Connect with us

Appuntamenti

Cucina e territorio, l’evocazione dell’identità

A Melpignano lectio magistralis con il Professore Simone Cinotto, docente di Storia Contemporanea all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Carl Ipsen, Professore di Storia all’Indiana University

Pubblicato

il

L’olio d’oliva e il pomodoro sono protagonisti della Lectio Magistralis “Cucina e Territorio: l’evocazione dell’identità”, che si terrà a Melpignano questa sera  dalle ore 18,30.


Secondo quali dinamiche storiche un cibo si trasforma in un prodotto tipico e riflette l’identità di un intero territorio? Ne discutono due importanti storici del cibo all’interno del Palazzo Marchesale, sede del Master in Gastronomie Territoriali Sostenibili e Food Policies, di cui il comune di Melpignano è ideatore e promotore nell’ambito di “Melpignano Promuove Cultura’’, sviluppato con l’Università del Salento e l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, in collaborazione con Slow Food Italia e l’Associazione Està.


Un’occasione imperdibile per appassionati di storia, cultura e gastronomia, per studenti e studiosi di discipline umanistiche e sociali e tutti coloro che desiderano conoscere meglio il patrimonio e le tradizioni del proprio territorio.


Due illustri relatori, il Professore Simone Cinotto, docente di Storia Contemporanea all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e Carl Ipsen, Professore di Storia all’Indiana University, entrambi esperti di storia del cibo, accompagnano il pubblico in un viaggio interessante alla scoperta di due icone della cucina italiana: l’olio d’oliva e il pomodoro.


La relazione tra cibo e territorio è il risultato di scambi, commerci, ambienti e scelte agricole e gastronomiche avvenute nel tempo” sostiene Cinotto. Da una parte un cibo diventa tipico quando viene incorporato nella cucina di un particolare luogo e adattato ad abbinamenti con cibi già familiari. Un esempio è il pomodoro, pianta americana poco conosciuta, che circa duecento anni fa i napoletani utilizzarono per farne una salsa con cui condire gli spaghetti. Dall’altra ciò avviene perché le caratteristiche di quel prodotto ben si relazionano con il clima, il suolo, le conoscenze tecnico-agricole e trasformative del luogo, e quindi alla produzione, anche in larga scala e industriale. Ma è solo quando il prodotto lascia il suo luogo di origine per entrare nella dimensione dello scambio e del mercato che diventa “tipico”, cioè indica una relazione diretta, bidirezionale ed esclusiva tra prodotto e luogo di produzione. Un esempio è il pomodoro Pachino.

Carl Ipsen, che si occupa di storia italiana contemporanea da più di trent’anni e ha un’esperienza pluriennale nel Salento, dove ha condotto diverse ricerche, sta preparando un libro sulla storia dell’olio d’oliva e il 5 aprile parlerà del suo progetto, degli usi e qualità dell’olio in passato:  “L’ulivo è una pianta con forti legami millenari con il territorio del Mediterraneo. Detto questo il suo ruolo e soprattutto quello dell’olio derivato dal frutto di questa pianta ha subito un’evoluzione notevole e drammatica nel tempo, sia dentro che fuori le zone di produzione. L’olio d’oliva in passato serviva a una gamma di usi ed è solo nel ventesimo secolo che il principale è diventato quello commestibile e solo alla fine di quel secolo che è stato universalmente celebrato come un alimento di pregio e con particolari proprietà salutistiche. Potrebbe interessare la storia dell’olio anche prima che diventasse vergine”.


La Lectio Magistralis nasce all’interno del Master per sensibilizzare sui temi del cibo che viene posto al centro del dibattito culturale, sociale ed economico, rendendolo un vero e proprio patrimonio umanitario.


Il cibo è il paradigma di un nuovo modo di sviluppo sano e sostenibile per il territorio e il pianeta intero su cui ragionare insieme ai cittadini, alle amministrazioni, agli attori del territorio” sostiene la giovane sindaca di Melpignano Valentina Avantaggiato.


Appuntamenti

Tutto pronto per il 56° Rally del Salento

Il Salento è quindi pronto a diventare, per un fine settimana, polo dell’automobilismo sportivo nazionale…

Pubblicato

il

Gli appassionati dovranno attendere fino a lunedì 20 maggio, quando alle 11:00, alla presenza dell’assessore regionale Alessandro Delli Noci e delle altre autorità politiche e civili del territorio, il presidente Francesco Sticchi Damiani e il suo staff, nella sala “G. Grassi Orsini” della sede dell’ Automobile Club di Lecce, sveleranno, durante la presentazione del 56° Rally del Salento, del 6° Rally Storico del Salento e del Salento Historic Regularity, i nomi dei partecipanti alle tre diverse competizioni sportive.

All’incontro con la stampa, le istituzioni, le scuderie, le associazioni ed i partner dell’evento, interverrà con un video messaggio anche il presidente nazionale ACI Angelo Sticchi Damiani.

Il Salento è quindi pronto a diventare, per un fine settimana, polo dell’automobilismo sportivo nazionale. Intanto, ci sarà tempo fino a questa sera alle 23:59 per poter perfezionare la propria partecipazione a una delle tre manifestazioni che infiammeranno gli animi dei tantissimi appassionati salentini che vorranno vivere due intense giornate di sport. 

Ma il Rally del Salento non sarà caratterizzato soltanto dalle sfide col cronometro, l’Ac di Lecce ha, infatti, pensato a molteplici iniziative vocate all’inclusione sociale e alla ricerca, che saranno i temi fondamentali di tutti gli eventi a corollario della gara.

Rinnovato, in nome della ricerca scientifica, il partenariato con la Fondazione Telethon.

Il Villaggio Rally di Piazza Mazzini, a Lecce, che farà anche da scenario alle cerimonie di partenza e arrivo, scalderà ulteriormente l’atmosfera della festa sportiva.

La gara, organizzata dall’Automobile Club di Lecce, col patrocinio dell’Assessorato allo Sport per Tutti della Regione Puglia, del Presidente della Giunta Regionale, della Provincia di Lecce – Salento d’Amare, del Comune di Lecce, del Comitato regionale del CONI e del SIAP, invece si svolgerà su due giornate. Gli equipaggi dovranno misurarsi con i 429,07 chilometri del tracciato, dei quali 86,16 di prove speciali. 

Questo il mix fondamentale dell’edizione venti-ventiquattro della manifestazione salentina, pronta, ancora una volta, a stupire partecipanti e appassionati. Il terzo atto del neonato Trofeo Italiano Rally andrà in scena lungo le strade del Tacco d’Italia il 24 e 25 maggio prossimi.

Oltre alla confermata le validità, con coefficiente 1,5, per la nuova serie cadetta Tricolore, per la Coppa Rally di Ottava Zona e per il Trofeo Rally di Quarta Zona, riservato alle auto storiche, a fare da splendido corollario alla longeva kermesse sportiva si aggiungerà, quest’anno, il Salento Historic Regularity Rally, manifestazione di velocità a media.

Il tracciato presenta diverse novità rispetto allo scorso anno. Il primo giorno avrà, nella prova speciale di Torre Paduli di 11,3 chilometri, la sua ouverture.

A destare molto interesse nei seguaci dei rally sarà la Super Prova Speciale della Pista Salentina, lunga 2,64 chilometri, che andrà in diretta televisiva. Il kartodromo ospiterà anche la direzione gara, i riordini e il parco assistenza.

La seconda giornata di sfide sarà invece imperniata su tre prove che verranno ripetute due volte: nuovamente la Torre Paduli, la Ciolo, che, con i suoi 11,75 chilometri, mancava dall’edizione del 2022 e la difficilissima Specchia, la speciale più lunga, di 13,06 chilometri.

Nell’attesa di conoscere i numeri definitivi e i nomi dei potenziali successori di Simone Campedelli e Tania Canton, che siglarono l’edizione numero 55, è già certa la presenza dei principali protagonisti della serie che sfrutteranno il coefficiente maggiorato della gara pugliese per collezionare punti pesanti in chiave campionato.

Le strade salentine riproporranno la sfida tra il molisano Giuseppe Testa, attuale leader della classifica, il piemontese Corrado Pinzano e i lombardi Simone Miele e Luca Pedersoli, a inserirsi nella lotta ci saranno poi tanti outsider di lusso, con in testa gli attori della Coppa Rally di Zona che saranno capitanati dal molisano Riccardo Di Iuorio e dai locali Francesco Rizzello e Maurizio Di Gesù.

Tra le storiche numerosi saranno i concorrenti provenienti da altre regioni. Appassionati ed equipaggi, per maggiori informazioni, potranno consultare il sito internet dell’evento all’indirizzo: www.rallydelsalento.eu

Continua a Leggere

Appuntamenti

Spiramax, musica e libri alla Mondadori di Tricase

Sabato 18 maggio, live set con i vinili di Max Nocco e le linee di basso di Luigi Spira

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

I libri e la musica si incontrano.

Promettenter evento promosso dalla libreria Mondadori di Tricase.

Sabato 18 maggio, dai locali di via Stella d’Italia, risuoneranno i vinili di Max Nocco e le linee di basso di Luigi Spira per il live set Spiramax.

Start alle 18,30, ingresso gratuito.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Il Comprensivo “Pascoli” di Tricase “Ad alta voce”

La rassegna letteraria tra letture e legalità

Pubblicato

il

Grandissimo fermento anima le ore che ci dividono dal primo incontro inaugurale della rassegna ‘Ad Alta Voce, dialoghi tra letture e legalità’, kermesse letteraria organizzata dall’Istituto Comprensivo Pascoli di Tricase e patrocinata dal Comune di Tricase, in collaborazione con Aurora Art Space, le librerie Idrusa e Marescritto e Armonia Scuola.

L’iniziativa si colloca ne ‘Il Maggio dei Libri’ e prevede una serie di incontri con gli autori che dialogheranno con gli alunni dei vari ordini di scuola dell’Istituto e presenteranno i loro libri.

Il primo appuntamento aperto anche al pubblico, a cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare, sarà sabato 18 Maggio alle ore 09.00, presso Aurora Art Space, con lo scrittore Dario Levantino, Premio Biblioteche di Roma 2018, Premio Letterario Subiaco Città del Libro 2018, Premio Leggo QuINDI Sono 2019.

Gli altri incontri al pubblico previsti sempre all’Ex Cinema Aurora, ora Aurora Art Space, saranno lunedì 20 Maggio con Giacomo Sances e Sabato 25 maggio con Antonio Errico.
Ma non finisce qui. L’Istituto è anche alle prese con l’organizzazione di altri due eventi importanti: uno per celebrare la Giornata sulla Legalità e l’altro, di natura musicale, presso il Porto Museo di Tricase.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus