Connect with us

Santa Cesarea

Fanno scorta di lamette da barba: arrestati per furto due tarantini

Rubano 25 confezioni di lamette per rasoi in un supermercato di Vitigliano. Ripresi dal sistema di videosorveglianza, vengono arrestati dai Carabinieri di Poggiardo

Pubblicato

il

Nella mattinata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Poggiardo, hanno arrestato due tarantini per furto aggravato all’interno di un supermercato di Vitigliano, frazione del comune di Santa Cesarea Terme.

Vladimiro De Filippis

Vladimiro De Filippis

Carlo De Santis

Carlo De Santis

I due, Vladimiro De Filippis e Carlo De Santis, rispettivamente 35enne e 61enne di Taranto, entrambi con  numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, sono entrati all’interno del supermercato Globus di Santa Cesarea Terme con atteggiamento sospetto e furtivo. Iniziando a girare per le varie corsie, hanno prelevato alcuni prodotti dagli scaffali e, approfittando della distrazione dei commessi, si sono avvicinati alle casse da cui hanno preso numerose confezioni di lamette per rasoi da barba, occultandoli negli indumenti, slip compresi.

Il direttore del supermercato, notato l’atteggiamento sospetto dei due e verificato il furto grazie alle telecamere del circuito di sorveglianza, ha contattato la Stazione dei Carabinieri. I militari di Poggiardo, intervenuti tempestivamente, hanno bloccato i malfattori e, a seguito di perquisizione personale, hanno rinvenuto circa 25 confezioni di lamette per un valore commerciale di oltre 300 euro.

I due, già noti alle forze dell’ordine per reati simili, sono stati tratti in arresto in flagranza di reato e, al termine delle formalità di rito, vista la serie di precedenti, sono stati associati alla Casa Circondariale di Lecce a disposizione del P.M. Dott.ssa Francesca Miglietta.

Attualità

Addio al Guendalina: “Esperienza al capolinea”

Discoteca pronta a chiudere. Il direttore artistico: “Ci hanno lasciati soli, meglio Riccione o una capitale europea”

Pubblicato

il

guendalina

Dopo una estate travagliata, la dichiarazione che lascia di sasso tanti appassionati frequentatori: il Guendalina fa le valigie.

La discoteca di Santa Cesarea potrebbe chiudere definitivamente. Lo si apprende dalle dichiarazioni di Vincenzo De Robertis, riportare da Il Messaggero. De Robertis, direttore artistico del locale da 15 anni, avrebbe affermato: “Abbiamo sognato di trasformare il Salento in Ibiza o Mykonos ma il nostro sogno si è infranto: ci hanno lasciati soli. Meglio Riccione o una capitale europea. Abbiamo fatto il possibile per mantenere il Guendalina qui dove è nato ma penso che l’esperienza sia giunta al capolinea”.

Chiaro tra le righe il riferimento a quanto accaduto dopo le varie vicende di cronaca registrate nel locale negli ultimi anni. L’ultima, quella che avrebbe fatto traboccare il vaso, quella del 28 luglio scorso. Dopo una rissa all’interno della discoteca, il questore aveva deciso di imporne la chiusura per due settimane.

Continua a Leggere

Cronaca

S. Cesarea, giù per le scale con l’auto

Perde il controllo del mezzo di notte e finisce sulla scalinata di Palazzo Sticchi

Pubblicato

il

A San Lorenzo non cadono solo le stelle.

È di qualche giorno fa la fotonotizia di un incidente che, a Santa Cesarea, ha visto un’auto finire giù per delle scale.

Forse una semplice distrazione, forse il buio della notte o la bellezza dello storico palazzo adiacente, il conducente della vettura pare non abbia visto affatto che la strada che stava percorrendo era, in quella direzione, terminata.

Degna di nota la location: si tratta della scalinata che porta a Palazzo Sticchi.

L’auto, nottetempo, all’alba del 10 agosto, è andata a finire giù per gli scalini, restandone prigioniera.

Fortunatamente nessun danno grave. Né a cose né a persone.

Continua a Leggere

Cronaca

Incidente auto-moto: muore 45enne

Violento e fatale impatto per uomo di Cocumola con auto guidata da turista: vani i soccorsi

Pubblicato

il

Un incidente stradale, nel pomeriggio, tra auto e moto, ha strappato la vita ad un uomo di 45 anni.

Il tragico episodio si è registrato a Cerfignano, frazione di Santa Cesarea, ed ha visto coinvolti una turista, alla guida di una Volkswagen, e Giuseppe Rizzello, come detto 45enne, residente a Minervino ma del posto.

Per quest’ultimo, l’impatto mentre alla guida del suo scooter si è rivelato fatale. L’uomo è stato raggiunto dal 118 ma i soccorsi si sono presto dimostrati vani.

Per la donna, nessuna ferita grave ma un forte shock dovuto all’accaduto.

Sul posto i carabinieri che hanno effettuato i rilievi per ricostruire la dinamica dell’incidente.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus