Connect with us

Cronaca

Ruba 4mila euro alle poste ma viene bloccato dai carabinieri

Alcuni dipendenti hanno accusato un malore a seguito dell’evento. Sul posto i Carabinieri della stazione di Lecce

Pubblicato

il

Ancora una rapina presso l’ufficio postale di via Pietro Vincenti a Lecce ma questa volta al rapinatore è andata male. Braccato dai carabinieri lo hanno tratto in arresto. Si tratta di Carlo Martena, 50enne di Lecce. Intorno alle 14.30 l’uomo, travisato da un cappuccio e da una t-shirt avvolta attorno al collo si è introdotto all’interno dell’ufficio postale e, minacciando gli impiegati con un cacciavite, li ha costretti a consegnargli il denaro in cassa.

Riempitesi le tasche, si è dato alla fuga in via Benedetto Croce dove però è stato notato dai carabinieri della stazione di Lecce. I militari allertati anche da alcuni passanti lo hanno inseguito e bloccato dopo pochi metri, all’altezza di Piazza Partigiani. Ad acciuffare il rapinatore, il comandante della stazione luogotenente Luigi Petrone assieme ad uno dei suoi uomini.

Dopo le dovute indagini sono state sequestrate le banconote rubate, circa 4000 euro. Il denaro, una volta sequestrato, è stato restituito all’ufficio postale derubato dove intanto era giunta un autoambulanza a seguito di un malore accusato da due dipendenti dopo la tentata rapina. Accusato di rapina aggravata, su disposizione del magistrato di turno Dott. NEGRO per Martena si sono aperte le porte del carcere.

Il Comandante provinciale carabinieri di Lecce, Colonnello Giampaolo Zanchi, si è personalmente complimentato con i militari operanti per i quali ha avuto parole di apprezzamento evidenziando il coraggio e la determinazione con la quale hanno operato assicurando alla giustizia il rapinatore.

Cronaca

Violento incidente: trauma critico per uno dei coinvolti

Pubblicato

il

Incidente nel centro abitato di Taviano nel primo pomeriggio di oggi.

Sinistro violento che ha visto coinvolti 3 feriti, in via Petrarca, dopo le 14.

Uno dei 3 malcapitati, il più grave, dopo i soccorsi prestati dai presenti, è stato raggiunto dal 118 ed accompagnato all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Trauma lombare per lui: condizioni critiche ma non a rischio vita.

Per gli altri 2 invece controlli al “Ferrari” di Casarano, per ferite più lievi.

Continua a Leggere

Casarano

Estorsione continuata: in carcere 40enne

Arresto a Casarano per reati commessi tra Diso, Tricase, Melissano e Tricase

Pubblicato

il

Arresto a Casarano nelle scorse ore: una donna del posto è finita in carcere su ordine emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce, Ufficio Esecuzioni Penali.

Si tratta di Caterina Bevilacqua, 40enne, finita nel mirino della giustizia già da tempo per il reato di estorsione continuata in concorso commesso, mediante la compravendita di capi di bestiame, tra Casarano, Melissano, Diso e Tricase, nel periodo dal dicembre 2015 al gennaio 2016.

La donna è stata condannata alla pena residua definitiva di 5 anni, 2 mesi e 29 giorni di reclusione. Espletate le formalità di rito, è stata tradotta presso la casa circondariale di Lecce, così come disposto dall’autorità giudiziaria.

Continua a Leggere

Cronaca

Scorrano: consigliera dona suoi gettoni presenza

Il nobile gesto in contemporanea con la notizia dell’ok allo scioglimento del consiglio per infiltrazioni mafiose

Pubblicato

il

Un gesto nobile a margine di una notizia amara: una consigliera del comune di Scorrano dona in beneficenza i suoi gettoni presenza per l’attività svolta in Comune, proprio quando la comunità scorranese viene raggiunta dalla sconvolgente notizia dell’imminente scioglimento del consiglio per infiltrazione mafiosa.

Lo riporta LecceNews24 che racconta della scelta della consigliera la quale, pur mantenendo l’anonimato, ha scelto di cedere a chi ne ha più bisogno il frutto del suo tempo speso nel settore pubblico.

I gettoni saranno infatti donati ad una associazione di volontariato che opera nel sociale, in favore di fasce sociali bisognose.

Non cifre milionarie, non una fortuna, ma senz’altro un gesto che fa da esempio in un momento in cui sentimenti come l’onestà e la solidarietà, proprio in determinati contesti pubblici, sembrano aver fatto perdere le tracce.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus