Ruba 4mila euro alle poste ma viene bloccato dai carabinieri

Ancora una rapina presso l’ufficio postale di via Pietro Vincenti a Lecce ma questa volta al rapinatore è andata male. Braccato dai carabinieri lo hanno tratto in arresto. Si tratta di Carlo Martena, 50enne di Lecce. Intorno alle 14.30 l’uomo, travisato da un cappuccio e da una t-shirt avvolta attorno al collo si è introdotto all’interno dell’ufficio postale e, minacciando gli impiegati con un cacciavite, li ha costretti a consegnargli il denaro in cassa.

Riempitesi le tasche, si è dato alla fuga in via Benedetto Croce dove però è stato notato dai carabinieri della stazione di Lecce. I militari allertati anche da alcuni passanti lo hanno inseguito e bloccato dopo pochi metri, all’altezza di Piazza Partigiani. Ad acciuffare il rapinatore, il comandante della stazione luogotenente Luigi Petrone assieme ad uno dei suoi uomini.

Dopo le dovute indagini sono state sequestrate le banconote rubate, circa 4000 euro. Il denaro, una volta sequestrato, è stato restituito all’ufficio postale derubato dove intanto era giunta un autoambulanza a seguito di un malore accusato da due dipendenti dopo la tentata rapina. Accusato di rapina aggravata, su disposizione del magistrato di turno Dott. NEGRO per Martena si sono aperte le porte del carcere.

Il Comandante provinciale carabinieri di Lecce, Colonnello Giampaolo Zanchi, si è personalmente complimentato con i militari operanti per i quali ha avuto parole di apprezzamento evidenziando il coraggio e la determinazione con la quale hanno operato assicurando alla giustizia il rapinatore.

Tags:


Commenti

commenti