Connect with us

Casarano

Mare e Motori: alla Motorsport Scorrano la Coppa di Scuderia

Grazie agli ottimi piazzamenti dei propri piloti, il sodalizio del presidente Santo Siciliano si è aggiudicato la coppa del Formula Challenge svoltosi a Torricella (Ta)

Pubblicato

il

Bilancio positivo per la Scuderia Motorsport Scorrano al 3° Formula Challenge Mare e Motori, svoltosi a Torricella.


Grazie agli ottimi piazzamenti dei propri piloti, il sodalizio del presidente Santo Siciliano ha vinto la coppa di Scuderia.


Ecco i risultati: Fabrizio D’Amico di Casarano, primo di classe A1600 e primo di gruppo A su Peugeot 208 R2b del team Trodella; Francesco Casto di Casarano, primo di Classe A1400 su Peugeot 106 rally; Damiano Negro di Supersano, alla sua prima esperienza con le auto, in passato è stato campione di motocross regionale, primo di classe S3; Pierluigi Mellacca, di Cutrofiano, primo di Classe Rsplus 1.15; Claudio Figliolia di Cava dei Tirreni (Salerno), primo di classe E1 1400, nono assoluto su Peugeot 106 di “Figliolia Motors”.


Ritirato per rottura del motore Daniele Cataldo di Parabita con lo sport prototipo Barracuda-Cataldo. Peccato, perchè la sua nuova ed efficiente vettura gli aveva permesso di ottenere il miglior tempo assoluto.

Emanuele Losito di Torchiarolo (Brindisi) su Peugeot 106 1600 16v Rs1.6 si è fermato per un problema alla cinghia del motore.


Il prossimo appuntamento per i piloti della Scuderia Motorsport Scorrano è fissato per il 53° Rally del Salento, prova del Campionato Italiano Wrc (20-22 maggio prossimi).


Ecco i piloti iscritti alla prestigiosa kermesse salentina: il pilota salentino Alessio De Santis in coppia con il siciliano Antonio Marino di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) a bordo della Peugeot Super 2000 del Team Ferrara correranno per vincere la loro classe, con l’obbiettivo di prendere punti per la Coppa di Zona (il Rally del Salento ha coefficiente maggiorato a 1,5). Mentre il pilota casaranese Fabrizio D’Amico in coppia con il teramano ma salentino di adozione, Roberto De Maggi, saranno al via con la Peugeot 208 Rally classe R2C, al debutto sulle strade salentine.


Casarano

Giornata di fuoco: bruciano ettari di campagne a Casarano

Pubblicato

il

Giornata intensa di lavoro per i Vigili del Fuoco e per i volontari della Protezione Civile di Casarano.

Diversi gli incendi che hanno interessato terreni intorno all’abitato di Casarano; in particolare uno in contrada Petrose esteso per circa 3 ettari. Qui, sono stati impegnati anche i volontari Aib della Protezione Civile di Parabita.

Di seguito le foto della Protezione Civile di Casarano.

Continua a Leggere

Attualità

Covid, 12 casi in provincia

I casi di Coronavirus con una incidenza dell’1,5%, sono in lievissima risalita

Pubblicato

il

sSu 6.893 test per l’infezione da Covid, oggi 18 giugno, in Puglia si sono registrati 106 casi positivi, con una incidenza dell’1,5%, (leggera risalita). Sono così suddivisi:  25 in provincia di Brindisi, 23 in provincia di Bari, 20 in provincia di Taranto, 19 in provincia di Foggia, 12 in provincia di Lecce, 7 nella provincia Bat, 1 caso di residenza non nota, 1 residente fuori regione riclassificato e attribuito.

Ci sono stati anche 4 decessi:, di cui 2 nel Leccese, uno nel Brindisino e uno nel Foggiano. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.603.966 test e sono 236.813 i pazienti guariti. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 252.757 e sono 9.343 i casi attualmente positivi.

Continua a Leggere

Attualità

Green Pass Covid, come ottenerlo

Avrà una diversa durata a seconda se si è guariti dal Covid, se si è fatto il primo vaccino e…

Pubblicato

il

Così si scarica il green pass

Collegandosi al sito del governo (www.dgc.gov.it), il sito del fascicolo sanitario regionale www.fascicolosanitario.gov.it, selezionando la Regione di residenza, l’app Immuni o l’app IO., si potrà scaricare il green pass, gratuitamente.

Basterà inserire il numero di tessera sanitaria e uno dei codici unici ricevuti, inviati via sms o via mail dal Ministero della Salute, ai contatti forniti al momento della prestazione, e saranno: avvenuta vaccinazione (sia prima dose, sia completa), avvenuta guarigione, esito negativo del tampone nelle ultime 48 ore.

Il formato cartaceo da medici e farmacisti

Chi non ha “mano digitale”, non possiede un cellulare di ultima generazione o non sa usare un computer, potrà rivolgersi a uno tra medico di base, pediatra di libera scelta o farmacista.

Tramite il codice fiscale e i dati della tessera sanitaria, il medico potrà verificare i requisiti e scaricare la certificazione verde, che a questo punto si potrà stampare.

Il pass, che sia digitale o cartaceo, è un QR code che può essere letto da chi è autorizzato alla verifica.

Quanto dura il green pass

Il green pass si ottiene quando si stati vaccinati, guariti da Covid, o in possesso di test molecolare o antigenico negativo.

Queste categorie avranno lo stesso certificato ma una differente durata: chi ha ricevuto la prima dose del vaccino avrà un pass valido da 15 giorni dopo l’iniezione al richiamo; per chi ha fatto anche il richiamo, da subito e per i successivi 9 mesi; per chi è guarito dal Covid, 6 mesi dal certificato di guarigione, per chi ha eseguito il test, 48 ore. Se ci si contagia (e alla scadenza) il pass viene revocato.

Il green pass europeo

Serve per riprendere a viaggiare. In Italia, sarà necessario disporne per raggiungere aree arancioni o rosse (al momento l’Italia è in gran parte bianca e in alcune regioni gialla).

Sarà necessario per viaggiare tra i 27 Paesi membri della Ue, più Islanda, Norvegia, Liechtenstein e Svizzera.

Il certificato italiano, al quale si può accedere da ieri, dal primo luglio sarà valido come Eu digital Covid certificate in tutti i Paesi dell’Unione europea.

Il green pass in Italia per matrimoni ed eventi

Per partecipare a eventi sportivi, spettacoli, concerti, feste e matrimoni e per andare a ballare in discoteca (quando saranno riaperte) sarà necessario esibire il green pass. Per questa ragione il Dpcm autorizza a  controllare, chi ne è in possesso, non soltanto pubblici ufficiali e «vettori aerei, marittimi e terrestri», ma anche i gestori di pubblici esercizi e strutture ricettive e il «personale addetto al controllo delle attività di spettacolo in luoghi aperti al pubblico».

Il green pass in Italia per le visite nelle Rsa

Per chi vuole entrare in una struttura sanitaria per anziani, per tornare a far visita ai loro cari dopo mesi di isolamento, sarà obbligatorio esibire il certificato verde.

Si entra con il pass anche a fiere, convegni e congressi (che possono essere organizzati dal primo luglio).

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus