Connect with us

Cronaca

Maltrattava la moglie, arresto ad Ugento

Costringeva la donna ad un clima di costante terrore e turbamento emotivo del tutto incompatibile con le normali condizioni di tranquillità, inducendola a temere per la propria incolumità

Pubblicato

il

Arresto per maltrattamenti in famiglia ad Ugento.

L’uomo è stato arrestato alla fine delle indagini avviate dai carabinieri dopo al denuncia querela della moglie.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Lecce su richiesta della locale Procura della Repubblica, perché l’uomo, da diversi anni, avrebbe tenuto condotte “reiterate, brutalmente violente, aggressive, sopraffattorie ed anche lesive dell’integrità fisica e morale”, maltrattando la moglie e costringendola a vivere in “un clima di costante terrore e turbamento emotivo del tutto incompatibile con le normali condizioni di tranquillità, inducendola a temere per la propria incolumità”.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Lecce.

Cronaca

Spongano: rifacimento estramurale e deviazioni al traffico

Pubblicato

il

È iniziato questa mattina l’intervento di rifacimento del manto stradale di una delle principali vie di Spongano.

Sulla via Estramurale, interessata quotidianamente non solo da traffico locale ma anche da traffico extraurbano, e che convoglia in Spongano anche vetture dirette in paesi limitrofi, da stamattina, come comunica il Comune, è iniziato il lavoro di fresatura del fondo stradale.

Per consentire l’opera, la viabilità verrà monitorata dalla Polizia Municipale e dalla locale Protezione Civile, pertanto il traffico sulla strada sarà ridotto,e in parte deviato.

Continua a Leggere

Castrì

Boato a mezzogiorno: esplosione e casa distrutta

Pubblicato

il

Un forte boato, e poi un altro ancora, all’ora di pranzo hanno scosso la quiete domenicale di Castrì di Lecce.

Delle esplosioni in Vernazza, alle 12:35, hanno provocato ingenti danni ad una abitazione privata ed anche a delle case limitrofe.

Necessario l’intervento dei vigili del fuoco con gli artificieri, della protezione civile e dei carabinieri.

La causa che nell’immediato sembrava essere la più plausibile, ossia l’esplosione di una bombola, è stata presto smentita.

Gli scoppi provenienti dall’abitazione di un 65enne del posto sono stati provocati dallo stesso uomo che, involontariamente, mentre maneggiava della polvere pirica, ha provocato delle esplosioni a catena.

Mentre sono state avviate indagini per ricostruire dettagliatamente l’accaduto, il responsabile è stato soccorso e medicato dal 118. Fortunatamente non gravi le ferite. Un miracolo che nessuno sia rimasto colpito gravemente.

L’abitazione è stata invece letteralmente divelta dalle esplosioni. E ingenti sono anche i danni alle case confinanti, nonché ad alcune vetture in strada.

Elementi che potrebbero complicare la posizione del 65enne, visto che il materiale pirotecnico in suo possesso non sarebbe legalmente detenuto.

Foto della Protezione Civile di Castrì.

Continua a Leggere

Cronaca

Tricase Porto: furti nella notte

Ladri si introducono indisturbati in zona Isola e distruggono lavandini e sanitari per rubare rubinetteria, materiale ferroso e cavi elettrici

Pubblicato

il

Di casa in casa, hanno approfittato dell’assenza dei proprietari, hanno rubato e se la sono svignata indisturbati.

È stata una notte di furti quella di Tricase Porto. Una serie di case a ridosso del litorale che porta alla marina di Andrano (non distanti dalla nota “isola”), abitate nel periodo estivo e chiuse per gran parte della stagione invernale, sono state “visitate” nella notte da ignoti ladri.

La scoperta stamattina, ad opera di una delle vittime dei furti.

I carabinieri nelle scorse ore si sono recati sul posto. Nelle case (ovviamente lasciate vuote dai proprietari nella stagione fredda) i ladri hanno distrutto lavandini, bidet e docce per rubare rubinetteria e materiale ferroso. Così come nelle cucine, dove hanno asportato gli ugelli.

In uno degli appartamenti sono stati rubati nientemeno che i cavi dell’impianto elettrico.

Chiaro come il danno, a questo punto, sia ben più alto del valore del singolare bottino.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus