Connect with us

Cronaca

Accoltella il padre: arrestato

Terrorizza anche la sorella e finisce in manette per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia

Pubblicato

il

Nella serata di ieri i carabinieri di Squinzano hanno arrestato in flagranza di reato Luigi Tardio.

L’uomo è accusato di tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia. Classe 1985, residente a Squinzano, celibe, disoccupato e censurato, Tardio coabitava con il padre e la sorella. Nell’ultimo periodo aveva reso la vita dei due familiari un inferno. Ieri, alle 15 circa, ha provato ad ammazzare il padre che ha provveduto a chiamare il 112 da cui è scaturito l’intervento dei carabinieri di Squinzano.

tardioI militari hanno quindi disarmato (con le buone) il giovane, infervoratosi per una lite durante il pranzo. Mentre i tre erano a tavola, infatti, il 30enne ha preso tutta la carne presente in casa e se l’è portata in camera. Il padre lo ha raggiunto chiedendogli conto di tale comportamento. Per tutta risposta il figlio ha preso il coltello da cucina e ha provato a colpirlo collo. Con un riflesso, il padre ha limitato le ferite a pochi tagli al mento e alla guancia sinistra, nonché alla mano destra usata per ripararsi. La camera da letto, comunque, è diventata un lago di sangue.

Il personale del 118 intervenuto ha riscontrato diverse ferite lacero-contuse, comunque lievi. In caserma poi, in sede di denuncia, il padre ha riepilogato una serie di episodi di violenza e minaccia subiti dal figlio nell’ultimo periodo. Anche nella giornata di ieri Luigi, rientrando a casa all’ora di pranzo aveva esordito dicendo: “Oggi vi ammazzo a tutti e due”.

Le cause dei litigi erano sempre futili. Luigi, in passato seguito dal centro di igiene mentale di Campi, oltre a spaventare il padre ha anche rivolto le sue minacce di morte nei confronti della sorella nell’ultimo periodo. Sorella, che sentita in sede di sommarie informazioni, oltre a confermare quanto denunciato dal padre in materia di tentato omicidio e di maltrattamenti in famiglia, ha aggiunto di essere ormai terrorizzata dal fratello.

Per tutta questa serie di motivi, Luigi Tardio è stato associato arrestato nella tarda serata di ieri, su disposizione della Procura.

Cronaca

Ambulante entra con una pietra in un ristorante e minaccia di scagliarla

I tanti avventori del locale, allibiti e preoccupati del gesto insano, si sono difesi

Pubblicato

il

Attimi di paura in un ristorante di Santa Maria al Bagno. Un giovane migrante, dopo essere entrato  in un ristorante con l’intento di vendere la sua merce è stato allontanato dai clienti dei tavoli.

Poco dopo, si è ripresentato nel locale con in mano una pietra ed ha minacciato di scagliarla contro qualcuno se non gli avessero acquistato qualcosa.

I tanti avventori del locale, allibiti e preoccupati del gesto insano, si sono difesi minacciando il ragazzo, che ha pensato bene di darsela a gambe.

Allertati i carabinieri di Nardò sono intervenuti poco dopo, ma del ragazzo non c’era  più traccia.

Continua a Leggere

Cronaca

Terremoto in Albania, la terra trema anche in Salento

Alle 16,04, la scossa con epicentro sulla costa settentrionale albanese a 6 km da Durazzo e chiaramente avvertita anche nella nostra provincia

Pubblicato

il

L’onda unga di un terremoto con epicentro a 6 km da Durazzo (20 km di profondità) in Albania ha fatto tremare anche il Salento.

Tanta la paura avvertita da milioni di persone nell’area, anche nella vicina capitale Tirana:

La scossa, registrata alle 16,04, è stata chiaramente avvertita in molte zone del Sud Italia soprattutto del Salento e del Capo di Leuca e in modo particolare da chi abita su piani rialzati.

Il sisma che ha avuto origine sulla costa settentrionale albanese ha interessato diversi Paesi: Bulgaria, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Kosovo, Montenegro, Serbia, Macedonia del Nord e Albania.

Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma.

Continua a Leggere

Cronaca

Scontro all’alba sulla Montesano-Lucugnano

Vigilantes perde il controllo della sua Panda sbatte su un palo e sul muretto, va in testacoda e si scontra con auto che sopraggiungeva…

Pubblicato

il

Incidente stradale alle 6,30 di questa mattina sulla Montesano – Lucugnano, all’uscita di Montesano.

Un vigilantes della BCS ha perso il controllo della sua vettura di servizio, una Fiat Panda, ed è andato a sbattere su un palo e su un muretto.

Dopo che la sua auto è andata in testacoda si è scontrato con una Renault Kadjar che sopraggiungeva.

Il vigilantes è stato sbalzato fuori ed è finito in un canale di raccolta dell’acqua piovana.

Necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Tricase per tirarlo fuori.

Trasportato in codice rosso presso l’ospedale di Lecce è comunque fuori pericolo.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus