Connect with us

Aradeo

Furto di tablet, francobolli, snack e bibite. La notte folle di 4 (quasi) ragazzi

I quattro giovani, tutti gravati da precedenti per rapina, furto e spaccio di stupefacenti, non erano in grado di giustificare il possesso di tali oggetti.

Pubblicato

il

All’una di notte un equipaggio della stazione carabinieri di Scorrano ha fermato quattro soggetti sospetti a bordo di una Fiat Punto di colore nero, mentre si accingevano a fare rifornimento presso un distributore di benzina sito sulla SS 16.

Visto l’atteggiamento allarmato dei quattro, si procedeva a una perquisizione che consentiva di rinvenire: oltre 300 monete per un totale di 102 euro; circa 200 francobolli di diverso valore; banconote per un totale di 130 euro; tre passamontagna, guanti in gomma e svariati arnesi da scasso; quattro cellulari e tre Tablet nuovi; 14 schede telefoniche; vario materiale di cancelleria; tre buste piene di snack e bibite;  un paio di manette matricolate del tipo in uso alle forze di polizia.

I quattro giovani, tutti gravati da precedenti per rapina, furto e spaccio di stupefacenti, non erano in grado di giustificare il possesso di tali oggetti.

Dopo un paziente lavoro di ricognizione e con il supporto dei colleghi della stazione carabinieri di Soleto giunti in ausilio, i militari riconducevano il materiale e il denaro a due furti non ancora scoperti dalle vittime.

In particolare risultava che i tablet, i cellulari e i francobolli erano stati rubati dal municipio di Castrignano dei Greci, insieme alle manette in dotazione al locale corpo di Polizia municipale. Gli snack e i contanti invece erano il bottino di un furto con scasso commesso in una lavanderia a gettoni di Corigliano.

Entrambi i furti erano stati commessi poco prima.

Successive perquisizioni domiciliari effettuate nel corso della notte presso le abitazioni dei 4 facevano rinvenire un fucile da caccia con matricola abrasa e una modica quantità di sostanza stupefacente del tipo mariujana.

I quattro sono: T.S.D., classe 1997 di Cutrofiano. F.W.G., classe 1988 di Neviano. C.A., classe 1986 di Aradeo e S.S., classe 1996, di Cutrofiano. I quatto giovani sono stati deferiti in stato di libertà a vario titolo per furto con scasso, ricettazione, possesso di grimaldelli e detenzione di arma clandestina, nonché uno di loro è stato segnalato alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. La refurtiva riconosciuta dai proprietari è stata riconsegnata agli aventi diritto, mentre la restante parte del materiale è stato sottoposto a sequestro in attesa di accertarne la provenienza.

Continua a Leggere

Aradeo

Cede cric, ferito meccanico

Stava cambiando pneumatico a tir: trasportato d’urgenza in ospedale

Pubblicato

il

Incidente sul lavoro in mattinata ad Aradeo dove un meccanico è rimasto ferito mentre cambiava uno pneumatico.

L’uomo era sotto ad un tir quando improvvisamente il cric ha ceduto ed il mezzo lo ha colpito.

L’episodio è accaduto nel parcheggio del supermercato che si colloca dinanzi al municipio di Aradeo.

Soccorso dal 118, il malcapitato, un ragazzo di 24 anni, è stato trasportato d’urgenza al “Fazzi” di Lecce. Intanto il posto è stato raggiunto anche dagli ispettori Spesal che hanno appurato che sul siano rispettate tutte le norme di sicurezza presso il luogo di lavoro del meccanico stesso.

Continua a Leggere

Aradeo

Controlli anticaporalato: un deferimento

Nei guai donna di Aradeo: la sua società agricola ha 9 lavoratori ma non rispetta le regole

Pubblicato

il

Task force “anticaporalato” dei carabinieri e del personale N.I.L. e NAS di Lecce a segno in quel di Aradeo.
Una donna di Galatina, 50enne, è stata deferità in stato di libertà nella giornata di ieri.
Il reato contestatole dai militari è in materia di sfruttamento del lavoro.
In particolare la società agricola di Aradel,  di cui la donna è amministratore unico, si avvaleva del lavoro di 9 cittadini extracomunitari senza consegnar loro i dovuti dispositivi di protezione individuale indicati nel documento di valutazione dei rischi; senza installare sui luoghi di lavoro prescritti bagni chimici e senza registrare sul libro unico del lavoro le effettive giornate lavorative prestate.
Continua a Leggere

Aradeo

Controlli serrati sul litorale ionico: denunce e un arresto

Droga, furti e inosservanza di norme: carabinieri in azione da Nardò in giù

Pubblicato

il

Su tutto il litorale ionico, dalla “Città Bella” e fino a Nardò, Sannicola e Galatone, i Carabinieri della Compagnia di Gallipoli hanno attuato una massiccia intensificazione dei controlli finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, con particolare attenzione ai furti in spiaggia e, soprattutto, al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, specialmente nei pressi delle discoteche e locali di intrattenimento pubblico.

Dopo i primi due fine settimana del mese di agosto, ben 17 sono i soggetti segnalati alle competenti Prefetture per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti, soprattutto hashish e marijuana e, in due casi, anche cocaina.

Allerta ai reati contro il patrimonio: nel corso del fine settimana i militari dell’Aliquota Radiomobile, in località Baia Verde, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di furto, nello specifico un ladro di telefoni cellulari sulle spiagge, fenomeno tipicamente estivo.

Si tratta di ALI Njae, gambiano classe ’97, già noto alle Forze dell’Ordine.

Il predetto come appurato dai Carabinieri si era appropriato dello zaino di un turista, per darsi successivamente alla fuga. Ne è scaturito uno repentino inseguimento a piedi, degno di un film d’azione, dove il Brigadiere Capo Equipaggio della pattuglia, ha avuto la meglio sull’atletismo del ragazzo, rinvenendo la borsa poi restituita alla vittima, unitamente ad altri 4 cellulari provento di altrettanti reati della stessa specie. Il giovane è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Lecce. Sempre i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M., nel corso dei continui controlli all’interno dell’area nevralgica di Baia Verde, hanno deferito in stato di libertà un altro soggetto, F.A., campano cl.’91, perché sulla spiaggia si era impossessato di un borsello di un turista barese, con all’interno la somma contante di 500 euro, il tutto è stato rinvenuto e restituito all’avente titolo.

Sempre i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M., nel corso dei continui controlli all’interno dell’area nevralgica di Baia Verde, hanno deferito in stato di libertà un altro soggetto, F.A., campano cl.’91, perché sulla spiaggia si era impossessato di un borsello di un turista barese, con all’interno la somma contante di 500 euro, il tutto è stato rinvenuto e restituito all’avente titolo.

Ad Aradeo, invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un giovane del posto cl.’96, responsabile del furto di una borsa da donna con all’interno documenti vari e la somma di 750 euro.

A Sannicola un giovane neretino classe 2000, M.G., è stato denunciato perché trovato in possesso di un coltello lungo 22 cm.

La località Baia Verde è stata altresì interessata da approfonditi controlli di natura amministrativa, estesi in particolare sui venditori di cibo e bevande e friggitorie ivi presenti: un bar è stato pesantemente sanzionato per aver somministrato bevande alcoliche ad un minore di anni 18.

Altri due venditori di panini sono stati sanzionanti rispettivamente il primo per aver esercitato la somministrazione di bevande in forma fissa anziché itinerante come previsto dalla licenza e il secondo per aver abusivamente occupato con tavolini e sedie una porzione di area demaniale superiore a quella concessa da licenza.

Infine non sono mancati controlli alla circolazione stradale: nella fattispecie sono due le denunce per guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche. Due uomini, uno di Supersano, M.A. cl.’64 e uno del Modenese, M.D. cl.’84, sono stati deferiti a piede libero per un tasso rispettivamente del 2,05 e 1,33 G/L, con conseguente ritiro patenti e sequestro veicoli.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus