Connect with us

Cronaca

Covid in Puglia: 7 nuovi casi, nessuno nel leccese

Pubblicato

il


Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 4 agosto 2020 in Puglia, sono stati registrati 2407 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati sette casi positivi: 2 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Foggia.

Non sono stati registrati decessi.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 246.581 test.

3971 sono i pazienti guariti.

131 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4655, così suddivisi:

1513 nella Provincia di Bari

382 nella Provincia di Bat

673 nella Provincia di Brindisi

1209 nella Provincia di Foggia;

567 nella Provincia di Lecce;

281 nella Provincia di Taranto;

30 attribuiti a residenti fuori regione.

Cronaca

Sulla statale con droga in auto per 2 milioni: arrestato

Manovre sospette e cocaina negli sportelli: incastrato dai cani

Pubblicato

il


Nella tarda mattinata di ieri, nel corso di un servizio di polizia svolto nelle province di lecce e brindisi da personale della squadra mobile della Questura di Lecce e della questura di Brindisi, finalizzato alla prevenzione di gravi reati contro il patrimonio, è scattato un arresto.





All’altezza dello svincolo per Francavilla Fontana, gli agenti della squadra mobile di Lecce han proceduto al controllo di una Lancia Delta che faceva strane manovre sulla provinciale.
In particolare, mentre percorreva la ss7 Taranto-Brindisi (in direzione Brindisi), all’altezza di Francavilla, con fare repentino e sospetto, imboccava lo svincolo di Francavilla-Villa Castelli per poi reimmettersi lungo la medesima ss7, con il chiaro intento di eludere i controlli di Polizia su strada.
L’atteggiamento sospetto tenuto dal conducente ha calamitato gli agenti che han proceduto a perquisizione personale e veicolare, anche con l’ausilio dell’unità cinofila di Brindisi, facente parte dello stesso dispositivo di prevenzione.





Esaminato il mezzo, con i cani che davano inconfutabilmente segnali di presenza di sostanza stupefacente sugli sportelli posteriori dell’auto, gli investigatori delle squadre mobili han proceduto quindi allo smontaggio dei relativi pannelli interni dei due sportelli posteriori, con esito positivo.





All’interno dello sportello posteriore sinistro venivano, infatti, rinvenuti i primi 7 panetti mentre all’interno dello sportello posteriore destro venivano rinvenuti altri 8 panetti, per un totale complessino di circa 18 chili, tutti contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina purissima.




La sostanza, una volta tagliata e immessa sul mercato, avrebbe fruttato non meno di 2 milioni di euro.





Nel corso della perquisizione personale, all’interno del portafogli dell’arrestato, rinvenuti e si sequestri 500 euro in banconote di vario taglio.
L’uomo, un 45enne di Copertino, C. V., è stato tratto in arresto e, come d’intesa con l’autorità giudiziaria, condotto in carcere a disposizione del p.m.










Continua a Leggere

Cronaca

Ruba profumi per un valore di 500 euro: arrestata

La Polizia di Stato ha fermato la donna che, vistasi scoperta, ha consegnato spontaneamente tutto il bottino

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, una 62enne brindisina, Bleve Anna, già nota alle forze dell’ordine per svariati problemi con la giustizia, è stata arrestata per aver asportato dalla COIN di via Nazario Sauro di Lecce confezioni di profumo femminile, per un valore di circa 500 euro. 

La donna, notata e tenuta d’occhio dall’addetto alla sicurezza del centro commerciale, giunta nel reparto profumeria e accertatasi di poter agire senza essere vista, afferrava una confezione di profumo e la infilava nella propria borsa, quindi, per dissimulare eventuali sospetti, tornava a curiosare tra i prodotti esposti sugli scaffali. Ha ripetuto quest’operazione più volte nel giro di pochi minuti per poi avviarsi verso la cassa e oltrepassare le barriere anti taccheggio che, stranamente, non avevano segnalato nulla. 
Un equipaggio della Polizia di Stato, precedentemente allertato, ha fermato la donna che, vistasi scoperta, ha consegnato spontaneamente tutto il bottino. Un’ulteriore verifica ha permesso di comprendere come il sistema antitaccheggio, con l’uso di un particolare stratagemma era stato ingannato.

La donna, già gravata dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, con provvedimento emesso dal Tribunale di Brindisi nel marzo scorso, è stata arrestata con l’accusa di furto aggravato e accompagnata presso la Casa Circondariale a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. 

Continua a Leggere

Cronaca

Ruba una Vespa a un ragazzino e poi tenta uno scippo: beccato

Pubblicato

il


In pochi minuti avrebbe compiuto due reati a Lecce riuscendo a farla, temporaneamente, franca.





I poliziotti della Sezione Volanti della Questura di Lecce, dopo aver raccolto tutti gli elementi, le testimonianze e visionato i filmati, sono risaliti all’esatta identità dell’autore del furto di una Vespa, in danno di un ragazzino di appena 14 anni, consumato nel pomeriggio del 13 settembre scorso, e del tentativo di scippo, avvenuto in viale Marche, qualche minuto dopo il furto del ciclomotore, ai danni di una donna che viaggiava a bordo della propria bicicletta.





Si tratta di Z.L. 26enne originario di San Cesario di Lecce. Il veicolo, ritrovato la stessa sera da una pattuglia della Polizia di Stato, parcheggiato nei pressi dell’abitazione della fidanzata dell’uomo, è stato riconsegnato al legittimo proprietario.




Il giovane, sebbene si sia presentato con il proprio legale negli uffici della Questura per restituire le chiavi della vespetta, non è sfuggito alle grinfie della giustizia ed è stato denunciato per furto.





Per quanto riguarda l’episodio del tentativo di furto (scippo) ai danni della donna in biciletta, nonostante molte strade conducano allo stesso giovane, la Squadra Mobile di Lecce sta approfondendo le indagini al fine di dare certezza a quelle che per ora sono ancora teorie.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus