Connect with us

Corigliano

Condannato testimone del matrimonio finito in rissa: palpeggiò la sposa

Rito abbreviato con l’accusa di violenza sessuale: per il 26enne, un anno ed 8 mesi di reclusione e l’interdizione dagli incarichi in presenza di minori

Pubblicato

il

E’ stato condannato con rito abbreviato il testimone del famigerato matrimonio finito in rissa, lo scorso 29 maggio, dinanzi ad un ristorante di Specchia.


Il giovane, un 26enne nato a Tricase ma residente a Corigliano d’Otranto, è stato giudicato per violenza sessuale. Il giudice ha accolto la tesi dell’accusa, pur imponendo una pena inferiore ai 2 anni e mezzo richiesti dal pubblico ministero.


Il Gup Michele Toriello ha inflitto infatti una condanna ad un anno e 8 mesi di reclusione, con interdizione a vita da uffici attinenti tutela e curatela, nonchè da qualunque incarico nelle scuole di ogni ordine e grado ed in qualunque istituzione, pubblica o privata, frequentata da minori.


Alla pubblicazione delle motivazioni potrà far seguito il ricorso. In separata sede verrà quantificato il danno arrecato alla vittima, costituitasi parte civile.

Nel procedimento con rito abbreviato, la difesa aveva provato a far valere la tesi dell’innocenza facendo leva su alcuni video del giorno seguente il matrimonio, in cui la sposa non avrebbe fatto riferimento alcuno alle violenze patite.


Il giudice però ha ritenuto attendibile la ricostruzione della vittima che, durante i festeggiamenti, sarebbe stata avvicinata dal testimone dietro al bancone del bar del locale. Qui, il 26enne le avrebbe allungato un braccio attorno al collo e le avrebbe palpato più volte il seno.


La vicenda dello scorso maggio divenne immediatamente virale a causa del video girato da alcuni dei presenti che hanno immortalato la zuffa in strada, in cui lo sposo malmenava il testimone. Nella rissa, anche il fratello di quest’ultimo rimase ferito, colpito da una bottigliata in testa.


Corigliano

Auto tampona bici sulla Corigliano-Galatina: ferito un uomo

Pubblicato

il

Un’auto ed una bicicletta coinvolte in un incidente stradale sulla strada provinciale 33, questa mattina.

Attorno le 7, un uomo è stato colpito da una vettura che sopraggiungeva, mentre percorreva la Corigliano-Galatina.

La macchina, condotta da una donna, viaggiava verso Galatina quando, nel tratto in discesa, a qualche centinaio di metri dalla rotatoria in prossimità della Colacem, ha tamponato la bicicletta a bordo della quale, nella stessa direzione, muoveva un uomo di nazionalità straniera.

L’impatto è stato violento, preceduto da una lunga frenata che ha lasciato traccia sull’asfalto, reso peraltro scivoloso dalla leggera pioggia caduta stamattina.

L’uomo in bici è rovinato a terra ed ha riportato delle ferite che verranno esaminate in ospedale. Lo ha soccorso un residente in zona, prima dell’arrivo del 118 che lo ha trasportato in ospedale.

L’equipe medica si è presa cura anche della donna alla guida dell’auto, sotto shock per l’accaduto.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Paladini del Territorio: le iniziative in provincia

A Matino, Supersano, Ruffano, Scorrano, Spongano, Specchia, Nociglia, Calimera, Caprarica di Lecce, Corigliano d’Otranto e Lecce. In Puglia, oltre 230 persone impegnate in attività di ripristino di aree problematiche. Fondazione UNA, in collaborazione con le associazioni venatorie del territorio italiano, da il via al progetto “Operazione Paladini del Territorio”, che vedrà impegnati cacciatori e cittadini in azioni di recupero, salvaguardia e ripristino di zone colpite dall’inquinamento originato dall’uomo.

Pubblicato

il

Dal 21 al 29 maggio, settimana in cui ricorre la giornata mondiale della Biodiversità, Fondazione UNA, in collaborazione con le associazioni venatorie del territorio italiano, darà finalmente il via al progetto “Operazione Paladini del Territorio”, che vedrà impegnati cacciatori e cittadini in azioni di recupero, salvaguardia e ripristino di zone colpite dall’inquinamento originato dall’uomo.

Le associazioni dell’ATC provincia di Lecce e le sezioni regionali e comunali pugliesi delle associazioni venatorie Enalcaccia, ATC e Federcaccia lavoreranno insieme per la pulizia di boschi, spiagge, sentieri ed aree urbane particolarmente contaminate.

Il 21 maggio 2022 sarà la prima giornata dedicata all’Operazione Paladini del Territorio, un’iniziativa organizzata e sostenuta da Fondazione UNA – Uomo, Natura e Ambientein collaborazione con le associazioni venatorie del territorio nazionale.

In Puglia, sono state programmate 16 diverse azioni di recupero e salvaguardia del territorio in zone colpite dall’inquinamento, che prevederanno la partecipazione di oltre 230 persone tra cacciatori e cittadini volontari che agiranno secondo i principi che guidano ogni paladino, cioè nel pieno rispetto della natura e della biodiversità.

Sabato 21 maggio le sezioni Enalcaccia Matino, Federcaccia Barletta (BAT) e le associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce (Pro Loco Supersano, Comune di Calimera) daranno il via all’iniziativa dedicandosi alla pulizia degli ambienti naturali, dei boschi e delle spiagge limitrofe ai Comuni di appartenenza.

Domanica 22, sarà il turno delle associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce di Scorrano, Spongano, Specchia, Nociglia, di Federcaccia Andria (BAT) e Barletta che opereranno per la pulizia di boschi e delle aree di caccia vicine alle cittadine interessate dagli eventi.

Venerdì 27, le associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce del Comune di Ruffano si occuperanno della pulizia dei boschi limitrofi alla città, oltre alla villa del parco comunale.

Nella penultima giornata dedicata alla settimana della biodiversità, sabato 28 maggio, le associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce del Comune di Caprarica di Lecce e di Corigliano d’Otranto hanno organizzato una giornata di pulizia di una zona verde adiacente alle città nonché la pulizia di boschi e sentieri del vicinato.

Domenica 29 maggio Federcaccia di Lecce e San Paolo di Civitate (Fg) chiuderanno l’iniziativa, occupandosi dei boschi ed i sentieri nei pressi delle due località.

A livello nazionale, l’Operazione Paladini del Territorio coordinata da Fondazione UNA vedrà la realizzazione di oltre 80 attività di recupero e salvaguardia dell’ambiente in 14 diverse regioni italiane, per una partecipazione totale di oltre 2mila persone. Tutti i partecipanti interverranno nelle proprie zone di competenza per rispondere alle necessità caratteristiche di ciascun territorio, contribuendo così a ribadire il profondo legame e il rispetto che lega il cacciatore all’ambiente in cui opera e che frequenta durante tutto l’anno.

FONDAZIONE UNA

Fondazione UNA attraverso una nuova filiera ambientale, composta da realtà a volte in contrasto, si impegna nella tutela e nella gestione della natura contribuendo al benessere della comunità. In essa convergono, infatti, realtà ambientaliste, agricole e venatorie, insieme a quelle scientifiche e accademiche, le quali condividendo obiettivi comuni e collaborando intorno a progetti concreti, agiscono sinergicamente verso il fine condiviso di realizzare un contesto territoriale e ambientale sostenibile.

Uno dei fondamenti di Fondazione UNA è la tutela della biodiversità attraverso il suo impegno attivo nell’affrontare e cercare soluzioni alle emergenze che ne minacciano l’equilibrio, mediante la realizzazione di attività e progetti mirati.

Continua a Leggere

Corigliano

Scontro tra camion: Maglie-Lecce invasa da mattoni

Pubblicato

il

Due mezzi pesanti si sono scontrati nel tardo pomeriggio di oggi sulla strada statale 16, la Maglie-Lecce.

Lo scontro è avvenuto nel tratto di strada in direzione nord, tra Melpignano e Corigliano d’Otranto, qualche centinaio di metri dopo il bivio con la cosiddetta Meridiana del Salento.

L’impatto ha distrutto il guardrail e rovesciato uno dei mezzi coinvolti, nonché il carico dei due camion.

Uno di questi trasportava pietre e mattoni che hanno invaso la carreggiata, portando via delle ore di tempo all’intervento occorso per la rimessa in sicurezza della strada.

I conducenti dei due mezzi, dal canto loro, sono rimasti feriti: entrambi sono stati condotti in ospedale.

Il 118 li ha trasportati al “Veris Delli Ponti” di Scorrano. Qui, sono stati sottoposti alle cure necessarie ed anche ai controlli di rito, per verificare fossero alla guida in condizioni idonee.

Nessuno di loro versa in gravi condizioni. La circolazione stradale, in direzione nord, è rimasta bloccata a lungo sulla statale 16, nel tratto interessato. Prima del ritorno alla normalità, arrivato solo dopo il tramonto, per quanti viaggiavano in direzione Lecce è stato necessario deviare il proprio il percorso proprio sulla SP 367, la Meridiana.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus