Connect with us

Cutrofiano

Kart, Final Rock Cup: Eliseo Donno nella Top 20

Il pilota di Corigliano d’Otranto 18° su 120 corridori qualificati per la superfinale

Pubblicato

il

Eliseo Donno, pilota kart salentino, di Corigliano d’Otranto, è entrato nella finale mondiale del Final Rock Cup, svoltasi questo weekend sul circuito South Garda Karting.

Contro 102 piloti, dopo essersi qualificato per la finale ha ottenuto il 18 esimo posto assoluto.

Complimenti ad Eliseo al papà Luca Donno, al team Salento Motorsport ed a Manuel Polimeno.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Cu nnu nni riscurdamu… te la lingua noscia

Giornata nazionale dei dialetti: domani alle 18,30, presso le Scuderie del Palazzo Filomarini (Piazza Municipio) a Cutrofiano.  Le testimonianze artistiche di Nandu Popu dei Sud Sound System e Carlo “Canaglia”

Pubblicato

il

Il 17 gennaio di ogni anno tutte le Pro Loco vengono invitate ad inserire nelle loro manifestazioni uno spazio dedicato all’importanza dei dialetti locali.

La Pro Loco di Cutrofiano sin da subito si è avvalsa della collaborazione dell’associazione culturale Sud Ethnic per la realizzazione della manifestazione dal titolo “Cu nnu nni Riscurdamu…te la lingua noscia”.

Un evento che ha visto in questi anni la partecipazione di storici, operatori culturali e artisti (tra gli ospiti dello scorso anno anche il consigliere regionale Sergio Blasi promotore della legge sulle minoranze linguistiche della Regione Puglia).

L’edizione 2020 mette una veste più viva ma anche molto dinamica per il pubblico presente perché potrà interagire con i relatori.

Il tema che si affronterà domani, venerdì 17 gennaio 2020 sarà Cognomi e Soprannomi/’Ngiurie.

Alle ore 18,30, dopo i saluti istituzionali del sindaco Oriele Rolli e dell’assessore alla cultura Lillino Masciullo, la serata curata da Antonio Melegari e Marco Forte sarà moderata dalla prof.ssa Sandra Stefanizzi e quindi passerà la parola a Salvatore Matteo (bibliotecario in pensione), Enzo Ligori (storico e scrittore) e Giovanni Leuzzi (Professore e Poeta Dialettale).

Una lingua non può andare avanti se non viene trasmessa ed è per questo che ogni anno sono coinvolte le scuole elementari del paese e grazie alla sensibilità degli insegnanti della Scuola V. M. Maselli e Don Milani si riesce a far interagire e coinvolgere i ragazzi facendo interpretare loro delle poesie e letture dialettali.

Per l’occasione l’insegnante Pina Romano ha scritto proprio per i ragazzi dei versi inediti dedicati a “Cognomi e ‘Ngiurie cutrofianesi” pensando proprio al tema dell’edizione 2020 della manifestazione.

Durante la serata ci saranno delle testimonianze artistiche importanti, di personaggi che hanno scelto di non utilizzare i propri nome e cognome per la loro carriera artistica ma di utilizzare dei soprannomi, e con loro scopriremo proprio da dove provengono e perché…

Carlo Canaglia

Le Testimonianze Artistiche dell’edizione 2020 sono di Carlo Canaglia (virtuoso del tamburello salentino che da anni contribuisce al fenomeno della riproposta del mondo della musica popolare della nostra terra) e Nandu Popu (cantante dei Sud Sound System).

I due artisti presenti saranno supportati da Vittorio Chittano (fisarmonica) e Alessio Giannotta (ukulele).

Ehi ‘Nzinu ce sta te bbolle intra ‘ddhu còcculu?!

Sta me mangiu La Capu… cce ngiuria tegnu?!

Caminati cu nnui e vvu lu dicimu 

Continua a Leggere

Cronaca

Estorce denaro alla madre con la forza per droga e alcol: arrestato

Uomo di 30 anni finisce in carcere dopo intervento dei carabinieri a Cutrofiano

Pubblicato

il

Aggredita e maltrattata dal figlio tra le mura domestiche.

A Cutrofiano i carabinieri sono intervenuti in difesa di una donna vittima di continui comportamenti vessatori messi in atto dal figlio 30enne.

Questi, infatti, più volte l’avrebbe malmenata per estorcerle del denaro che consumava in droga e alcol.

Il giovane è finito in arresto.

Continua a Leggere

Attualità

Sicurezza urbana: videocamere per Cutrofiano

L’amministrazione comunale spinge sull’acceleratore della sicurezza. In arrivo 29 telecamere di ultimissima generazione per prevenire e contenere fenomeni di insicurezza urbana e inciviltà

Pubblicato

il

Aggiudicata definitivamente, a seguito di procedura di gara, la fornitura e posa in opera del sistema di videosorveglianza a Cutrofiano.

Pertanto a breve partiranno i lavori per l’installazione di altre 29 telecamere in altrettanti punti nevralgici del paese.

Infatti, grazie al progetto presentato dall’amministrazione comunale, Cutrofiano ha ricevuto il finanziamento di  85mila euro, per il potenziamento dell’apparato di videosorveglianza e quindi per migliorare la sicurezza urbana.

Il progetto è co-finanziato per una quota parti al 10% dell’importo complessivo, con fondi a carico del bilancio comunale.

Oriele Lolli

Il sindaco di Cutrofiano, Oriele Rolli esprime la sua «soddisfazione per questo ulteriore finanziamento che siamo riusciti ad aggiudicarci. La sicurezza dei cittadini rappresenta una delle priorità dell’azione amministrativa, intendendosi con essa oltre alla sicurezza pubblica, anche la sicurezza urbana e la sicurezza sociale.  Con questo finanziamento ministeriale», dichiara Roli, «sarà potenziata la sicurezza urbana, fornendo alla polizia locale uno strumento in più, per l’attività di controllo del territorio. Diversi sono i bandi», a concluso il sindaco, « ai quali abbiamo partecipato negli anni, anche uno regionale in merito al quale stiamo aspettando i risultati».

Le zone del territorio comunale maggiormente interessate saranno le seguenti: Via Aradeo, Via Martiri D’Otranto, Via 25 Aprile, Piazzale Unità d’Italia, Via Vittorio Emanuele II, Via Umberto I, via Milito Ignoto, Via Piave, Via Vittorio Veneto, Via Collepasso, Via Supersano, Viale della Repubblica, Viale della Ceramica.

Un passo decisivo è stato la sottoscrizione del Patto per l’attuazione della sicurezza urbana da parte del sindaco Rolli con la Prefettura di Lecce nel maggio 2018. L’accordo, redatto sulla base della legge n. 48 del 2017 recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”, punta a migliorare la qualità della vita in ambito cittadino, attraverso la prevenzione e il contrasto delle situazioni di illegalità e dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria, e favorendo così l’impiego delle Forze di Polizia dello Stato e la Polizia Locale per far fronte ad esigenze straordinarie del territorio, sempre nel rispetto delle reciproche competenze.

La centrale operativa sarà installata presso la sede del Comando di Polizia Locale, che ha curato ogni fase della procedura di affidamento. Saranno gli appartenenti al Corpo di polizia locale, infatti, a seguito di attività formativa, a poter monitorare le telecamere con l’utilizzo dei software necessari alla loro gestione.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus