Connect with us

Cronaca

Donazione organi a Scorrano: fegato di un 79enne salva paziente in Toscana

Pubblicato

il

Nella notte tra il 7 e l’8 dicembre un uomo di 79 anni, deceduto in seguito a emorragia cerebrale, ha donato gli organi nell’Ospedale di Scorrano.


Dopo il rilievo clinico e strumentale di morte encefalica, i familiari dell’uomo hanno dato il consenso al prelievo. Sono state avviate quindi le procedure di valutazione di idoneità ed è stato effettuato il prelievo di fegato.


L’Asl di Lecce riporta quanto segue: “L’intervento ha impegnato gli operatori del Reparto di Anestesia e Rianimazione – diretto dal Dott. Filippo De Rosa – con il supporto della Direzione Medica dell’Ospedale diretto dal Dott. Osvaldo Maiorano, di tutti i Servizi Ospedalieri e con il coordinamento del Centro regionale trapianti”.


Le operazioni, iniziate alle ore 13 del 7 dicembre e conclusesi intorno alle ore 6 dell’8, sono state coadiuvate da un’équipe chirurgica di un Centro trapianti della Toscana, regione in cui l’organo è stato poi trapiantato.

“Ringrazio tutto il personale, a vario titolo coinvolto in un intervento così complesso. Abbiamo svolto un lavoro di squadra determinante: l’Ospedale di Scorrano si è fatto corpo unico per effettuare con successo questo prelievo – ha dichiarato il Dott. Filippo De Rosa – ringrazio anche la Direzione generale per aver messo a disposizione professionisti da altri nosocomi salentini. Anche i piccoli ospedali possono essere delle risorse vitali e questo intervento ne è la dimostrazione di cui sono fiero”.


La Direzione generale “ringrazia tutti gli operatori che hanno reso possibile un’operazione così complessa ed esprime profondo cordoglio ai familiari che in un momento di dolore hanno, con generosità e umanità, deciso di donare la possibilità di vita ad altre persone”.


Cronaca

L’eco della neve: la gragnola imbianca parte del nord Salento

Pubblicato

il

L’eco della neve arriva in Salento. Come previsto, il weekend ha portato con sé un ulteriore crollo delle temperature.

Tuttavia, la possibilità di precipitazioni nevose sperata (o paventata, a seconda del punto di vista) una settimana fa, col passare dei giorni si era dimostrata una ipotesi sempre meno probabile e più remota.

Ecco allora che, mentre oltre il Canale D’Otranto le temperature ben sotto lo zero imbiancheranno i Balcani, il Salento si deve accontentare di una spolverata bianca. È gragnola. Un agglomerato cristallino, parafrasabile lontano parente della neve e più vicino alla famiglia della grandine.

Nella foto di SuperMeteo Salento una strada di Martano poco dopo l’inizio della precipitazioni. È l’area del nord Salento infatti la più colpita del Tacco. A Lecce e dintorni, oltre al gelo, si registrano stasera grandinate dalla bassa intensità è qualche velo di bianco qua e là.

L’andazzo per la giornata di domani dovrebbe restare simile. Alternanza di cielo sereno e precipitazioni, ma della neve, appunto, solo “l’eco”.

Continua a Leggere

Cronaca

Quasi 8mila contagi in bollettino: i ricoveri sono 700

Pubblicato

il

Sono quasi 8mila oggi i nuovi casi Covid nel bollettino epidemiologico regionale.

Risultano positivi il 18,25% dei 43mila e 295 test eseguiti nelle scorse 24 ore.

Considerevole purtroppo il numero di decessi: sono morte 11 persone affette da SARS-Cov-2.

Ecco la suddivisione dei nuovi casi per provincia.
Provincia di Bari: 2.461. Provincia di Bat: 863. Provincia di Brindisi: 660. Provincia di Foggia: 1.317. Provincia di Lecce: 1.475. Provincia di Taranto: 1.024. Residenti fuori regione: 70
Provincia in definizione: 32

Sono 143.357 le persone attualmente positive. Invece, 699 le persone ricoverate in area non critica e 69 in terapia intensiva.

Continua a Leggere

Cronaca

Schianto con auto nel centro abitato: muore conducente moto

Tragico impatto tra utilitaria condotta da 74enne e Suzuki 650 tra San Pietro in Lama e Lequile

Pubblicato

il

Un tremendo impatto nel centro abitato di San Pietro Lama si è verificato questa mattina, dopo le 11, con il coinvolgimento di una moto e di un’auto e, purtroppo, con una vittima.

Luogo del sinistro è la strada che porta a Lequile, in una zona proprio al confine tra il territorio dei due centri abitati.

Evidente sin da subito la gravità dell’accaduto, con i presenti che han richiesto l’intervento dei soccorsi.

Un’autoambulanza ha trasportato il conducente della moto, F. C., 32 anni, di San Pietro in Lama. Per lui purtroppo nulla da fare: troppo gravi le ferite riportate, il ragazzo è deceduto poco dopo lo schianto.

Non preuccupano invece le condizioni del 74enne conducente della vettura, una Toyota Yaris per la quale è stata necessaria la rimozione a mezzo carro attrezzi.

Ai carabinieri, intervenuti sul luogo del sinistro, i rilievi e la ricostruzione della dinamica, per risalire alle responsabilità.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus