anche grazie agli ottimi risultati sportivi ottenuti, sulla scena nazionale oltre che nel contesto locale. Anche nel tacco d’Italia questo sport si sta diffondendo rapidamente, sta catturando l’attenzione di tanti e sta coinvolgendo sempre più donne e mamme, le quali si sentono ormai parte integrante di una grande famiglia in cui trovare nuove amicizie, distrarsi dallo stress di tutti i giorni e praticare attività sportiva, divertendosi. Inoltre, da anni l’ASD Mamanet Salento offre gratuitamente 5 percorsi sportivi e formativi adatti a tutte le età ed a tutte le esigenze: Mamanet Classico (mamme e donne Over 30), Mamanet Famiglia (mamme e figlie giocano insieme nella stessa squadra), Mamanet Dolce (over 65 misto uomo/donna), Mamanet Inclusivo (diversamente abili) e Mamanet Beach (sport in spiaggia) con le finalità di abbattere le barriere sociali e culturali creando inclusione e socializzazione.

L’EVENTO DI COLLEMETO

Mamanet come promozione del territorio, dunque.

Alla presentazione del progetto, infatti, hanno preso parte anche alcune rappresentanti dei 16 comuni del Salento aderenti all’iniziativa: Alezio, Alessano, Casarano, Castrignano del Capo, Cavallino, Gagliano Del Capo, Galatone, Gallipoli, Lequile, Nardò, Racale, San Cesario, San Pietro in Lama, Taurisano, Tiggiano, Tricase, grazie alle quali è stato possibile formare ben 18 squadre femminili, con più di 100 donne che parteciperanno al Torneo finale in programma per i giorni 9 e 10 marzo, presso il Centro Sportivo di Collemeto, messo a disposizione grazie alla stretta collaborazione ed al sostegno da parte del Comune di Galatina. L’iniziativa Mamanet – Il Salento in Rete valorizza e dona voce a tutte le donne e rientra tra le manifestazioni volte a promuovere pari opportunità ed inclusione, collegandosi idealmente allo svolgimento della XXXII edizione dei Giochi Olimpici 2024.

Appuntamento allora sabato 9 e domenica 10 marzo a partire dalle ore 10 sino alle ore 17 presso il centro sportivo di Collemeto (Palestra Scuola Media comunale sita in via Orazio).

La cerimonia di premiazione è prevista per domenica 10, alle ore 17. Ingresso libero.

 

Continua a Leggere

Attualità

Galatone: Carabinieri Artificieri ed Antisabotaggio a scuola

Hanno partecipato all’assemblea d’istituto dal tema “La conoscenza dei reparti speciali delle Forze di Polizia” che si è tenuta presso la succursale di via Corsieri dell’ I.I.S.S. “Enrico Medi”. Il recente intervento a Salve dove, in un terreno, erano stati trovati detonatori con miccia a lenta combustione

Pubblicato

il

Nell’attività di formazione della cultura e della legalità, il Comitato Studentesco della scuola secondaria di secondo grado I.I.S.S. “Enrico Medi” di Galatone ha voluto invitare i Carabinieri Artificieri ed Antisabotaggio del Comando Provinciale di Lecce che hanno partecipato all’assemblea d’istituto dal tema “La conoscenza dei reparti speciali delle Forze di Polizia” che si è tenuta presso la succursale di via Corsieri.

All’iniziativa, oltre al personale docente e studentesco che ha accolto con entusiasmo il progetto, ha partecipato il Comandante della locale Stazione Carabinieri che, nell’illustrare le possibili opportunità di carriera nell’Arma, ha colto l’occasione per dare lustro ai vari Reparti Speciali anche attraverso la proiezione di un filmato che ben li rappresenta.

Importante è stato poi l’intervento dei militari Artificieri ed Antisabotaggio che nel descrivere caratteristiche, competenze e contesti operativi, hanno sensibilizzato gli adolescenti sul corretto utilizzo dei materiali esplodenti in genere illustrando tutte le possibili cause di incidenti derivanti da un incauto utilizzo.

Non è mancata l’occasione per informare i partecipanti che sul sito istituzionale dell’Arma dei Carabinieri www.carabinieri.it, nella sezione “In vostro aiuto” – “Cose di tutti i giorni” – “Fuochi d’artificio”, si può trovare un’ampia area dedicata alla tematica con tutti i consigli da mettere in pratica per evitare il verificarsi di incidenti.

I Carabinieri Artificieri ed Antisabotaggio svolgono un compito molto delicato e hanno un ruolo fondamentale per la sicurezza pubblica.

Recentemente, infatti, sono intervenuti nelle campagne di Salve,  dove alcuni passanti avevano segnalato il ritrovamento di detonatori con miccia a lenta combustione (quelli utilizzati per l’innesco di esplosivi ad alto potenziale), abbandonati nel sottobosco di un terreno prospicente una stradina asfaltata.

Sul luogo del ritrovamento i militari, prontamente intervenuti, hanno attivato le previste procedure per la messa in sicurezza della zona e la distruzione del materiale rinvenuto.

Continua a Leggere

Cronaca

Commercio illegale di Gpl, nei guai 4 imprenditori

la guardia di finanza ha sequestrato, tra Nardò, Matino, Galatone e Neviano, 900 bombole per 13mila chili di gas. Dopo la segnalazione detenzione di materiale esplodente senza la licenza dell’Autorità e senza le prescritte cautele, tutti i gestori delle attività abusive saranno oggetto di accertamenti fiscali per la quantificazione del volume d’affari sottratto al fisco

Pubblicato

il

I finanzieri della Compagnia Gallipoli hanno individuato, cinque depositi abusivi, utilizzati quali punto di stoccaggio di bombole G.P.L. (gas di petrolio liquefatto).

L’attività investigativa, eseguita nei territori di Nardò, Matino, Galatone e Neviano, ha portato al sequestro 900 bombole, con una capacità di stoccaggio complessiva di oltre 13mila kg di prodotto petrolifero liquido, nella disponibilità di quattro imprenditori, detenute in assenza del prescritto certificato di prevenzione antincendio.

Per tale ragione gli stessi soggetti giuridici sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Lecce, per le ipotesi delittuose di senza la licenza dell’Autorità e senza le prescritte cautele.

Nei confronti di tutti i gestori delle attività abusive seguiranno accertamenti fiscali, anche di natura finanziaria, per la quantificazione del volume d’affari sottratto al fisco.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus