Ci vuole un fiore

Come nel 2017 anche quest’anno il Comune di Calimera aderisce alla settima Giornata Mondiale delle bambine e delle Ragazze indetta da Terre des Hommes che si celebrerà giovedì 11 ottobre.

L’ONG Terre des Hommes da oltre cinquant’anni impegnata nella protezione dell’infanzia, membro della coalizione internazionale Girls Not Brides (Bambine, Non Spose) e dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), è organizzazione leader in Italia nella promozione e protezione dei diritti delle bambine e delle ragazze e svolge un ruolo fondamentale nella diffusione di una cultura del rispetto e della prevenzione della violenza e della discriminazione di genere, a partire dai più giovani. Come ogni anno, Terre des Hommes ha scattato la fotografia della condizione delle bambine e delle ragazze in Italia e nel mondo riportata in un Dossier presentato il 10 ottobre al Senato della Repubblica a Roma. Segna un drammatico record il numero dei minori vittime di reati in Italia: 5.788 nel 2017, l’8% in più dell’anno precedente, il 43% in più rispetto a 10 anni fa, quando erano 4.061. Ancora una volta abusi e violenze si abbattono soprattutto su bambine e ragazze (60% del totale delle vittime). In forte crescita soprattutto il numero dei minori vittime di reati legati alla pedopornografia: +57% per la detenzione di materiale pornografico (per l’86% femmine) e +10% per la loro produzione, che coinvolge per l’84% bambine e ragazze.

Quest’anno, per celebrare la Giornata Mondiale, l’Amministrazione comunale esporrà lo striscione arancione con la scritta “11 OTTOBRE: Giornata Mondiale delle bambine e delle ragazze”, fornito da Terre des Hommes. In accordo con l’Istituto comprensivo venerdì 12 ottobre avvierà una campagna di sensibilizzazione, coinvolgimento e partecipazione delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi dal titolo “Ci vuole un fiore” sui temi della Giornata Mondiale, con particolare riferimento alle problematiche del bullismo e del cyber bullismo. Tra le altre iniziative, l’Ente colorerà con il colore arancione la pagina Facebook del Comune invitando l’intera cittadinanza sui social a partecipare alla Campagna indossando qualcosa di arancione o utilizzando la “cornice” dedicata per il profilo Facebook creata e resa disponibile da Terre des Hommes, accompagnando il post con gli hashtag ufficiali #OrangeRevolution #indifesa.

Tags:


Commenti

commenti