Connect with us

Attualità

“Fermate l’invasione”

Lo sfogo di un nostro lettore che scrive alla Redazione il suo pensiero sulla questione immigrazione

Pubblicato

il

Nello stemma della nostra Repubblica Italiana dovrebbe essere inserito proprio l’ ”asso pigliatutto”.


A parte la battuta, la nostra Italia si sta colorando di nero. Mi riferisco a quei profughi esistenti nel nostro territorio e quelli che ancora dovranno arrivare. Alla fine del gioco l’Italia conterà i punti persi nonostante avesse l’asso pigliatutto. Un forte appello non lo puo’ fare il sottoscritto ma le istituzioni locali, provinciali, regionali, nazionali affinche’ si allontani con ogni mezzo, al più presto tutta questa gente del nostro “ristorante”.


Nella nostra Italia bastano e avanzano rapine, omicidi, furti, violenze ecc. Con questi numerosi ospiti questi reati stanno raddoppiando. L’Italia ha già un grosso problema, quello di aiutare chi ha perduto il lavoro, che non arriva a fine mese ecc. Non puo’ finanziariamente aiutare questi lontani forestieri. Dicono bene i nostri negozianti, noi pigliamo le tasse e loro vendono dove e quando vogliono. Bisogna fare piazza pulita e poi fermarli alla partenza prima che sia troppo tardi per l’Italia.


Giovanni Pisino

Come sempre, anche quando non condividiamo del tutto o per niente, diamo spazio a chi la pensa in maniera diversa dalla nostra. Una cosa però vogliamo chiedergliela, caro sig. Pisino: ma è proprio sicuro che tutti i nostri mali dipendano dagli immigrati che accogliamo?


La Redazione


Attualità

Cordoba, l’ex Inter in vacanza in Salento

Pubblicato

il

Ivan Ramiro Cordoba, ex calciatore dell’Inter, in vacanza in Salento.

Nel weekend appena trascorso è stato visto a Specchia. In un locale del centro storico specchiese, La Bettola, lo scatto che segue.

Difensore colombiano con passaporto italiano, Cordoba ha giocato nel campionato italiano per ben 12 stagioni. Sempre nell’Inter, che lo ha prelevato dal campionato argentino e portato in Europa. Con i nerazzurri si è aggiudicato il triplete nel 2010.

Continua a Leggere

Attualità

Il ritorno dei fenicotteri nel Salento

Pubblicato

il

Il Salento continua a rivelarci spettacoli incredibili che raramente accadono nell’area del Mediterraneo e ci riportano in posti esotici, quasi a volerci ricordare di quanto sia importante la preservazione e la protezione di un ambiente che non si vuole fare sopraffare dall’avanzata spietata delle attività umane.

Questa volta in un video, fatto da turisti, alle famose “Saline dei Monaci” in località Torre Colimena, nel Salento, al confine tra le provincie di Lecce e Taranto, alcuni degli ospiti d’eccezione che tanto fanno parlare di loro. Eccola la “passeggiata” di centinaia fenicotteri rosa che solcano le acque dell’oasi naturale. Spettacolare video di una estate salentina.

“E non possiamo non ringraziarli”, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, “per averlo voluto condividere con noi e con tutti coloro che amano il mare e l’ambiente e vogliono proteggerli dalle insidie dell’uomo cui sono sottoposti per poter ammirare anche nel futuro spettacoli mirabolanti e meravigliosi come quello accaduto poco al di quà delle acque antistanti la costa salentina. Infatti, Torre Colimena è un piccolo Borgo immerso nella Riserva Naturale della Salina Monaci. Si tratta di una frazione balneare del comune di Manduria, in provincia di Taranto, apprezzatissima per il suo mare e per la splendida natura che la circonda. Offre ampie spiagge libere (punta prosciutto) e non affollate, percorsi naturalistici e culturali, sagre con prodotti tipici e servizi di ogni genere; in particolare la zona di Torre Colimena è un posto ideale per vivere un’esperienza soli o accompagnati dalle vostre famiglie, offrendo svago e relax a pochi passi dal mare, in un ambiente d’altri tempi, abbracciati da una natura incontaminata”.

Ecco il link al video: https://youtu.be/N5yHIaSBkLc

Continua a Leggere

Attualità

Costo parcheggio raddoppiato, i turisti: “Non torneremo più”

Pubblicato

il

Un rincaro che diventa un salasso. Sta facendo notizia il costo della sosta in alcune zone costiere del Salento.

Dei turisti hanno postato una foto della ricevuta di pagamento di un parcheggio agli Alimini. Indignati hanno raccontato che il prezzo, rispetto all’estate passata, è raddoppiato. Dai 5 euro si è saliti ai 10. Un aumento del 100% per colpa del quale, affermano, “non torneremo più”.

Non un caso isolato

Come succede in questi casi, un post di denuncia è sempre una pietra gettata in uno stagno. In tanti si susseguono per raccontare la loro esperienza sulle due sponde salentine, a testimonianza del fatto che quello degli Alimini non è un caso isolato.

Foto di Leccesette

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus