Connect with us

Alezio

Traffico internazionale di anabolizzanti: arrestati anche tre salentini

Sgominata organizzazione che vendeva online sostanze dopanti: individuate in tutta Italia spedizioni postali per un valore complessivo di circa un milione di euro

Pubblicato

il

All’alba di questa mattina, il Reparto Operativo dEl Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di Roma, coadiuvato da oltre 200 militari dell’Arma dei Carabinieri in Provincia di Enna e in tutto il territorio nazionale, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa su richiesta della Procura della Repubblica di Enna, dal GIP del Tribunale di Enna, Luisa Maria Bruno, a carico di 12 persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di utilizzo o somministrazione di farmaci o di altre sostanze al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti o come precursori di droghe e  produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti o psicotrope.

Tre 3 delle 12 persone raggiunte da provvedimenti restrittive sono state arrestate in provincia di Lecce: Daniele Morello, 32 anni di Alezio; Alessia Esposito, 28 anni di Gallipoli; Stefano Nunziato, 33 anni, nato a Savigliano (Cuneo) ma residente a Melissano.

I tre erano stati già coinvolti nel maxi sequestro di sostanze anabolizzanti e dopanti, del valore di più un milione di euro operato a luglio scorso (CLICCA QUI) dai carabinieri di Lecce.

L’indagine, brillantemente diretta per oltre due anni dal giovane Sostituto Procuratore Giovanni Romano (da poco prematuramente scomparso), scaturita dal monitoraggio dei social network e dei siti web (piattaforme di e-commerce) utilizzati anche per la vendita ..on line di sostanze anabolizzanti e stupefacenti, ha consentito di individuare una fitta rete di soggetti persone dedite alla distribuzione sul territorio nazionale di tali sostanze.

Gli indagati sono risultati essere utilizzatori massivi di mezzi  di comunicazione telematici, nonché di strumenti di pagamento digitali, anche mediante identità artefatte, allo scopo di eludere eventuali controlli. Gli stessi, inoltre, erano in diretto contatto con centri di distribuzione nelle provincie di Salerno, Lecce e Modena, nonché con altr pregiudicati attivi nel medesimo traffico illegale.

Gli approfondimenti sui canali di vendita hanno consentito di individuare anche collegamenti tra gli indagati e titolari o gestori di palestre, negozi di articoli per “body builder” e, in alcuni casi, giovani atleti non professionisti, quali utilizzatori ultimi delle pericolose sostanze anabolizzanti.

Per tale motivo sono stati emessi anche 57 decreti di perquisizione domiciliare e personale, a carico di altrettante persone.

I numerosi sequestri operati su tutto il territorio nazionale, e le successive analisi chimico­ tossicologiche effettuate sui campioni in parola nei laboratori dei Carabinieri delle Investigazione Scientifiche (RJS) di Roma e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, hanno consentito di riscontrare la produzione clandestina delle sostanze sequestrate, per la maggior parte di provenienza estera.

L’analisi dei flussi finanziari ha permesso, inoltre, di tracciare  transazioni internazionali verso la Bulgaria , la Slovacchia, la Polonia, la Romania e la Serbia, e di attivare i canali di cooperazione Internazionale, ottenendo risultati estremamente positivi in termini di individuazione di  persone  note agli organi di polizia collaterali, ed attivi nel traffico di anabolizzanti.

I sequestri, eseguiti nel corso di due anni di attività investigativa, hanno consentito di sottrarre dal commercio illecito circa 18mila confezioni (flaconi/ blister/ compresse) di sostanze dopanti e stupefacenti, di cui circa 300 flaconi di sostanze stupefacenti (nandrolone), rinvenute all’interno di spedizioni postali individuate in tutta Italia, per un valore complessivo stimato ammontante a circa un milione di euro.

I venditori, nell’ambito del loro e-commerce illecito, dispensavano consigli e terapie su come assumere i farmaci vietati, redigendo veri e propri planning terapici, pur non avendo alcun titolo accademico o competenza in materia.

È stato riscontrato che l’età media degli assuntori di tali pericolose sostanze oscillasse tra i 20 ed i 40 anni, con rari casi di ultra sessantenni utilizzatori di sostanze dopanti per migliorare la loro forma fisica in previsione delle vacanze estive.

Continua a Leggere

Alezio

Cane sfugge al padrone e invade carreggiata: incidente

Pubblicato

il

Un incidente stradale verificatosi nel pomeriggio di ieri è costato la vita ad un cane sulla Gallipoli-Alezio.

Attorno alle 18 il sinistro: sfuggito al padrone, il cane, di grossa taglia, ha invaso improvvisamente la carreggiata finendo sotto ad una autovettura.

L’uomo che lo ha investito ha sbandato provando ad evitarlo, ma non ha potuto scongiurare l’impatto. Per lui, nessuna conseguenza. Nulla da fare, invece, come detto, per la bestiola.

Immagine di repertorio

L’incidente ha provocato rallentamenti al traffico ed un blocco alla circolazione di circa 30 minuti.

Proprietario del cane e uomo alla guida dell’auto hanno poi raggiunto un accordo sui danni.

Continua a Leggere

Alezio

Alezio regina della differenziata

Primo Comune della provincia di Lecce per percentuale di raccolta differenziata. Dato relativo al  2019e certificato da Legambiente e Regione Puglia

Pubblicato

il

Si è svolta a Bari la cerimonia di premiazione  dei Comuni Ricicloni a cura di Legambiente in collaborazione con la Regione Puglia.

L’iniziativa mira a premiare tutti i Comuni pugliesi che hanno raggiunto un’alta percentuale di raccolta di fferenziata e si basa su dati certi e tracciabili.

Alezio ha ricevuto il premio di Comune Riciclone di seconda categoria avendo nei primi 9 mesi del 2019 superato la percentuale del 65% di raccolta differenziata, raggiungendo quindi l’obiettivo di legge.

Alezio registra un dato di raccolta differenziata pari al 74,6% risultando così il sesto Comune in regione e addirittura il primo in provincia di Lecce  ai primi 9 mesi del 2019.

«Un risultato incredibile e mai raggiunto dal nostro Comune negli anni passati. Siamo pienamente soddisfatti», dichiara il sindaco Andrea Barone, «ringraziamo tutti i cittadini che sin dal primo giorno di raccolta differenziata hanno aderito al progetto con entusiasmo e convinzione. Merito soprattutto dell’attento e competente lavoro dell’assessore Eleonora Romano e della sua grande sensibilità nei confronti dei temi ambientali e di salvaguardia del territorio».

«Stiamo investendo tanto nel settore dell’ambiente», sostiene l’assessore all’ambiente Eleonora Romano, «crediamo che la qualità della nostra vita non possa non prescindere dalla tutela dell’ambiente. Ora andiamo avanti con ulteriori iniziative come l’istituzione delle Guardie Ambientali Aletine e la presenza di un Ecomobile per 2 giorni alla settimana a partire da Giovedì 19. Siamo fieri del risultato ottenuto. Alezio e gli aletini meritano questa grande soddisfazione».

«Il cambiamento verso la raccolta differenziata spinta  in poco tempo sta diventando per tutti un modo di vivere»,  aggiunge la Romano, «i risultati sono molto più che incoraggianti ed il riconoscimento ricevuto da Legambiente e dalla Regione Puglia oggi non fa altro che certificare che la strada intrapresa è quella giusta».

In chiusura la Eleonora Romano ringrazia «tutta la Comunità Aletina che sta dimostrando un grande senso civico e tutte le persone che quotidianamente lavorano per garantire ai cittadini il miglior servizio possibile: gli operatori, la Società Gialplast, i tecnici comunali e tutti i colleghi amministratori».

Continua a Leggere

Alezio

Cade mentre pota alberi: muore 49enne

Volo di oltre 8 metri in una villa privata e schianto al suolo. Perde la vita uomo di Alezio

Pubblicato

il

Stava effettuando dei lavori di potatura che gli sono costati la vita.

E’ morto così, poco dopo mezzogiorno, Romeo Reho, 49enne di Alezio, caduto dal cestello di un camion elevatore che aveva preso in affitto per tagliare gli alberi di una villa privata sulla strada provinciale che collega Gallipoli proprio ad Alezio.

La vittima pare sia stata colpita da un ramo e, quindi, sia precipitata nel vuoto. Un volo di 8 metri circa e lo schianto al suolo.

Il trauma cranico non gli ha lasciato scampo: il 49enne è morto sul colpo.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus