Connect with us

Cronaca

La morte di Gianluca Stefanelli, “una mancanza insopportabile”

Motori in lutto. Il ricordo del “navigatore” tricasino scomparso a 24 anni. Gianluca Eremita: “Era davvero una bella persona, un ragazzo di cuore”

Pubblicato

il

Il mondo del motori salentino piange l’improvvisa e (troppo) prematura scomparsa di Gianluca Stefanelli, il 24enne che faceva parte della Scuderia tricasina Salentomotori del presidente Antonio Forte.


Gianluca (nella foto in alto in auto nel corso del Rally del Salento 2019. Foto, ironia della sorte beffarda, scattata da Leonardo D’Angelo, fotografo professionista tragicamente e prematuramente scomparso nell’agosto 2019) viveva in provincia di Perugia dove frequentava l’università. Ieri nella sua casa di Maggione, un Comune della provincia, dove il ragazzo viveva insieme alla famiglia che lo aveva raggiunto alla fine dello scorso anno, ha avvertito un malore e purtroppo a nulla sono valsi i soccorsi perché il giovane si è spento per arresto cardiaco. Sarà l’autopsia, disposta per la giornata di domani, a stabilire le esatte cause del decesso.


Intanto chi lo conosceva bene non riesce a darsi pace. Tra loro anche il nostro collega e collaboratore, nonché grande appassionato di tutti ciò che riguarda il motorsport, Gianluca Eremita: “Non è la solita frase di circostanza ma era davvero una bella persona”, ha raccontato con la voce rotta dalla commozione, “un ragazzo di cuore. Quando ieri ho avuto la notizia mi rifiutavo di crederci, speravo davvero fosse un errore… invece, subito dopo è arrivata la doccia fredda della conferma”.

Gianluca va avanti a ruota libera e con gli occhi gonfi di lacrime: “Conosco abbastanza bene anche il papà e la mamma anche se non li incontravo da un po’. In uno degli ultimi nostri incontri mi avevano confidato che pensavano di trasferirsi tutti in Umbria”.


Poi il ricordo “sportivo”: “Era molto appassionato e si era avvicinato al mondo del rally con la Salentomotori, portandosi dietro un entusiasmo contagioso per noi tutti. È una mancanza insopportabile, così come è incredibile che tutto ciò sia avvenuto alla sua giovane età. Mi dispiace tantissimo anche per la famiglia molto a modo, il papà, la mamma, il fratello maggiore,  tutte persone solari e per bene. Un fulmine a ciel sereno. Quanto è avvenuto”, conclude quasi singhiozzando, “mi ha colpito profondamente”.


Cronaca

Nemico di Putin? “Sono incredulo e preoccupato “

Il salentino (risiede in un comune nel Capo di Leuca) dopo essere apparso nella lista nera di Putin rilascia una nota mediante il suo legale: “Non capisco, mai intrattenuti rapporti con la federazione russa“

Pubblicato

il

Ricordate la vicenda della salentino nella lista nera di Putin?

Avevamo parlato qualche giorno fa riferendovi di come tale Alessandro Orlowsky avesse decriptato una lista del ministero degli esteri russi contenente una serie di nomi, anche italiani, ritenuti nemici dello zar, poi pubblicata su X.

Tra questi 25 anche quello di un salentino di 52 anni.

Ora l’uomo, che risiede in un paese del Capo di Leuca, ci ha fatto pervenire, mediante il suo legale, l’avv. Andrea Piscopiello ,di Tricase, una nota nella quale specifica: “Con riferimento all’articolo pubblicato recentemente dalla vostra testata giornalistica il mio assistito esprime totale incredulità non avendo mai intrattenuto alcun rapporto, personale o professionale, con la federazione russa. Al contempo esprime preoccupazione per quanto riferito nell’articolo”.

“Pertanto”, si legge ancora nella nota, “stiamo provvedendo a segnalare l’accaduto agli opportuni organi istituzionali per ragioni di sicurezza personale e per effettuare le
necessarie verifiche”.

I 25 ITALIANI NELLA BLACK LIST DI PUTIN

Continua a Leggere

Cronaca

Taurisano, operaio morto al lavoro: condannato Scarlino

Condannato a sette anni per omicidio colposo l’amministratore unico del Salumificio taurisanese Attilio Scarlino.
Quattro anni al fratello Antonio. L’azienda ha già annunciato l’appello

Pubblicato

il

Omicidio colposo con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro: condannato a sette anni l’amministratore unico del Salumificio Scarlino di Taurisano, Attilio Scarlino, 61 anni. Quattro anni al fratello Antonio di 52 anni.

La vicenda all’esame dei giudici era quella dell’agosto 2013, quando Mario Orlando, operaio 51enne di Taurisano rimase stritolato in un’impastatrice nel salumificio taurisanese.

Assoluzioni e prescrizioni per gli altri imputati.

Deciso anche il risarcimento delle parti civili, cioè la moglie, i due figli e i sei fratelli di Orlando, in separata sede. Per moglie e due figli, inoltre, una provvisionale di 50mila euro ciascuno.

Infine, Attilio Scarlino è stato interdetto in perpetuo dai pubblici uffici, mentre Antonio per cinque anni.

Il comunicato dell’azienda

“La rimozione delle cautele antinfortunistiche, infatti, non avrebbe avuto alcuna incidenza causale sulla produzione dell’evento”, si legge in una nota diffusa dall’azienda.

Già annunciato il ricorso in appello.

Continua a Leggere

Botrugno

Ennesimo incidente sulla SS 275 Maglie – Leuca

Auto in coda e traffico rallentato all’altezza dello distributore di carburante, all’inizio della due corsie

Pubblicato

il

Ennesimo incidente sull’asfalto della statale 275 Maglie-Leuca

Questa volta il sinistro se verificato sul tratto tra Maglie e Montesano Salentino, nei pressi del distributore di benzina, praticamente all’inizio della “due corsie”.

Almeno due le auto coinvolte.

Non risulterebbero feriti gravi, intanto si registrano auto in coda e traffico rallentato.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus