Connect with us

Cronaca

I nostri Vigili del Fuoco al lavoro in Albania

Mentre la terra continua a tremare e il bilancio delle vittime sale anche i pompieri salentini scavano tra le macerie

Pubblicato

il

Mentre la terra continua a tremare in Albania (una nuova violenta scossa ha colpito Durazzo poco prima di mezzogiorno, scatenando il panico tra residenti e soccorritori nei pressi dell’hotel Miramare, sbriciolato dal sisma di martedì) si continua a scavare tra le macerie.

Il bilancio provvisorio è purtroppo salito ad oltre 40 vittime, secondo quanto dichiarato alla tv albanese dal premier Edi Rama. Altri nove corpi sono stati estratti dalle macerie durante la notte. Tra le vittime, ha precisato il premier albanese, ci sono anche quattro bambini tra i tre e gli otto anni e 17 donne. La maggior parte delle vittime è a a Thumane, dove sono state interrotte le ricerche dei dispersi.

Tra i soccorritori sin dal giorno dopo il sisma ci sono anche i Vigili del Fuoco salentini (nove unità dai distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce ingegneri e funzionari)  giunti a Durazzo la sera del 26 novembre a bordo della nave militare Dattilo.

Anche loro stanno dando l’anima nel tentativo disperato di trovare persone ancora in vita sotto le macerie.

Quest’oggi si stanno occupando in particolare di un’abitazione di tre piani abitata da un’intera famiglia e crollata su se stessa (vedi foto).

La palazzina era abitata da un’intera famiglia: dai nonni ai nipoti, 8 persone, una solo in salvo. Sei le vittime i cui corpi sono stati recuperati nel pomeriggio, gli ultimi 4 corpi di una ragazzina di 6/7 anni, due gemellini di un anno e mezzo e una donna adulta, la nonna.

Nella notte ritrovato anche l’ultimo disperso, un anziano disabile.

La sezione operativa di Lecce per là questo venerdì si è spostata su un un’altro cratere di ricerca.

 

 

Cronaca

Droga e armi in casa: arrestato

Uomo di Poggiardo fermato dopo perquisizione domiciliare

Pubblicato

il

In casa droga e una pistola.

Arrestato a Poggiardo un 35enne del posto sorpreso dai carabinieri nella propria abitazione in possesso di droga e armi.

Già noto per spaccio, Maggio Francesco (questo il suo nome) era atteso dai militari davanti casa. I carabinieri lo avevano notato aggirarsi con fare sospetto ed hanno atteso che rientrasse a bordo della sua bicicletta.

In casa poi la scoperta. Qui sono stati rinvenuti oltre 6 grammi di eroina, 2 bilancini elettronici funzionanti e ritagli di cellophane quale materiali atti al confezionamento. Poi, 81 pastiglie di suboxone (metadone in pastiglie); una pistola beretta calibro 22 con matricola abrasa e con relativo caricatore; 2 proiettili inesplosi cal.7,65×25 per pistola; 3 artifizi esplosivi artigianali da grammi 23 ciascuno.

Il tutto è stato sottoposto a sequestro. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Lecce, a disposizione dall’autorità giudiziaria.

Continua a Leggere

Castrì

Casa distrutta da esplosione: arrestato 65enne

Fermato 65enne reo di aver preparato fuochi artificiali illegalmente nella proprio abitazione facendola accidentalmente saltare in aria

Pubblicato

il

È finito in arresto l’uomo che ieri, a Castrì di Lecce, ha messo repentaglio la sua vita e quella dei suoi vicini di casa provocando delle esplosioni a catena nella sua abitazione all’ora di pranzo (qui tutte le foto).

Luigi Don Francesco, 65enne del posto, è accusato di aver maneggiato in casa, in assenza di autorizzazioni di pubblica sicurezza, polvere pirica illegalmente acquisita, allo scopo di fabbricare illegalmente artifizi pirotecnici.

L’esplosione, accidentalmente provocata, ha causato il crollo del solaio dell’abitazione del 65enne, compromettendo gravemente la stabilità di due abitazioni adiacenti e lesionando arredi esterni dell’abitazione sul lato opposto strada.

Danni anche a due autovetture parcheggiate in strada.

A causa dell’evento è stato disposto anche il forzato trasferimento dei nuclei familiari delle abitazioni adiacenti. Una donna anziana e una coppia di coniugi hanno dovuto lasciare le loro case.

L’immobile dal quale è partita l’esplosione è stato sequestrato in attesa di verifiche strutturali a cura ufficio tecnico comunale.

La strada, sottoposta a limitazione traffico su sola carreggiata opposta al crollo.

I carabinieri hanno poi rinvenuto sul posto, e sequestrato, 7 kg di polvere pirica, 5 barattoli contenti circa 200 inneschi per cartucce da fucile da caccia, 21 cartucce cal. 20, 25 metri di artifizi pirotecnici privi di riferimenti produttivi, verosimilmente confezionati in modo artigianale, illegalmente detenuti.

Il 65enne finito in arresto è stato anche sottoposto a medicazione per le ferite riportate, ritenute guaribili in 10 giorni.

Continua a Leggere

Cronaca

Spongano: rifacimento estramurale e deviazioni al traffico

Pubblicato

il

È iniziato questa mattina l’intervento di rifacimento del manto stradale di una delle principali vie di Spongano.

Sulla via Estramurale, interessata quotidianamente non solo da traffico locale ma anche da traffico extraurbano, e che convoglia in Spongano anche vetture dirette in paesi limitrofi, da stamattina, come comunica il Comune, è iniziato il lavoro di fresatura del fondo stradale.

Per consentire l’opera, la viabilità verrà monitorata dalla Polizia Municipale e dalla locale Protezione Civile, pertanto il traffico sulla strada sarà ridotto,e in parte deviato.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus