Connect with us

Alliste

Opere abusive e bosco semidistrutto: deferite due donne

Pubblicato

il


Abusivismo ed irregolarità edilizie registrati dai carabinieri forestali tra Alliste e Lequile.





Nel comune del basso Salento i militari di Gallipoli hanno deferito una donna di 65 anni ritenuta responsabile dei reati relativi alle violazioni alla normativa urbanistico-edilizia e paesaggistica, ed in particolare per le seguenti violazioni: art. 44 c.1 lett. B) dpr 380/2001; art. 181 del dlgs 42/2004 – realizzazione di nuova costruzione ed altre opere, a modifica ed ampliamento di un fabbricato preesistente “ante 67”.








Il tutto era stato realizzato in assenza del permesso di costruire e della prodromica autorizzazione paesaggistica. All’interno di un fabbricato e pertinenziale terreno, ubicato in agro del Comune di Alliste, era stato realizzato, ad ampliamento e modifica del suddetto fabbricato esistente, un nuovo deposito per attrezzi, una copertura a tettoia aperta da tre lati e un nuovo manufatto uso doccia. Tutte opere realizzate nella completa assenza del titolo abilitativo e dell’autorizzazione paesaggistica.





A Lequile invece è stata deferita, dai forestali di Lecce, una donna di 59 anni.
È responsabile dei reati di cui all’art. 256 c. 1 d. Lgs. N. 152/06 (gestione illecita di rifiuti), art. 181 del d. Lgs. N. 42/04 (opere eseguite in assenza di autorizzazione paesaggistica) e art. 734 c.P. (deturpamento di bellezze naturali).
Nello specifico i carabinieri hanno riscontrato che, all’interno di un’area boschiva dell’estensione di circa 16mila mq, su una porzione di superficie estesa circa 1400 mq, era stato depositato e opportunamente livellato, nel corso del tempo, un quantitativo di terre e rocce da scavo pari a circa 2 mila e cento metri cubi. Il tutto in assenza di autorizzazione paesaggistica, andando irrimediabilmente a compromettere quella porzione di bosco, già interessato negli anni passati dal passaggio del fuoco e da successivi tagli eseguiti in maniera abusiva.
Al fine di evitare che il prosieguo dei lavori compromettesse la restante parte di vegetazione, il reparto operante ha proceduto al sequestro preventivo dell’intera superficie, con deferimento della proprietaria.






Alessano

Antonio Ciriolo nuovo presidente del Gal Capo di Leuca

Succede a Rinaldo Rizzo, nominato presidente onorario

Pubblicato

il

L’Assemblea dei soci del Gruppo di Azione Locale (GAL) “Capo di Leuca” Scarl, attualmente soggetto attuatore del Programma Leader (Misura 19 del PSR Puglia 2014 – 2020), ha eletto all’unanimità Antonio Ciriolo presidente del sodalizio. Succede, per scadenza di mandato, a Rinaldo Rizzo, nominato presidente onorario.

Nella stessa occasione, i rappresentanti della compagine sociale hanno confermato i componenti uscenti del Consiglio di Amministrazione: Giulio Sparascio (vice presidente), Gabriele Abaterusso, Fabrizio Arbace e Adamo Fracasso.

Rizzo ha salutato e ringraziato i soci e lo staff, in particolare modo il direttore, Giosuè Olla Atzeni, che lo ha coadiuvato nella guida del sodalizio dal 2016, soprattutto, per essere stato al suo fianco dal momento della costituzione del GAL “Capo S. Maria di Leuca” Srl, costituito nel 1991 come soggetto attuatore del Programma di Iniziativa Comunitaria Leader, per il quale Rizzo, nei trent’anni di attività, ha ricoperto il ruolo di presidente e vice presidente. Lo scorso novembre, lo stesso Antonio Ciriolo era stato eletto all’unanimità come presidente di quest’ultima società a capitale misto pubblico-privato, che ha come obiettivo principale la valorizzazione delle risorse di imprenditorialità, storia, cultura e natura presenti nella penisola salentina.

L’area d’intervento del GAL “Capo di Leuca” scarl, comprendente i seguenti Comuni: Alessano, Alliste, Casarano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Patù, Presicce-Acquarica, Racale, Ruffano, Salve, Specchia, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase e Ugento.

Il Presidente uscente Rinaldo Rizzo, nel messaggio di saluto ai soci e allo staff ha dichiarato: «Dopo trent’anni di amministratore di questa società, la mia esperienza si ferma praticamente qui oggi. In questo lungo periodo, insieme a tutti i collaboratori, abbiamo cercato di cogliere i bisogni propri della ruralità del nostro territorio, proiettandoci sempre verso il futuro, cercando di affiancare e seguire costantemente gli operatori beneficiari, assecondandone le esigenze e le più diverse richieste. In questi anni di responsabilità, ho sempre interpretato il mio ruolo come servizio utile per contribuire alla crescita del Capo di Leuca, una crescita sempre sostenibile e in armonia con il territorio e le sue popolazioni. Abbiamo attuato numerosi programmi comunitari, dando la possibilità a molti cittadini di mettersi in gioco e tanti di essi rappresentano oggi realtà affermate ormai da anni. Abbiamo cercato di metterci sempre tutto l’impegno, con la massima serietà e la massima trasparenza. Credo che questi valori ci contraddistinguano da sempre e ci siano riconosciuti da tutti. Un grazie particolare vorrei rivolgerlo al Direttore, Dott. Giosuè Olla Atzeni, che insieme al sottoscritto ha iniziato questa avventura sin dall’origine, nel 1991, condividendo tutte le fasi che ci hanno portato fino ad oggi. Sono sicuro che coloro che mi succederanno, sapranno confermare il ruolo del GAL, facendolo continuare ad essere un riferimento importante di sviluppo per il territorio. Ancora grazie a tutti. Grazie davvero. Io, comunque, rimango sempre nei paraggi».

Continua a Leggere

Alliste

Scontro tra due auto, una vola fuori strada e finisce in fiamme

Grande spavento sotto al sole cocente del pomeriggio sulla strada tra Alliste e Felline

Pubblicato

il

Lo schianto, il volo e le fiamme. È spaventoso l’incidente occorso nel pomeriggio di venerdì a due vetture sulla SP266.

Il territorio è quello di Alliste, la via quella che porta alla sua frazione, Felline. Una Fiat 500X ed una Lancia Ypsilon le due auto scontratesi in questo torrido pomeriggio di fine luglio.

È accaduto tutto all’improvviso, ma per motivi ancora da chiarire. Le due vetture sono entrate in collisione ed una delle due, la Lancia, è rimbalzata fuori dalla carreggiata. Rotolando su sé stessa, è finita nelle campagne a lato dell’asfalto ed ha preso fuoco. Capovolta sul tettuccio, si è letteralmente sciolta tra le fiamme e sotto al sole cocente.

Si è reso necessario l’intervento delle squadre di soccorso e delle forze dell’ordine, che han gestito il traffico ed effettuato i rilievi del caso. Entrambe le auto coinvolte sono state rimosse con carroattrezzi. Nessuna informazione, al momento, sulle condizioni di chi era a bordo.

Continua a Leggere

Alliste

In fiamme il Calaturo, biotopo dal gran pregio naturalistico ad Alliste

Pubblicato

il

Gli agenti atmosferici oggi (vento e sole) sono nuovamente diventati involontari alleati di incuria e piromani. Tra le decine di incendi registrati, ad Alliste se ne registra uno che si unisce, per gravità, ai due più “importanti” della giornata: quello degli Alimini e quello tra Specchia ed Alessano.

Ad Alliste le fiamme hanno distrutto il Calaturo, la caratteristica dorsale calcarea, ultima propaggine delle murge salentine, che ricade anche nel territorio di Felline, un biotopo dall’eccezionale pregio naturalistico e paesaggistico. Ecco le foto di ciò che resta, scattate dalla locale protezione civile intervenuta sul posto coi colleghi di Ugento e Taurisano.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus