Connect with us

Cronaca

Furti d’auto a Tricase e pattuglie a presidio del paese: il punto

Quattro macchine sparite nella notte, crescono i colpi nelle ultime settimane, ma l’azione dei carabinieri di questa sera non sarebbe collegata ad una emergenza

Pubblicato

il


di Lor. Zito





Sale il livello di allerta per le forze dell’ordine nel Capo di Leuca, in particolar modo a Tricase.





In questi giorni si è registrato il ripetersi di un crimine che si verifica ormai con crescente frequenza da alcune settimane, quello dei furti d’auto.





Nell’arco di poche ore sono sparite ben 4 vetture: due utilitarie Fiat, ed una berlina ed un suv Alfa Romeo. Tutte rubate a Tricase.





Il primo caso eclatante di furto d’auto del 2023, in paese, era stato quello della Fiat Punto rubata ad una donna nei pressi dell’hospice Casa di Betania, mentre la stessa si sottoponeva ad una visita ospedaliera.




Poi, si sono susseguiti altri casi di vetture sparite nel nulla, non solo a Tricase ma nell’intera area del Capo di Leuca.





La preoccupazione che trapela è che l’innalzamento del livello di attenzione sul Casaranese possa far pagare il prezzo proprio al Capo di Leuca.





Il recente dispiegamento di forze dell’ordine della Prefettura, in risposta alla serie di attentati (soprattutto incendiari) che negli ultimi mesi hanno interessato Casarano e dintorni, potrebbe aver spostato l’attenzione di alcune bande criminali su altre aree. Non si tratta, chiaramente, della stessa matrice di crimini per cui la Prefettura è scesa in campo a Casarano, tuttavia alcune azioni criminose potrebbero, di conseguenza, essersi allontanate da una zona sempre più presidiata.





Intanto nella serata di oggi, martedì 14, a Tricase, col diffondersi della notizia dei furti d’auto, la preoccupazione è dilagata in paese. Accentuata anche dalla presenza massiccia di pattuglie dei carabinieri che sin dal tramonto stanno presidiando il territorio. Secondo fonti interne, l’attività in corso non è però collegata ad alcuna emergenza in atto. Si tratterebbe di un’azione di sicurezza programmata.


Campi Salentina

Corriere espresso ma di droga! Arrestato

La Polizia di Stato, al termine di un prolungato inseguimento nel centro abitato di Veglie, ha arrestato un uomo di Campi Salentina, corriere di una nota ditta di consegne porta a porta

Pubblicato

il

Gli agenti del Commissariato di P.S. di Nardò hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 40enne di Campi Salentina per detenzione ai fini di spaccio di hashish e marijuana, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali dolose a Pubblico Ufficiale.

Durante il servizio di prevenzione e controllo del territorio, disposto dal Questore di Lecce e svolto del comune di Veglie, gli agenti del Commissariato di P.S. di Nardò, insospettiti dall’alta velocità tenuta da un furgone di un corriere espresso, si ponevano al suo inseguimento.

Il conducente, accortosi del sopraggiungere delle pattuglie, anziché fermarsi, aumentava la velocità, cercando di guadagnare la fuga.

Eseguendo manovre a zig-zag, il corriere, al fine di eludere il controllo di Polizia, ha finanche investito uno degli agenti in borghese.

La spericolata corsa proseguiva poi per le vie del paese, in quell’orario molto trafficate. Guidando sempre a forte velocità, l’uomo alla guida del mezzo si disfaceva, gettandola fuori dal finestrino, di una sacca di colore bianco.

La fuga, continuata dapprima per le vie del paese e successivamente sulla provinciale per Carmiano, veniva interrotta dalla pattuglia postasi all’inseguimento, dopo che più volte l’autista aveva cercato, senza riuscirci, di speronare l’auto degli agenti.

Nel contempo altri operatori del Commissariato sono riusciti a recuperare la busta di cui il malvivente si era disfatto, contenente circa 1,6 kg di stupefacente, in particolare hashish e marijuana.

Al termine della vicenda, l’uomo è stato tratto in arresto e, giuste intese con il Sostituto Procuratore della Repubblica di Lecce di turno, tradotto presso la Casa Circondariale di Lecce a disposizione dell’A.G. per l’accertamento delle responsabilità.

 

Continua a Leggere

Cronaca

Incendio brucia auto di carabiniere nella notte

Il mezzo, di proprietà di un militare in servizio a Tricase, era parcheggiata alla periferia di San Cassiano

Pubblicato

il

Incendio d’auto nella notte a San Cassiano, dove ha preso fuoco una vettura di proprietà di un carabiniere.

Il rogo, attorno alle 2, ha distrutto una Fiat Panda intestata ad un militare in servizio presso la stazione di Tricase.

Il mezzo era in sosta in via Toti, in una zona periferica del paese. Si trovava qui, lontano dal luogo di residenza del proprietario, a causa di un guasto.

I vigili del fuoco hanno domato l’incendio e cercato eventuali tracce di dolo: nulla, al momento, è stato individuato in questo senso.

 

Continua a Leggere

Cronaca

Galatina, arrestato pusher

Si tratta di un 31enne del Gambia, irregolare sul territorio nazionale, ritenuto elemento di spicco nel mercato dello spaccio delle cosiddette droghe leggere

Pubblicato

il

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Galatina hanno tratto in arresto un 31enne del Gambia, irregolare sul territorio nazionale, ritenuto elemento di spicco nel mercato dello spaccio delle cosiddette droghe leggere.

Il reato contestato è detenzione a fini di spaccio di hashish e marijuana; un altro uomo è stato indagato per concorso nello stesso reato.

Gli agenti di polizia, durante il servizio di prevenzione e controllo del territorio, nel transitare in via Collepasso, direzione via Donatello, hanno notato e fermato un ciclomotore procedere nello stesso senso di marcia con due persone a bordo.

Alla guida un 35enne senegalese, incensurato, regolare sul territorio mentre il passeggero è stato identificato per un 31enne del Gambia, conosciuto agli operatori per reati in materia di stupefacenti.

Alla luce di quest’ultimo particolare, gli agenti hanno deciso di effettuare una perquisizione sui due soggetti, estesa al ciclomotore, a seguito della quale il 35enne conducente è stato trovato in possesso di tre involucri di materiale plastico, contenente hashish per un peso lordo totale di grammi 14 circa e la somma in contanti di Euro 330 suddivisa in banconote di vario taglio, custoditi nella tasca dei pantaloni.

All’interno del sellone del ciclomotore, rinvenuto un marsupio contenente un bilancino di precisione e marijuana, per un peso lordo di grammi 35circa.

Gli agenti hanno sequestrato stupefacente e denaro, ritenuto riconducibile ad attività di spaccio.

Al termine degli accertamenti, il 31enne è stato tratto in arresto per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti, il conducente del veicolo indagato per concorso nello stesso reato.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus