Connect with us

Corsano

Corsano, processo ad ex sindaco Martella: la prima udienza

Si è celebrata la prima udienza del processo penale che vede coinvolto l’ex sindaco di Corsano, Biagio Martella, unitamente ad altri professionisti del luogo, per i reati di falso, concussione e corruzione: dichiarata inammissibile la costituzione di parte civile avanzata dall’associazione GAIA, per l’importo di 100 mila euro

Pubblicato

il

Oggi presso l’aula della Corte di Assise di Lecce si è celebrata la prima udienza del processo penale che vede coinvolto l’ex sindaco di Corsano, Biagio Martella, unitamente ad altri professionisti del luogo, per i reati di falso, concussione e corruzione.


La II sez. Coll. del Tribunale di Lecce, presieduta dal Dott. P. Baffa, nell’odierna udienza, dopo aver costituito le parti, ha dichiarato inammissibile la costituzione di parte civile avanzata dall’associazione GAIA, per l’importo di 100 mila euro.


Il Collegio giudicante ha fatto proprie le eccezioni sollevate dalla difesa in ordine al difetto di legittimazione della predetta associazione.

Il processo proseguirà con l’udienza del 10 gennaio 2022 per le richieste di prova.


Gli imputati, sono assistiti dagli avvocati Luciano De Francesco, Francesco Nutricati, Riccardo Giannuzzi, Fernando Amoroso, Luigi Covella, Antonio Frisullo, Mario Simonetti, Fabio Ruberto e Simone Viva.


Alessano

Capo di Leuca e Serre Salentine: tre milioni per 23 progetti

Cantierizzati dai Comuni i 23 progetti finanziati dal Gal

Pubblicato

il

Tutti i Comuni del comprensorio del G.A.L. “Capo di Leuca”, destinatari di un finanziamento pubblico nell’ambito del PAL “il Capo di Leuca e le Serre Salentine” – PSR PUGLIA 2014-2020 – Mis. 19 “Sostegno allo Sviluppo Locale Strategia di Tipo Partecipativo” – Sottomisura 19.2, hanno avviato le procedure per la cantierizzazione dei progetti finanziati

L’importo pubblico complessivamente assegnato dal GAL ai Comuni dell’area LEADER ammonta ad oltre 3 milioni di euro. Tali somme verranno utilizzate per la valorizzazione dei beni culturali e del patrimonio artistico del territorio e, più in generale per la riqualificazione dei centri urbani.

Nel dettaglio, con l’Azione 1 “I Monumenti e la Cultura del Capo di Leuca”- Intervento 1.1 “Recupero e Valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale“, sono 13 le Amministrazioni comunali che hanno avviato o sono in procinto di avviare i lavori. Si tratta di iniziative di recupero e funzionalizzazione di immobili e beni di interesse artistico, storico e archeologico, legati alla tradizione culturale dell’area, interventi in siti da destinare a piccoli musei, teatri, archivi, mostre, esposizioni, centri di aggregazione e integrazione sociale, centri di documentazione e di esposizione dedicati alle tradizioni, agli usi, ai costumi e al sentimento religioso.

Nel dettaglio, gli interventi riguardano i seguenti beni:

Comune Intervento 1.1
Morciano di Leuca Chiesa di Santa Maria di Leuca del Belvedere (Leuca Piccola) e suoi sotterranei
Alliste Castello Baronale nella frazione di Felline
Tiggiano Torre Nasparo e area circostante
Racale Palazzo D’Ippolito, Museo-Laboratorio dell’Emigrazione delle Serre Salentine
Montesano Salentino Palazzo Bitonti
Casarano Sedile e Torre dell’Orologio di Piazza San Giovanni
Ugento Torre e area circostante marina di Torre Mozza
Gagliano del Capo Frantoi ipogeo di via Novaglie
Specchia Castello Risolo
Taurisano Palazzo Ducale Lopez Y Royo
Presicce-Acquarica Castello Medioevale Piazza San Carlo
Matino Frantoio Ipogeo” di Via Libertà
Melissano Ex Chiesa di Sant’Antonio, oggi Centro Culturale “Quintino Scozzi”

Con l’Azione 2 “Fruibilità del Capo di Leuca” – Intervento 2.1 “Infrastrutture su Piccola Scala per qualità della vita e per il turismo” sono 5 i progetti finanziati dal GAL ad altrettante Amministrazioni comunali. I progetti mirano alla riqualificazione di slarghi, cortili, spazi pubblici ubicati nelle immediate vicinanze di beni di interesse culturale, religioso, artistico, archeologico, anche mediante l’utilizzo di tecnologie innovative, integrate con i materiali e le tipologie costruttive tipiche del posto. Gli interventi riguardano i seguenti Comuni:

Comune Intervento 2.1
Ruffano Piazza Carmelitani nella frazione di Torrepaduli
Castrignano del Capo Piazza degli Eventi Marina di Leuca
Corsano Slargo antistante la cappella di San Biagio
Presicce-Acquarica Slargo antistante l’ex Convento degli Angeli
Taviano Teatro all’aperto nel Parco Jonico presso la Marina di Mancaversa

Infine, con l’Azione 3 “Servizi per la Popolazione Rurale nel Capo di Leuca” – Intervento 3.1 “Mercati Locali della Qualità” le 5 Amministrazioni comunali finanziate, hanno intrapreso il recupero e la valorizzazione dei mercati coperti e rionali, ancora oggi presenti in alcune realtà del Capo di Leuca:

Comune Intervento 3.1
Miggiano Mercato Coperto ubicato nei pressi del Quartiere Fieristico
Salve Mercato rionale di Piazza Matteotti
Tricase Mercato rionale presso le Lamie della frazione di Depressa
Alessano Mercato Coperto di via Rimembranze
Patù Mercato rionale presso Piazza Lorenzo e Angelica Valiani marina di San Gregorio
Continua a Leggere

Appuntamenti

Corsano: “Ci vuole un noi per… la tutela del territorio”

Con il CSV BR LE sulle vie del sale: domenica 10 ottobre, un itinerario ad alta suggestione per l’evento del Centro Servizi “Ci Vuole un noi per… la tutela del territorio”: sostenibilità ambientale, tutela del paesaggio, cultura e tradizioni, turismo sostenibile ed esperienziale

Pubblicato

il

Ci vuole un noi per… la tutela del territorio” è il camminamento sulle Vie del Sale, a Corsano che il CSV BR LE Volontariato nel Salento propone per domenica 10 ottobre; un percorso naturalistico, un viaggio ad alto tasso di suggestione tra mare e terra con scorci panoramici inattesi che lasceranno ai visitatori un messaggio essenziale: la tutela del paesaggio passa da un’azione collettiva consapevole e condivisa.

Il percorso rientra nelle attività ‘preparatorie’ al Festival del Volontariato del CSV Strade Volontarie – Ci vuole un Noi… 2021, che culminerà nei primi giorni del mese di dicembre e in questa edizione è dedicato alle azioni di comunità come motore di progresso civile.

«Lo scopo della giornata del 10», spiega Luigi Conte, presidente del CSV BR LE Volontariato nel Salento, «è un’escursione in una porzione di territorio rientrante nel Parco Naturale Regionale “Costa Otranto S.M. di Leuca – Bosco di Tricase”, manutenuta, protetta da un’azione congiunta di cittadini attivi. L’amore per il proprio territorio è un valore non più negoziabile su cui sensibilizzare i territori di riferimento».

E di tutto ciò lo snodo delle Vie del Sale rappresenta un modello da replicare: dal punto di partenza quale la ZonaPozze’ adottata dalla Pro Loco alla Chiesetta di Santa Maura custodita dal comitato feste della parrocchia, per giungere al boschetto ‘nzepe curato dall’Ente Parco e dalle associazioni che con esso collaborano, sino a Torre Specchia Grande, bene del Comune di Corsano gestito dalle associazioni Salento Verticale ed EDENO.

«Le vie del Sale», conclude Conte, «sono la storia di un territorio, uno scrigno di ecosistemi delicati, uno scorcio sulla bellezza che la comunità nelle sue varie espressioni associative ha deciso di adottare e custodire e che il CSV BRL LE Volontariato nel Salento vuole promuovere come modello».

L’evento è promosso dal CSV BR LE Volontariato nel Salento nell’ambito di Strade Volontarie Festival del Volontariato.

Partner: associazione EDENO Culture & Avventure, con il patrocinio di: Provincia di Lecce. Salento d’Amare, Regione Puglia. CSV Net, con il sostegno di BCC Credito Cooperativo Leverano.

Goals 3 e 15 dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

PROGRAMMA

Ore 10: ritrovo a Corsano in zona pozze – parcheggio delle scuole dell’infanzia.

Ore 10,15: partenza

Ore 10,30: sosta alla cappella di Santa Maura

Ore 11: sosta al boschetto ‘Nzepe

Ore 11,30: sosta a Torre Specchia Grande

Ore 12: ritorno al punto di partenza

Il percorso è facile e si consigliano abbigliamento e calzature comode.

Max 25 partecipanti su prenotazione: promozione@csvbrindisilecce.it / 392.9084187-392.9818705

In caso di allerta meteo l’evento verrà rimandato.

Continua a Leggere

Alessano

Artigianato tipico e imprese turistiche: contributi a fondo perduto

Pubblicato

il

Artigianato tipico e imprese turistiche: contributi a fondo perduto

 

Gal Capo di Leuca: ripubblicati i bandi a sostegno degli investimenti per la valorizzazione delle produzioni dell’artigianato e della gastronomia locali. Domande da inviare entro il 15 novembre 2021

 

Il Gruppo d’Azione Locale “Capo di Leuca” informa che, nell’ambito del PSR PUGLIA 2014 – 2020 Piano di Azione Locale “il Capo di Leuca e le Serre Salentine” – Misura 19 “Sostegno allo Sviluppo Locale Strategia di Tipo Partecipativo” – Sottomisura 19.2 ” Sostegno all’esecuzione nell’ambito degli interventi della strategia“, che sul BURP n. 119 del 16 Settembre 2021 sono stati pubblicati i bandi: Intervento 4.1 “Valorizzazioni delle produzioni tipiche locali” e Intervento 4.2 “Servizi al turismo rurale”.

L’intervento 4.1 “Valorizzazioni delle produzioni tipiche locali” sostiene gli investimenti per la valorizzazione delle produzioni dell’artigianato e della gastronomia locali. La finalità è di favorire la creazione di nuove attività e servizi nei centri urbani e nelle campagne, contrastando l’abbandono del territorio.

L’intervento 4.2 “Servizi al turismo rurale” sostiene gli investimenti per migliorare la qualità della ricettività in un contesto di paesaggio urbano e rurale riqualificato, con attività e servizi di carattere innovativo.

Possono essere beneficiari dei contributi le microimprese ai sensi della Raccomandazione della Commissione n. 2003/361/Ce del 6.5.2003, iscritte alla Camera di Commercio, Industria ed Artigianato ed Agricoltura con sede legale ed operativa nel territorio del GAL, e che svolgano la loro attività nei settori oggetto di sostegno con i codici ATECO indicati nell’Allegato A, parte integrante di ciascuno dei due bandi pubblici, e con esclusione delle aziende agricole solo per l’Intervento 4.1.

La microimpresa dovrà avere sede legale ed operativa nel territorio del GAL “Capo di Leuca”: Alessano, Alliste, Casarano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Patù, Presicce-Acquarica, Racale, Ruffano, Salve, Specchia, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase e Ugento.

Per l’intervento 4.1“Valorizzazioni delle produzioni tipiche locali” saranno ritenuti ammissibili investimenti per le tipologie di attività: artigianato tradizionale legato alle tipicità locali, per esempio: ceramica, ferro battuto, legno d’ulivo, giunco, pietra leccese, cartapesta, oggettistica, tessitura, ecc..; attività artigianali nei settori della trasformazione alimentare, liquoreria, pasticceria, prodotti da forno, pasta fresca, ecc.., con particolare riguardo ai prodotti compresi nella XVIII revisione dell’Elenco delle produzioni tipiche locali pubblicato dal MIPAAFT e con esclusione dei prodotti compresi nell’Allegato I del T.F.U.E.; ristorazione tipica e da asporto, friggitorie, utilizzando prodotti agricoli e agroalimentari tipici del territorio; commercio, riguardante le produzioni tradizionali e tipiche del territorio di riferimento, compreso anche il commercio “elettronico”.

Per l’intervento 4.2 “Servizi al turismo rurale” sono ritenuti ammissibili investimenti le seguenti attività: agenzia di servizi al turismo/punti di accoglienza turistica; potenziamento del comparto outdoor, esempio: cicloturismo, turismo equestre, trekking, aree giochi, spazi per il tiro con l’arco, punti di rifornimento e di assistenza; realizzazione di servizi direttamente connessi al turismo per famiglie, scuole e gruppi organizzati; realizzazione e potenziamento dei servizi che favoriscano l’avvicinamento del turista ai prodotti tipici del territorio (laboratori di degustazione legati all’utilizzo dei prodotti tipici locali, circuiti enogastronomici, ecc.); servizi turistico-culturali e servizi connessi al turismo rurale relativi alla realizzazione di esperienze legate alle pratiche agricole tradizionali; servizi per il benessere, fitness, percorsi vita, percorsi sensoriali; punti di osservazione del paesaggio e della fauna; servizi per il benessere degli animali.

Per entrambi i bandi saranno ammissibili le seguenti spese: ammodernamento ed adeguamento funzionale di immobili/locali preesistenti destinati allo svolgimento delle attività di impresa, ivi compresi modesti ampliamenti limitati a vani tecnici e servizi nel rispetto degli strumenti urbanistici vigenti; sistemazione di spazi esterni di pertinenza degli edifici se direttamente collegati e funzionali alle attività; acquisto attrezzature, strumenti, arredi ed impianti, funzionali all’intervento; l’acquisto di hardware, software e sviluppo di programmi informatici e costi per la realizzazione e l’aggiornamento di siti internet, con l’esclusione dei costi di gestione; le spese generali, compresi onorari di consulenti e professionisti, nel limite massimo del 12% degli investimenti previsti dal bando, ad esclusione degli “investimenti immateriali”. Solo per l’intervento 4.1, saranno ammissibili le spese: acquisto di vetrine mobili, rimorchi o carrelli autonegozio trainabili, carretti a pedali o elettrici e piccoli mezzi di locomozione motorizzati, esclusivamente utilizzati per la promozione e commercializzazione dei prodotti artigianali e per la degustazione delle produzioni agroalimentari. Solo per l’intervento 4.2 saranno ammissibili le spese per l’acquisto di piccoli mezzi di locomozione ecosostenibili, per favorire la fruibilità del territorio via terra e via mare, con le caratteristiche indicate nell’apposito Bando.

Per tutti gli investimenti ammissibili al sostegno previsti nei due interventi, l’aiuto sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa ammessa ai benefici. Il limite massimo ammissibile agli aiuti (contributo pubblico insieme a cofinanziamento privato) per intervento, non potrà essere superiore a 70mila euro.

Per ogni altra informazione farà fede il testo dei due bandi. Le domande di sostegno, con procedura dematerializzata utilizzando l’apposito portale SIAN – Sistema Informativo Agricolo Nazionale, dovranno essere inviate esclusivamente entro e non oltre il 15 novembre 2021.

La versione integrale del bando è disponibile sul sito internet del Gal Capo di Leuca.

Lo staff del GAL “Capo di Leuca” è a disposizione per maggiori e dettagliate informazioni sui due bandi, tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle ore 13.

A fini precauzionali e per di evitare assembramenti, coerentemente con le disposizioni emanate con i vari DPCM adottati per il contenimento dell’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del Coronavirus, l’accesso agli uffici sarà possibile solo previo appuntamento concordato anticipatamente.

E-mail: gal@galcapodileuca.it

Tel. 0833/542342.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus