Connect with us

Cronaca

Evasione fiscale di oltre un miliardo!

Pubblicato

il

(24 novembre) – Nel mirino dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lecce, autori di complesse indagini caratterizzate da una dettagliata analisi economica e finanziaria, sono finite le aziende del settore metallurgico dell’imprenditore Giacomo Corvaglia, 50 anni, di Diso. Nel periodo dal 2004 al 2008 l’imprenditore ha sottratto a tassazione, ai fini delle imposte dirette, base imponibile per 663mila euro ed ha evaso l’Iva per 348mila euro. In particolare, i Finanzieri hanno accertato che l’azienda, già destinataria di contributi pubblici (Legge 488), ha utilizzato fatture per operazioni in tutto e/o in parte inesistenti, emesse da compiacienti Società nazionali ed estere. L’esito dell’attività, già segnalato alle autorità giudiziarie ordinaria e contabile in relazione all’indebita percezione di finanziamenti pubblici, è stato rimesso al vaglio dei competenti uffici finanziari, per i conseguenti profili fiscali.


Guida l’auto, ma la patente non ce l’ha!


(24 novembre) – Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lecce, nell’ambito di controlli inerenti il codice della strada, hanno sorpreso una donna al volante di un’auto senza aver mai conseguito la patente di guida. La signora è stata immediatamente denunciata all’autorità giudiziaria.

Scoperti tre lavoratori “in nero”


(24 novembre) – Militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Lecce, all’esito di specifici controlli in materia di sommerso da lavoro, hanno individuato tre lavoratori “in nero”. Dall’inizio dell’anno ad oggi, le Fiamme Gialle leccesi hanno individuato 772 lavoratori in nero e/o irregolari. 


Cronaca

Coppia investita da auto, lui è grave: c’è positività alcol test

L’incidente nella serata di sabato, nel centro abitato di Galatone: in ospedale 29enne, grave, e la sua ragazza, in codice giallo

Pubblicato

il

Un codice rosso, uno giallo ed una positività all’alcol test. Questo il bilancio del grave incidente che si è verificato ieri a Galatone in pieno centro abitato.

Erano passate le 23 quando una coppia di fidanzati, 29 anni lui e 24 lei, sono stati travolti da un’auto in transito davanti ad un bar, in via Torrente.

Nell’impatto, violento, è stata coinvolta anche un’altra vettura. È da chiarire infatti se l’auto che ha investito i due giovani sia stata a sua volta colpita da un’altra, che sopraggiungeva.

La gravità dell’accaduto è subito stata chiara ai presenti. Nelle immagini del video che segue (riprese dalle videocamere a circuito chiuso del bar dinanzi a cui si è verificato il sinistro) si vedono le auto, una della quali si cappotta, incidentarsi, mentre gli astanti si precipitano fuori a soccorrere i malcapitati.

Il 118, soccorsi i coinvolti, è ripartito dal posto con un codice giallo ed uno rosso. Ad avere la peggio il ragazzo di 29 anni: è grave, in prognosi riservata.

La sua ragazza ha riportato ferite lievi. Uno dei conducenti delle due macchine coinvolte, un 21enne, è risultato positivo al test alcolemico.

Il video

Continua a Leggere

Cronaca

Schianto in curva: paura tra Ruffano e Montesano

L’incidente sulla provinciale che collega i due Comuni: due auto ko

Pubblicato

il

Violento incidente sulla strada provinciale che collega Ruffano a Montesano.

Nel pomeriggio di oggi, poco prima delle 18, lo scontro tra due auto. L’impatto è avvenuto in corrispondenza di uno degli ultimi curvoni che si percorrono procedendo in direzione Ruffano.

Le vetture, una Dacia ed una Hyundai, ne sono uscite pesantemente danneggiate: per la prima una ruota andata fuori asse, per la seconda frontale ko. Necessario carro attrezzi per la rimozione di entrambe.

Soccorsi i coinvolti, i carabinieri, accorsi dalla locale stazione, hanno effettuato i rilievi e gestito il deflusso del traffico, in un punto pericoloso perché cieco in ambo le direzioni di marcia.

Sul posto anche la polizia locale. Le conseguenze patite dai coinvolti non sarebbero critiche, a dispetto dello spavento.

Continua a Leggere

Cronaca

Centro estetico ed auto di carabiniere dati alle fiamme nel basso Salento

Doppio attentato nel giro di poche ore, nella notte, tra Racale e Taviano

Pubblicato

il

Due incendi nella notte nel basso Salento ed altrettanti forti sospetti di dolo. Gli episodi in due paesi limitrofi: Racale e Taviano.

A Racale è stato registrato un palese tentativo di dare alle fiamme un centro estetico in via Garibaldi. Tracce di un mancato incendio, proprio in corrispondenza dell’attività, sono rimaste lungo la parte esterna del locale: anneriti portone e bordo strada.

I vigili del fuoco avrebbero indivutato del liquido infiammabile. Elemento che sta facendo muovere le indagini del carabinieri sulla pista dolosa.

Non lontano da qui, in via Respighi, a Taviano, una macchina è stata completamente distrutta da un rogo attorno alle 3 della notte: sull’asfalto non restano che le lamiere consumate dalle fiamme.

Si tratta della vettura del vicecomandante della stazione dei carabinieri di Racale. È la violenza delle fiamme, in questo caso, a far propendere per il dolo.

L’intervento dei vigili del fuoco di Gallipoli ha scongiurato il propagarsi delle fiamme nei dintorni. Anche in questo caso, indagano i carabinieri.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus