Connect with us

Appuntamenti

Da Giobbe Covatta a Tosca, da Paola Barale a Sgarbi: la stagione teatrale di Melendugno

Grandi ospiti per 7 appuntamenti, a partire da gennaio 2022

Pubblicato

il


Sette appuntamenti dal 9 gennaio al 20 aprile compongono la stagione teatrale 2021/2022 del Comune di Melendugno in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Una stagione che arriva a riportare la luce sul palcoscenico del Teatro Nuovo Cinema Paradiso con protagonisti di assoluto pregio nel panorama artistico nazionale.





Ad aprire la stagione il 9 gennaio, subito dopo le festività natalizie, ci sarà Giobbe Covatta con il suo “Scoop (Donna Sapiens)” scritto con Paola Catella in cui il comico, attore, scrittore, umorista, commediografo, attivista e politico italiano, con il suo linguaggio irriverente e dissacratorio, vuole dimostrare la superiorità della donna sull’uomo e il proprio amore e rispetto per le donne, a cui dedica in finale un poetico omaggio.





Paola Barale e Paola Quattrini, insieme a Mauro Conte, porteranno il 22 gennaio a Melendugno lo spettacolo scritto e diretto da Luca De Bei “Slot”, una commedia divertente, graffiante, a tratti caustica e tagliente. Tre personaggi che si incrociano e si scontrano, perché ognuno in fondo è la vittima dell’altro e quindi ognuno è anche carnefice.





Subito dopo, il 2 febbraio, toccherà a due donne e attrici straordinarie come Maria Amelia Monti e Marina Massironi portare sul palco “Il marito invisibile” scritto e diretto da Edoardo Erba: un’esilarante commedia sulla scomparsa della nostra vita di relazione in cui le due protagoniste accompagnano con la loro personalissima comicità in un viaggio che dà i brividi per quanto è scottante e attuale.




Il 27 febbraio sarà la volta di un eccellente il tris di donne composto da Tosca D’Aquino, Rocio Morales ed Emy Bergamo in “Fiori d’acciaio” di Robert Harling con la regia di Michela Andreozzi, una commedia agrodolce tra sorrisi e commozione, sentimenti e ironia, qualche volta crudele, senza essere mai cinica o sarcastica.





L’11 marzo seguirà l’appuntamento con i Radicanto “Trapunto di Stelle – omaggio a Domenico Modugno”: un concerto, tratto dall’omonimo disco, che intende contestualizzare l’arte di Domenico Modugno restituendola alla sua terra di provenienza (recupero della stagione 2019/2020).





Il penultimo appuntamento della stagione sarà quello del 26 marzo di e con tre attori salentini Massimo Giordano, Carla Guido e Fabrizio Saccomanno dal titolo “Quegli strani amici di famiglia”. Vincitore del bando 2015 “Colpi di Genio” il cui soggetto era la famiglia, lo spettacolo mette in scena un trio di attori con tre temperamenti diversi ma che raccontano all’unisono scorci interessanti e autentici della nostra realtà e, in fin dei conti, dell’umano in generale (recupero stagione 2019/2020).





A chiudere la stagione il 20 aprile ci penserà Vittorio Sgarbi con quella che, dopo Caravaggio o Michelangelo, si annuncia ancora come una sua magistrale performance dedicata questa volta a “Dante_Giotto” in cui mette al centro la figura di Dante Alighieri in relazione paritetica con il coevo Giotto di Bondone e celebra a suo modo il sommo poeta nella stagione del settimo centenario della sua morte.


Appuntamenti

“Fantasie di voci” a Nardò

Pubblicato

il

Lunedì 22 luglio, alle ore 21.00, nella suggestiva cornice di Piazza Cesare Battisti e del Castello Acquaviva d’Aragona a Nardò, si terrà l’atteso concerto del coro “Fantasie di Voci”, diretto dai maestri Mimma Dell’Anna e Giuseppe De Maglio.

L’evento, organizzato dalla compagnia teatrale “Palcoscenico Neretino”, vedrà come protagonisti i 50 elementi del coro dell’Istituto Comprensivo “San Giuseppe da Copertino” di Copertino, guidato dalla dirigente Eleonora Giuri.

Con una storia ultradecennale alle spalle, “Fantasie di Voci” si è distinto nel panorama musicale salentino per la sua versatilità e la sua capacità di spaziare attraverso generi musicali differenti. Il coro si è esibito con successo in numerose manifestazioni conquistando il pubblico con la sua passione e il suo talento.

Durante la serata, gli spettatori avranno la possibilità di immergersi in un repertorio ricco e variegato, che spazierà dalla tradizione napoletana a un omaggio al maestro Ennio Morricone, fino a toccare i più sentiti brani della tradizione salentina.

Un’occasione imperdibile per celebrare la musica e la cultura in uno dei luoghi più incantevoli di Nardò.

Ingresso gratuito.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Autonomia differenziata e salario minimo, parte la raccolta firme dei 5 Stelle

Banchetti per il referendum abrogativo a Galatina sabato 20 luglio, in Piazza Dante Alighieri dalle ore 19 e domenica 21 luglio, a Gallipoli presso la spiaggia del Lido Rivabella, dalle ore 11

Pubblicato

il

 Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Il MoVimento 5 Stelle sarà impegnato nei primi eventi a livello pugliese per la raccolta firme sul referendum abrogativo della legge sull’autonomia differenziata, promossa dal Comitato referendario costituito da un vasto schieramento di forze sociali, politiche, associative e della società civile, e per la proposta di iniziativa popolare sul salario minimo.

In Salento appuntamento a Galatina sabato 20 luglio, in Piazza Dante Alighieri dalle ore 19 e domenica 21 luglio, a Gallipoli presso la spiaggia del Lido Rivabella, dalle ore 11.

Lo ha annunciato in una nota il coordinatore M5S per la Provincia di Lecce e già senatore, Iunio Valerio Romano. «La riforma che istituisce l’autonomia regionale differenziata, meglio nota come Spacca-Italia», spiega Romano, «dissolve l’unità del Paese e manda in frantumi la solidarietà nazionale. Essa produce un forte rischio di indebolimento del Paese a livello politico ed economico, anche in ambito europeo, un aumento delle disuguaglianze, un impatto negativo sui servizi pubblici essenziali, come la sanità e l’istruzione, un aumento dei costi sociali a carico dei cittadini e della burocrazia». «Questa assurda riforma», conclude Iunio Valerio Romano, «ha preso proditoriamente corpo attraverso una legge ordinaria, con la quale si pretende di scardinare l’assetto costituzionale sovvertendo la gerarchia delle fonti normative, com’è reso palese dalla previsione sui livelli essenziali delle prestazioni, la cui individuazione è sottratta alla competenza del Parlamento. Un abominio a cui si deve porre rimedio se vogliamo conservare un’Italia unita, libera e giusta».

«La riforma è figlia di un esasperato regionalismo spinto al limite della secessione, quella dei ricchi, a danno dei cittadini che vivono nelle aree del Paese meno dotate di infrastrutture e servizi», sottolineano, infine, i rappresentanti dei gruppi territoriali M5S di Galatina e Gallipoli, Stefania Notaro e Luigi Alessandrelli, promotori dei banchetti per la raccolta firme, «così ledendo i diritti fondamentali della persona e creando disparità sociali inaccettabili per una nazione civile come l’Italia».

Ai banchetti saranno presenti il Coordinatore regionale M5S Leonardo Donno, eletti ad ogni livello della provincia di Lecce, attivisti e simpatizzanti.

Continua a Leggere

Appuntamenti

A Mancaversa sbarcano Le Troiane

Parco Jonico, martedì 23 luglio, dalle 21. La tragedia di Euripide in chiave moderna, promossa dall’Associazione Culturale Vittorio Bachelet e da Témenos Recinti Teatrali con la regia di Marco Antonio Romano. Rivisitazione ispirata al conflitto contemporaneo tra Palestina e Israele, in cui le sofferenze e le ingiustizie subite dalle donne troiane appaiono come terreno fertile di riflessione sulle devastazioni che spesso le guerre moderne infliggono a persone innocenti

Pubblicato

il

 Segui il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

La tragedia in un atto di Euripide realizzata in chiave moderna e con la regia di Marco Antonio Romano e promossa dall’Associazione Culturale Vittorio Bachelet e da Témenos Recinti Teatrali nel cartellone estivo di Taviano e marina.

Le Troianeandrà in scena martedì 23 luglio, dalle 21, presso il Parco Jonico, a conclusione del corso “Psicoteatro” 2023/2024.

Si tratta di una rivisitazione ispirata al conflitto contemporaneo tra Palestina e Israele, in cui le sofferenze e le ingiustizie subite dalle donne troiane appaiono come terreno fertile di riflessione sulle devastazioni che spesso le guerre moderne infliggono a persone innocenti.

L’evento, inserito nella stagione estiva Sere d’Estate a Mancaversa e Taviano, in collaborazione con la Società Operaia “G. Garibaldi”, fa parte anche della rassegna musico-teatrale “Borgo in scena”, giunta alla sua quinta edizione e curata da Accademia Thymòs, sotto la direzione artistica di Vincenza De Rinaldis, in collaborazione con Accademia della Minerva, Consiglio Regionale della Puglia, Témenos Recinti Teatrali e la compagnia Finibus Terrae Teatro.

GLI INTERPRETI

POSEIDONE – Antonio Rizzo

ATENA – Barbara Panico

ECUBA – Maria Teresa Lezzi

IPPOLITO, MILITARE – Stefano Massaro

FEMIO, MILITARE – Marcello Orlando

TALTIBIO, ARALDO GRECO – Davide Bruno

EUMENEO, SUO PORTAVOCE – Samuele De Pascali

CASSANDRA – Anna Maria Bianco

ANDROMACA – Giovanna Capone

MENELAO – Lucio Aretano

ELENA – Beatrice Bianco

PRIGIONIERE TROIANE – Gloria Parisi, Giulia Botrugno, Chiara Scarlino, Angela Portaccio, Miriam De Ventura, Suami Solombrino, Raffaella De Gennaro.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus