Connect with us

Sport

Serie A, è già corsa al pronostico: che campionato disputerà il Lecce?

Pubblicato

il

Il prossimo campionato di Serie A si preannuncia scoppiettante. Sono stati sorteggiati i calendari, in vista della partenza per il prossimo 13 agosto (al “Via del Mare” arriverà l’Inter di Mister Inzaghi). Come noto, il Mondiale in Qatar sconvolgerà il calendario generale e per due mesi, da novembre a gennaio, la Serie A sarà ferma. Dopodiché corsa fino alla fine per giugno 2023, quando verrà eletta la vincitrice dello Scudetto.


Al di là delle favorite per il tricolore, che secondo le quote stilate da alcuni dei migliori siti di scommesse a livello europeo sono nell’ordine Inter, Juventus, Milan, Napoli, Roma, grande attenzione va data anche all’altra metà della classifica, dove figurano le squadre chiamate ad entusiasmare la competizione, quando questa sarà entrata nel vivo.


Ovverosia tutte quelle squadre che lotteranno per migliorare la classifica dello scorso anno e per salvarsi.


A rendere più eccitante il campionato ci ha pensato la scorsa Serie B, che ha portato in A per la prima volta il Monza di Berlusconi e Galliani e che ha riaccolto la Cremonese. Due squadre lombarde che andranno a portare a cinque il numero di squadre della regione, di gran lunga la più rappresentata. Infine il Lecce, tornato in Serie A dopo una cavalcata trionfale e per nulla scontata, guidato sapientemente da Marco Baroni e voglioso di mantenere a tutti i costi la massima serie.


Il progetto è chiaro: i salentini stanno curando tutto nei minimi dettagli per vivere alla meglio un campionato di certo anomalo, e proprio per questo da non sottovalutare nel bene e nel male. Per dieci mesi il Lecce dovrà costruire il suo obiettivo. Demiurgo affidabile, hanno però in casa i pugliesi: Pantaleo Corvino, al suo secondo mandato in terra salentina, è tornato ed ha vinto. Come già aveva fatto del resto nell’ultimo scorcio degli anni ’90 del secolo scorso. Molto futuro passa dalle mani del direttore ex Fiorentina. E quindi dal calciomercato, che vede il Lecce grande protagonista, a due settimane dall’inizio delle operazioni. Qualche colpo già è arrivato.

Coda e Strefezza sono stati riscattati, ma una partenza di uno dei due non è da escludere.


Nel frattempo dallo Zurigo arriva Assan Ceesay e dalla Juventus presto si aggiungerà Gianluca Frabotta. Terzo acquisto dopo l’arrivo di Federico Brancolini, portiere classe 2001 di cui si parla un gran bene. Obiettivi raggiunti ed altri da raggiungere per Corvino, una storia tutta da scrivere.


Che campionato farà il Lecce il prossimo anno? C’è da scommetterci: i salentini venderanno cara la pelle. Perché le intenzioni, a differenza dell’ultima volta in A, sono del tutto diverse. E l’obiettivo da raggiungere, stavolta, è quasi più di un diktat.


Dai Comuni

Tre ori nel dorso e qualificazione agli Europei per Federica Toma

Pubblicato

il

Al Polo Acquatico Frecciarossa di Ostia cala il sipario su una tre giorni che la ruffanese Federica Toma ricorderà a lungo.

L’atleta salentina, 20 anni, ha messo a segno un triplete aggiudicandosi tre ori nel dorso, 50,100 e 200 e guadagnando la terza qualificazione individuale per l’Europeo di Roma, non solo perché ha vinto, ma anche perché ha nuotato sotto il tempo limite richiesto.

“Non penso ci siano parole per descrivere questa emozione. Sarò all’Europeo, in casa, sarà bellissimo”, ha commentato.

Un sogno coltivato nell’acqua delle piscine di Euroitalia, a Casarano, che diventa realtà. I tanti sacrifici della giovane atleta di Ruffano iniziano a dare frutti importanti.

Continua a Leggere

Casarano

Calcio: il Casarano pronto a ripartire

Nessun proclama, ma un programma di alto profilo nell’allestimento di una rosa composta da calciatori esperti e under di carattere, capace di scendere in campo senza timori reverenziali per alcuna compagine da affrontare

Pubblicato

il

In due round il Casarano Calcio torna alla grande sul difficile ring del girone H della serie D: si è trattato di due conferenze-stampa molto coinvolgenti per addetti ai lavori e tifosi, nel corso delle quali sono stati presentati il direttore sportivo Francesco Montervino nella prima e l’allenatore Giovanni Costantino quattro giorni dopo.

In attesa di giusta sistemazione delle strutture in città, le convention si sono tenute nell’elegante cornice del Grand’Hotel Costa Brada, ospitante d’onore il main sponsor Antonio Filograna Sergio, titolare dell’azienda “Leo Shoes”, e il pensiero dei più attempati presenti è andato ai ricordi degli anni Ottanta/Novanta del patriarca “Mesciu Ucciu”, nel ventennio del professionismo.

In buona sostanza, come già compreso nella serata dedicata al Museo del Calcio Rossoazzurro del 24 giugno, si è verificato un netto ripensamento da parte della Proprietà e del presidente Giampiero Maci, teso a garantire la storica continuazione del calcio ad un certo livello per Casarano e il comprensorio, stavolta però senza inutili proclami boriosi di corazzata e altro: sarà il campo a parlare e profondere i giudizi.

La scelta di un direttore sportivo tra i più esperti come Francesco Montervino, nonché un allenatore giovane e con esperienze internazionali, qual è il 37enne messinese Giovanni Costantino, lascia immaginare un programma di alto profilo nell’allestimento di una rosa composta da calciatori esperti e under di carattere, capace di scendere in campo senza timori reverenziali per alcuna compagine da affrontare.

Si è ormai prossimi alla campagna-acquisti, in modo da essere pronti per il ritiro a Fiuggi dal primo al 14 agosto, poi il 21 in Coppa Italia e lo start in campionato domenica 28, per un’altra intensa stagione al seguito delle Serpi e con eccellenti premesse per i colori rossoazzurri nella lunga battaglia del girone considerato il più complicato della “quarta serie” nazionale.

Non sono mancati, infine, l’attenzione verso il settore giovanile, che sarà tenuto in gran considerazione da mister Giovanni Costantino, e la dichiarazione da parte della Società di un prossimo incontro con i tifosi, ai fini di un necessario ricompattamento, in unità d’intenti tra le componenti per un campionato lungo e difficile, in cui ognuno sarà chiamato a dare il suo contributo secondo le proprie prerogative.

Nella foto in alto: Al tavolo della conferenza-stampa del Casarano Calcio (da sinistra) il direttore sportivo Francesco Montervino, il presidente Giampiero Maci, l’allenatore Giovanni Costantino

Giusepep Lagna

Continua a Leggere

Galatina

Galatina conquista la promozione in B2 

Dopo la parità 2-2 nei singoli grazie alla vittoria nel doppio si è raggiunto l’obiettivo…

Pubblicato

il

Una gara di ritorno infuocata quella dei playoff del tabellone nazionale di Serie C maschile che così come l’andata, è stato un susseguirsi di emozioni ma che oggi ha decretato il CT che conquista la serie B2.

E dopo 10 ore di gioco, 4 singoli e 1 doppio, il CT Giovanni Stasi di Galatina si è imposto sul CT Civitanova, forte del vantaggio 4-2 guadagnato il 26 giugno scorso a Civitanova.

2 vittorie e 2 sconfitte nei singoli nelle prime 7 ore di gara, prima del doppio che ha decretato il successo per il Galatina.

Montinaro Antonio classifica 2/7 ha vinto contro Battista Lorenzo classifica 2/4 col punteggio 7-6 7-5.

Costamagna Alfonso classifica 2/7 è stato sconfitto da Rotilio Ricardo classifica 2/6  5-7 6-7.

Jeremias Rocco classifica 2/4 ha perso contro Gelhard Luca (tedesco) classifica 2/4 con il punteggio dopo 3 set di 4-6 7-6 2-6.

Novo Ignacio classifica 2/8 ha superato Speranzoni Matteo classifica 2/7 con il risultato di 6-2 6-1.

Quindi si è passati al doppio. Nel primo incontro Cardinale/Costamagna sono stati sconfitti da Battista/Speranzoni 2-6 3-6.

Nell’ultimo match della giornata, il doppio Novo/Rocco è riuscito a battere il team avversario Gelhard/Rotilio al terzo set con il risultato 6-4 5-7 12-10.

“Difficile parlare in questi momenti – afferma visibilmente emozionato il capitano Donato Marrocco – dopo una maratona lunghissima durata 10 ore in cui i ragazzi hanno dato il massimo per loro, per il circolo ed anche per la città di Galatina. Sapevamo di potercela giocare, è stata più dura del previsto, ma alla fine è arrivato un risultato importantissimo che ci ripaga dei sacrifici e dell’impegno. Ora è il momento di festeggiare, ce lo meritiamo. Grazie anche al tifo che ci ha dato una mano pazzesca!”

Il tennis Galatina approda in B2 e non si accontenterà sicuramente. I giovanissimi campioni che hanno realizzato questa impresa daranno ancora molte soddisfazioni!

“Un grazie immenso ai ragazzi che ancora una volta ci hanno messo l’anima – commenta il presidente Antonello De Pascalis – un grazie enorme al nostro capitano Donato Marrocco, alla direzione sportiva coadiuvata dal DS Marco Ottaviano, ai numerosi soci del CT “Giovanni Stasi” che sono intervenuti dandoci il loro appoggio ed a tutti gli sponsor che grazie alla loro collaborazione ci hanno permesso di scrivere questa nuova importante pagina per il tennis galatinese”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus