Connect with us

Appuntamenti

Festa doppia a Ruffano

A partire da oggi, celebrazioni per San Francesco e Santa Chiara: il programma completo

Pubblicato

il

Ruffano è pronta a celebrare San Francesco e Santa Chiara con un ricco programma religioso e civile. L’unione dei festeggiamenti, in paese, nonostante la lontananza “da calendario” tra i due santi, è dovuta al fatto che la comunità parrocchiale di cui San Francesco è patrono trova dimora nella moderna chiesa di Santa Chiara, edificata e consacrata poco meno di 15 anni fa.


Quella del 4 ottobre è una ricorrenza sentita ed importante per Ruffano, così come lo è per tutto il Salento che, da secoli, accarezza la leggendaria memoria di un passaggio di San Francesco in Terra d’Otranto. Era il 1219, epoca di Federico II imperatore: Francesco, di ritorno dalla Siria dove aveva incontrato il Soldano (che oggi chiameremmo sultano), sbarcò ad Otranto ed attraversò il Tacco, facendo tappa a Lecce prima di risalire l’Italia e lasciando, nelle generazioni postume, traccia indelebile del suo passaggio.


Una storia tra le mille che accendono la memoria della vita del Santo per il quale, nei secoli dopo la sua scomparsa, fiorirono in tutta Italia sedi di culto che tramandano il suo messaggio di amore e fede ancora oggi.


È anche il caso di Ruffano dove la chiesa a lui dedicata, legata alla dimora francescana dei padri Cappuccini ed edificata insieme al convento nel 1621, è tuttora meraviglioso presidio storico del 17esimo secolo, affacciato su una delle piazze più vive del paese: piazza della Libertà.


Un complesso alla cui estrema semplicità della facciata, realizzata in conformità alla povertà e ai modelli edilizi dell’ordine religioso francescano, si contrappone il ricco ornamento degli interni, figlio del restauro del 1773, quando divenne cappella principesca.


Programma civile


Sarà proprio la storia del convento dei Cappuccini ad aprire il cartellone degli appuntamenti civili per le celebrazioni del 2022. Venerdì 30, dalle ore 19e30, nella chiesa di San Francesco in piazza della Libertà, una conferenza celebrerà i 400 anni dalla fondazione del Convento. Un appuntamento mancato l’anno scorso a causa del Covid e che, quest’anno, vedrà relazionare sul tema: Francesco Monticchio e Rosa Anna Savoia su cronache e cronisti cappuccini; Francesca Trane sulla libreria del convento; Vincenzo Vetruccio sul giardino del Convento; Stefano Tanisi sui dipinti conservati nella chiesa; Francesco Flora sulle meridiane del 1861 e Gabriele Cacciatore sull’architettura ed i restauri che hanno interessato l’opera.


Sabato 1 ottobre, ancora in piazza della Libertà, come da tradizione andrà in scena il gruppo teatrale “Giovani 2000” con la commedia “Oh…che famiglia” di William Fiorentino, in atto unico.

L’attesa fiera di San Francesco sarà invece nella mattinata di domenica 2. L’indomani, lunedì 3, vigilia del giorno dedicato al Santo di Assisi, al rientro della processione, attorno alle 20e30, sarà la volta dello spettacolo pirotecnico con la cascata di luci sul Convento, a cura  della ditta “Pirotecnica Napoletana”. Il tutto accompagnato dallo spettacolo del “Gruppo Sbandieratori e Musici” del rione San Basilio di Oria.


La mattinata di martedì 4 si aprirà con le note del concerto bandistico “Città di Taviano” che percorrerà le vie del paese. In serata poi chiusura col botto con la comicità de “I Malfattori”: l’appuntamento è alle 21 in piazza della Libertà.


Programma religioso


Le celebrazioni religiose, già avviate con il solenne novenario dal 25 di settembre, proseguono con le sante messe di domenica 2 ottobre: alle 7e30 ed alle 18e30 presso la chiesa di San Francesco; alle 8e30 nell’Arciconfraternità del Carmine ed alle 10 nella chiesa di Santa Chiara.


Lunedì 3 ottobre solenne concelebrazione eucaristica nella chiesa di Santa Chiara alle 18e30. A seguire, processione accompagnata dal Concerto Bandistico “Città di Taviano”.


Nel giorno di San Francesco, martedì 4, sante messe nella chiesa intitolata al santo alle ore 7e30 e 10e30. Ed ancora alle 18e30, con preghiera di affidamento dell’Italia e della comunità parrocchiale al patrocinio del santo.


Il programma si chiude domenica 9 ottobre con il ritrovo presso la chiesa di San Francesco alle 18 per l’accompagnamento dei simulacri nella chiesa di Santa Chiara dove, alle 18e30, si terrà la santa messa.


Appuntamenti

“Un abbraccio sospeso” a Ruffano

Incontro d’autore: Luigina Parisi presenta il suo libro ambientato tra Milano e Castro. Questo pomeriggio, dalle 17,30 al Salotto Culturale La Giara

Pubblicato

il

La storia di un’amicizia nata per caso, che diventa sempre più salda, fino a cambiare l’esistenza dei due protagonisti, ambientata tra Milano e Castro, è al centro del romanzo della scrittrice Luigina Parisi.

Pubblicato da Musicaos Editore “Un abbraccio sospeso” sarà presentato a Ruffano, questo pomeriggio, alle ore 17,30, presso il Salotto Culturale “La Giara” in via Liborio Romano 15.

Dopo l’introduzione di Elvia De Benedetto, presidente dell’Associazione Salotto Letterario La Giara, sarà la professoressa Tonina Solidoro a dialogare con l’autrice, mentre Sabrina Abatetillo e Antonella Manni leggeranno alcuni brani tratti dal romanzo.

Luigina Parisi si è laureata in Scienze Biologiche presso l’Università di Bari, ha insegnato diversi anni materie scientifiche, ma l’attività didattica non le ha impedito di coltivare la scrittura, sia poetica che narrativa, arrivando così a partecipare e vincere diversi concorsi letterari.

Protagonista del romanzo è Gloria, una giovane studentessa di medicina a Milano, che un giorno per un errore di impostazione del numero sul cellulare conosce Luca, col quale intratterrà per un lungo periodo una conoscenza fatta di chat e messaggi, con cui finirà per raccontarsi, giorno dopo giorno.

La ragazza vive una storia difficile con Michele e trova sostegno nelle parole, ma anche semplicemente negli squilli e nelle notifiche di Luca: la vita virtuale affianca la quotidianità di Gloria, che si divide tra gli studi universitari a Milano e l’amata città di Castro. Un libro molto breve, fatto di confidenze, talvolta inviate per email o per messaggio, che si alternano alla prosa elegante e curata. Le tematiche che tocca l’autrice – amore, dolore dell’abbandono, solitudine, morte – sono importanti e trattate con molta delicatezza, quasi come una coccola, anche se a tratti tristi con delle scene veramente toccanti.

«Il dolore deve trovare una via di sfogo per non crepare il cuore, ma ha bisogno della notte, dei selciati umidi di rugiada, di cieli coperti da oscurare le stelle…».

Tutto molto bello e avvincente e il lettore non riesce a non affezionarsi a Gloria e di riflesso anche a Luca.

Un romanzo dalla forte emotività che si legge tutto d’un fiato.

Info: Salotto Culturale La Giara, via Liborio Romano 15, Ruffano, salottolagiararuffano@gmail.com

 

Continua a Leggere

Appuntamenti

Melpignano getta le basi per una comunità del cibo

Al mercato del giusto: laboratori e stand, un dibattito e il live con Mino De Santis

Pubblicato

il

AGGIORNAMENTO: Evento rinviato a data da destinarsi causa meteo

La possibilità di acquistare i prodotti a kilometro zero e quella di dialogare con i contadini. E, ancora, la voglia di tornare a socializzare dopo oltre due anni di incertezze e isolamenti. È anche questo il Mercato del Giusto che, domenica 4 dicembre, riempirà con colorati stand i portici di Piazza San Giorgio a Melpignano, luogo dell’antico mercato.

La rassegna, giunta ormai alla sua settima edizione, rappresenta un presidio di biodiversità per condividere con la comunità i saperi e il buon cibo. Mangiare bene. Volersi, soprattutto, bene. Quello del Giusto è un mercato a cadenza periodica voluto dall’amministrazione comunale con l’obiettivo di sensibilizzare al consumo dei prodotti derivati dall’agricoltura organica locale. Coltivatori diretti, associazioni, imprenditori agricoli e consumatori si incontrano, per un ritorno alla terra e al senso di comunità.

Il programma

Domenica si comincerà alle 10,30 con un dibattito sul tema “Le comunità del cibo: filiere corte, consumo alimentare consapevole, nuove pratiche tradizionali sul territorio, coltivazione didattica”. Parteciperanno, oltre alla sindaca di Melpignano, Valentina Avantaggiato, il primo cittadino di Cutrofiano Luigi Melissano e il presidente del Parco naturale regionale Otranto-Santa Maria di Leuca, Francesco Minonne. E ancora, tra i relatori dell’incontro, Francesca Casaluci, per l’associazione “Salento km0”; Enrica Saracino, direttrice dell’Istituto comprensivo di Corigliano d’Otranto, Melpignano e Castrignano de’ Greci e, infine, Angelo Salento, sociologo e professore associato di Unisalento.

Un primo confronto col quale ci si impegnerà alla successiva sottoscrizione di uno schema d’accordo e di condivisione di intenti per la costruzione di una vera e propria “Comunità del cibo”. L’iniziativa all’interno di “Melpignano promuove cultura”, rassegna nata grazie al bando “Borghi e centri storici” e che prevede l’attivazione di un percorso universitario legato alle food policy in collaborazione, tra gli altri, con l’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo per la valorizzazione anche enogastronomica del territorio.

Mentre in piazza si svolgerà il dibattito e saranno disponibili gli stand coi prodotti locali, un laboratorio intratterrà i bambini. Sempre a partire dalle 10,30, infatti, gli educatori dell’associazione VivArch coinvolgeranno i più piccoli in “Pagine di pietra” all’interno del Palazzo Marchesale. Tramite l’osservazione dei graffiti e la loro riproduzione su tavolette di argilla, bambini e bambine si metteranno alla ricerca delle tracce dei prigionieri, viaggiatori e credenti che hanno lasciato memoria in questo prestigioso monumento.

Al termine della mattinata, alle ore 12, anche un momento musicale per ritrovarsi tutti assieme. A esibirsi il cantautore salentino Mino De Santis. Un viaggio trascinante ed emozionale nel passato del territorio e nelle tradizioni con i testi di quello che è considerato il “De Andrè” del Salento.

L’ingresso è libero e gratuito

Continua a Leggere

Appuntamenti

Natale a Galatina con il Festival degli Artisti di Strada

Pubblicato

il

Il periodo più magico dell’anno sta tornando e Galatina, tra gli addobbi che illuminano strade e vicoli del centro storico, si immerge nell’atmosfera del Natale sorprendendo cittadini e visitatori in un fantastico e intenso show itinerante, con gag acrobatiche e magiche, trampolieri e acrobati circensi, giocolieri, sputafuoco, clown e bolle di sapone.

A Galatina la sesta edizione del “Festival natalizio degli Artisti di Strada” che porterà un tocco di magia allo shopping di Natale di domenica.

Gli appuntamenti sono in cartellone per il 4, 11 e 18 dicembre, a partire dalle ore 18,30, con una festa lungo le strade del commercio e spettacoli di animazione in movimento con Il Grande Lebuski Show, spettacolo comico circense.

L’evento, promosso dall’amministrazione comunale all’interno della rassegna “Il Natale della Civetta” e dal Duc di Galatina con “Intervento cofinanziato dalla Regione Puglia – R.R. n.15 del 15/07/2011 – DGR n°473 del 22/03/2021”, è rivolto a tutti, bambini e famiglie comprese, ma soprattutto accompagnerà e allieterà le domeniche di shopping nel centro cittadino, promuovendo e dando risalto al tessuto commerciale del distretto galatinese e frazioni.

Obiettivo primario dell’evento è il sostegno verso il circuito locale, perché acquistare in attività gestite da persone che conosciamo, che ci accolgono con affetto, professionalità e che ci forniscono un servizio qualificato non ha paragone. Ma il Festival intende anche portare le persone a passare questo magico periodo di feste in città, facendo vivere il centro delle vibranti energie tipiche del Natale.

Tante le attività parallele al Festival e presentate oggi alla conferenza stampa, tra le quali, Le Strade del Gusto degustazioni di piatti tipici natalizi della tradizione salentina promossa dalle attività di ristorazione del centro storico e dall’Associazione Città Nostra, le luminarie a led  per contrastare la crisi energetica che saranno accese l’8 dicembre grazie al supporto dell’Associazione Imprenditori di Galatina, e poi ancora festoni a tema natalizio con le attività del centro storico e l’iniziativa a tema ambientale dei commercianti di Galatina e Frazioni, ognuno dei quali ha acquistato un pino di Natale che a conclusione delle feste verrà piantato in uno spazio comunale per creare un’area verde.

Infine una raccolta fondi nel giorno dell’Epifania, in collaborazione con l’Associazione Eliantus, e il Villaggio di Babbo Natale che ritorna per il sesto anno grazie all’Associazione Agorà e i Poli scolastici di Galatina.

Il sindaco di Galatina Fabio Vergine ha sottolineato come si voglia «riuscire ad attrarre non soltanto i tanti concittadini ma anche e soprattutto i preziosissimi amici dei comuni limitrofi, della provincia e oltre. E con questo intento si è andato a realizzare una vera e propria stagione natalizia, con eventi che coprono un arco temporale di oltre un mese».

Gli ha fatto eco il vice sindaco e assessore alle Attività Produttive, Mariagrazia Anselmi: «lo spirito di comunità che si è creato tra tutte le attività coinvolte nell’organizzazione della rassegna natalizia è entusiasmante, un esempio di lavoro in perfetta sinergia per offrire la tradizionale atmosfera di gioia, di accoglienza e di calore sia in centro storico che nei quartieri grazie alle numerose opportunità di intrattenimento che dimostrano la voglia di stare insieme».

IL PROGRAMMA

4 DICEMBRE

– Bikeman – Spettacolo clownesco di circo e pantomima   musicale

– Fachiro Nirname – Fachiro mangiafuoco

– Spettacolo di bolle di sapone

– Nuvole bianche – spettacolo su trampoli con effetti pirotecnici + trampolieri itineranti

– Les Fanfaron – band itinerante

11 DICEMBRE

– Il Grande Lebuski Show – spettacolo comico circense

– Fashionissima me – Spettacolo comico di acrobatica aerea

– Demenzio – Spettacolo clownesco.

– In Cerchio – Spettacolo acrobatico di circo

– Las Brillantes – Farfalle luminose su trampoli

– Spettacolo di bolle di sapone

– Gamblin Band – Band itinerante

18 DICEMBRE

– Compagnia dei girovaghi – Acrobata aerea, spettacolo di fuoco, Ballerini nella sfera

– Robertino – spettacolo di magia e giocoleria comica

– Spettacolo di bolle di sapone

– Stamu street – Band itinerante

– Il Grande Lebuski Show – spettacolo comico circense

– Fashionissima me – Spettacolo comico di acrobatica aerea.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus