Connect with us

Appuntamenti

La Giornata della Capsula del Tempo

Organizzata dall’Associazione Li Quattru Catti si terrà a Patù domenica 22 aprile. La capsula con tutti gli oggetti-ricordo, che sarà interrata nei pressi dell’antica città di Vereto, sarà riaperta nel 2068

Pubblicato

il

Ricordatevi di noi”. È questo il messaggio che domenica 22 aprile l’associazione Li Quattru Catti di Patù tramanderà ai posteri durante la giornata “La Capsula del Tempo: l’eredità di Patù per il 2068”.


Che cos’è la Capsula del Tempo


Ma che cos’è la capsula del tempo? Si tratta di un contenitore di grandezza variabile avente un unico scopo: custodire al suo interno i nostri ricordi, sotto forma di oggetti e parole scritte, per le popolazioni future. Una volta raccolti tutti gli oggetti, questi verranno sigillati all’interno della capsula del tempo che sarà interrata nei pressi dell’antica città di Vereto situata a Patù.


Lo scopo è quello di far scoprire e comprendere alle generazioni future, che troveranno la capsula del tempo tra diversi decenni, il Paese come lo conosciamo oggi insieme a tutti i ricordi degli abitanti di Patù.


L’associazione Li Quattru Catti, che ha già ingaggiato un artista per la costruzione della capsula del tempo (nella foto grande in alto, in anteprima la pietra intarsiata che sarà posizionata sopra la capsula del tempo) ha deciso di coinvolgere i bambini della scuola elementare, l’amministrazione comunale, le associazioni e gli abitanti del paese di Patù, chiedendo di raccogliere oggetti di uso quotidiano (foto, temi, diari, strumenti tecnologici o altro) da inserire all’interno della capsula. Questa verrà riaperta nel 2068: immaginate la gioia e la sorpresa di riscoprire come fosse il nostro paese diversi decenni prima, con tutte le foto e i ricordi del nostro tempo!


Ecco la lista degli oggetti da raccogliere


Associazioni:



  • un documento che racconti la storia dell’associazione

  • una foto di gruppo di tutti gli associati con didascalia che indichi il nome e l’anno dello scatto

  • un volantino di una delle ultime manifestazioni organizzate dall’associazione oppure una foto di Patù


Comune di Patù:



  • foto dei componenti dell’amministrazione comunale di Patù (singoli o in gruppo)

  • una copia dell’ultimo censimento del paese
  • una foto satellitare del paese


Cittadini di Patù:



  • foto di famiglia con didascalia che indichi nomi, data e anno dello scatto oppure degli oggetti di uso comune


Poiché la capsula del tempo misura 100×50 cm si chiede di rispettarla scegliendo eventuali oggetti ingombranti (notebook, smartphone, ecc.) delle dovute proporzioni (non oltre i 30cm di diametro).


Il Programma della Giornata


Il ritrovo è fissato alle 14,30 di domenica 22 aprile in Piazza Indipendenza.


Dopo una breve passeggiata raggiungeremo Vereto, dove ad attenderci ci saranno i volontari dell’associazione di clown terapia ad animare l’evento per la gioia di tutti i bambini presenti. Prima di interrare la capsula del tempo l’Associazione de Li Quattru Catti, con il contributo di chiunque volesse partecipare, si occuperà della messa a dimora di alberi e piante che faranno da cornice verde al luogo.


Un piccolo rinfresco con tarallucci, vino e succhi di frutta chiuderà la giornata accompagnato dalle note del gruppo musicale di pizzica “Li Quattru Catti Piccini”.


NOTA BENE:


Si consiglia di plastificare o mettere sottovuoto ogni tipo di documento cartaceo al fine di preservarne la conservazione nel corso degli anni. È possibile lasciare in eredità l’oggetto scelto indicando il futuro erede.


TERMINI DI CONSEGNA


Gli oggetti da inserire nella capsula del tempo dovranno essere consegnati presso l’associazione de Li Quattru Catti entro e non oltre il 20 aprile. L’associazione si riserva il diritto di selezionare gli oggetti. Per maggiori informazioni contattare lo 347 5356583.


Appuntamenti

Sant’Andrea a Tricase: rione Caprarica in festa

Pubblicato

il

Aria di festa a Caprarica di Tricase per il ritorno dei riti civili invernali in onore di Sant’Andrea Apostolo, santo protettore dell’antico borgo tricasino.

Dopo due anni di pausa forzata legata alle problematiche create dalla pandemia del covid-19, si torna a vivere l’atmosfera conviviale dei festeggiamenti per il venerato santo.

Con il programma religioso si è partiti lunedì 21 novembre e che proseguirà fino a martedì 29, con la Novena in preparazione della solennità di Sant’Andrea Apostolo, che consiste nella recita del Santo Rosario alle ore 17,30 e a seguire alle ore 18, con la Santa Messa e preghiera al Santo Patrono.

Mercoledì 30 è invece il giorno in cui la Chiesa celebra il Santo e quindi il giorno della tanto attesa festa del borgo: alle 10,30 la Santa Messa mentre alle 17,30 vi è la Processione per le strade del rione, con successiva Santa Messa Vespertina.

Tra le strade interessate alla Processione vi sono: via Leuca, Largo Crocefisso, via Apulia, via Peano, Piazza Padre Pio e via Vittorio Emanuele II, in un circuito che tende ad “abbracciare” gran parte delle località che fanno riferimento al territorio rionale.

Sul fronte civile, dopo la tradizionale Fiera mercato, tenutasi domenica 27, si attende mercoledì 30, in Piazza Sant’Andrea, per l’accensione della Focareddha al termine della Santa Messa Vespertina.

Farà da apripista alla serata, lo spettacolo pirotecnico curato dalla ditta Fireeworks Salento di Corsano.

Le luminarie che renderanno particolarmente attraente la storica Piazza Sant’Andrea, in un’atmosfera che inizia ricordare quella del periodo natalizio dato l’imminente arrivo del mese di dicembre, grazie alla meticolosa cura della premiata ditta F.lli Parisi di Taurisano.

L’intera giornata di festa di mercoledì 30 novembre, sarà allietata dalla musica del Concerto Bandistico “Città di Corsano”, mentre in serata, a partire dalle 20, si potrà assistere ad uno spettacolo musicale in piazza, degustando anche le pietanze e le prelibatezze (tra cui pittule e vino locale) proposte dallo stand gastronomico gestito dal Comitato Festa Sant’Andrea Apostolo – Madonna di Fatima che, in collaborazione con la locale Parrocchia, dà vita all’intero evento.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Presicce-Acquarica accende la festa di Sant’Andrea

Il programma, dalla focareddha al gusto, passando per la musica

Pubblicato

il

Focareddha de Sant’Andrea alza il sipario.
L’antico rituale festivo in onore del Santo è iscritto nel registro regionale dei rituali festivi legati al fuoco e viene organizzato dal Comitato Focareddha de Sant’Andrea con il contributo del Comune di Presicce – Acquarica, uno dei borghi più belli d’Italia, ed in collaborazione con la parrocchia della località Presicce.

L’atteso evento rientra nei festeggiamenti civili e religiosi in onore di Sant’Andrea Apostolo del 29 e 30 novembre.

Fino a domani, ogni pomeriggio, sarà possibile visitare la costruzione realizzata con maestria da sapienti mani artigiane ispirata agli antichi paiaroni del nostro Salento.

Martedì 29 novembre, giorno di vigilia, a partire dalle ore 19 e dopo il rito religioso, suggestiva ed emozionante cerimonia di accensione della Focareddha che vedrà la partecipazione anche di alcuni musicisti della prestigiosa Schola Cantorum Parrocchiale.
A seguire concerto del gruppo musicale Dixieland Jazz Band.

Mercoledì 30 novembre, giorno della celebrazione del Santo, nell’incantevole cornice di Piazzetta Villani, si terrà la tradizionale degustazione del pesce fritto e a seguire concerto musicale del gruppo Celentarock.

La Focareddha de Sant’Andrea si potrà seguire dal vivo in via Molise a Presicce – Acquarica oppure in diretta streaming sulle pagine ufficiali facebook e youtube «La Focareddha de Sant’Andrea».

Continua a Leggere

Appuntamenti

Gallipoli risale sul Treno della Memoria: via alle prenotazioni

Per il sesto anno la Città Bella aderisce al progetto di commemorazione dell’olocausto

Pubblicato

il

Il Comune di Gallipoli, assessorato alla Cultura, aderisce al progetto Treno della Memoria 2023 sostenendo l’iniziativa promossa dall’omonima associazione culturale attraverso il cofinanziamento di sei quote di partecipazione.

A partire da oggi 25 novembre sei giovani gallipolini, con un’età compresa tra i 18 e i 30 anni, potranno presentare domanda di partecipazione per prendere parte al viaggio ‘zaino in spalla’ della durata di 9 giorni sulle tappe della Memoria Europea.

La tappa più importante e intensa del progetto è il viaggio verso Cracovia dove i due momenti centrali sono rappresentati dalla visita guidata all’ex ghetto ebraico di Cracovia e quella ai campi di concentramento e di sterminio di Auschwitz-Birkenau, a cui è dedicata un’intera giornata che si conclude con una cerimonia di commemorazione presso il “Piazzale dell’Appello”. Il viaggio, con data di partenza da definirsi, ha un costo complessivo di 410€ e comprende: viaggio in autobus turistico con partenza da Bari, pernottamenti in ostello con colazione inclusa più un pranzo a sacco incluso nel giorno della visita ad Auschwitz-Birkenau, ingresso e visite guidate in italiano nelle Città e nei memoriali previsti nelle “micro-tappe”, ingresso e visite guidate in italiano al Ghetto di Cracovia, Museo & Fabbrica di Schindler, Auschwitz-Birkenau, assicurazione, spostamenti interni in autobus, materiali di supporto storico ed educativo, incontri di formazione con i nostri educatori e accompagnamento in viaggio, quota associativa.

L’Amministrazione Comunale cofinanzia il progetto nella misura di €200 per partecipante sino ad un massimo di sei aderenti; potranno partecipare ragazze e ragazzi, di età compresa tra i 18 e i 30 anni, residenti nel territorio gallipolino che non abbiano usufruito in precedenza di tale agevolazione.

Chiunque fosse interessato a partecipare al progetto potrà presentare istanza indirizzata al Comune di Gallipoli depositandola presso l’Ufficio Protocollo del Comune o inviando una pec a turismo.comunegallipoli@pec.rupar.puglia.it a partire dal 25 novembre fino alle ore 12 del 2 dicembre p.v.
Il richiedente potrà presentare istanza in carta semplice indicando i propri dati, un contatto telefonico, un indirizzo mail e la disponibilità a versare la quota di partecipazione pari a 200 EURO. Alla richiesta inoltre si dovrà specificare nell’oggetto “Adesione treno della memoria 2023” e allegare un documento di identità. Le sei istanze verranno accolte in ordine cronologico.

Il Treno della Memoria è un percorso educativo e culturale, un progetto di educazione informale e “alla pari” che sviluppa una strategia educativa volta ad attivare un processo naturale di trasmissione orizzontale di conoscenze, esperienze ed emozioni svolto in un’ottica di cooperazione, rispetto reciproco e solidarietà.


L’intero percorso di formazione è validato dal Comitato scientifico dell’Associazione Treno della Memoria, composto da docenti universitari, ricercatori e formatori provenienti da tutta Italia. Esso viene supportato da materiale educativo, didattico e bibliografico consegnato nel corso di ciascun incontro preparatorio nonché da un apposito volume di supporto e analisi storica.



“Per il sesto anno consecutivo confermiamo la partecipazione al progetto che si traduce come un’esperienza straordinaria per i nostri ragazzi – commenta il sindaco Stefano Minerva con delega alla Cultura – Anche quest’anno diamo la possibilità a giovani gallipolini di vivere un percorso sulle tappe della Memoria; compito dell’Amministrazione è anche quello di mettere nelle condizioni i nostri giovani di arricchirsi culturalmente.”

Maggiori informazioni per partecipare al bando sul sito www.comune.gallipoli.le.it; sul progetto: http://www.trenodellamemoria.it/

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus