Connect with us

Cronaca

Presicce-Acquarica: encomio solenne ad agente di Polizia Locale

Giacinto Imperiale si è distinto nel corso di un improvviso incendio «si spingeva fin dentro alle volute di fumo e con mezzi di fortuna riusciva, in attesa dei soccorsi, ad evitare che le fiamme portassero a conseguenze catastrofiche l’evento, prodigandosi in favore della collettività, ben oltre il normale impegno di servizio»

Pubblicato

il

Nel giorno di San Sebastiano, Santo protettore della Polizia Locale, all’interno dell’aula consiliare del neo costituito Comune di Presicce-Acquarica, in Piazza dell’Amicizia, il sindaco Paolo Rizzo ha conferito solenne encomio all’agente di Polizia Locale, Giacinto Imperiale.


45 anni, un passato da ricercatore universitario e docente di filosofia nelle aule dei licei del Nord, scrittore e saggista, Giacinto Imperiale, per gli amici Jonathan, mette l’uomo nella divisa, butta il cuore oltre l’ostacolo e si distingue anche come Agente di Polizia Locale, sempre pronto ad erogare servizi volti al bene della collettività.


«A seguito di attenta e ponderata valutazione», recita la motivazione riportata sulla pergamena a firma del primo cittadino, «letti gli atti d’ufficio, il sindaco conferisce encomio all’Agente della Polizia Locale di Presicce-Acquarica,  Giacinto Imperiale con la seguente motivazione: a seguito di un improvviso incendio che minacciava l’incolumità dei cittadini e dei beni pubblici nel centro abitato, in data 27 maggio 2020 con eccezionale spirito di abnegazione, si spingeva fin dentro alle volute di fumo e con mezzi di fortuna riusciva, in attesa dei soccorsi, ad evitare che le fiamme portassero a conseguenze catastrofiche l’evento, prodigandosi in favore della collettività, ben oltre il normale impegno di servizio».


«Nel ringraziare», ha dichiarato l’agente Giacinto Imperiale, «vorrei evidenziare che il nostro lavoro consiste nel prendere decisioni in poco tempo e che poche di queste scelte arrivano agli onori della cronaca. In qualche modo credo che questo riconoscimento vada esteso al tanto lavoro sommerso e meritevole di cui solo i colleghi sono custodi. Negli anni ho assistito a molti gesti splendidi di cui nessuno sa nulla se non chi li ha vissuti. Il nostro è soprattutto un lavoro di squadra. Dedico, quindi, questa onorificenza alla Ten. Monsellato Dott.ssa Sheila, alla vice Comandante Agnese Rosafio,  alle colleghe agenti Prisca Manco e Donatella Rossetti».


In apertura della cerimonia «celebrata come prima volta nel neo costituito Comune di Presicce-Acquarica, con la modalità imposta da questo tragico momento storico, ma non in forma meno solenne e sentita, nei cuori di tutti noi», la Comandante della Polizia Locale Sheila Monsellato ha enunciato tutti i risultati del lavoro svolto dalla Polizia Locale nei vari servizi gestiti (ambiente, commercio, codice della strada, randagismo, edilizia, ecc.), riconoscendo l’operato svolto dai suoi agenti anche all’interno della cornice pandemica, «dedicato soprattutto al dialogo con i cittadini e gli esercenti, nell’ottica di garantire la comprensione ed il rispetto delle regole, e di tenere saldo quel tessuto sociale indispensabile ad evitare situazioni di abbandono, isolamento e disperazione. Di questo mi sento di esprimere un grazie particolare  ai miei collaboratori, sempre professionali, coerenti ed autorevoli».

Ha evidenziato tutti  i servizi della gestione dell’emergenza Covid-19 e ringraziato «per la grande disponibilità la Protezione Civile».


La Comandante ha, poi, rimarcato l’importanza della sinergia tra operatori del settore e organo politico, nel pieno rispetto dei ruoli e delle figure professionali coinvolte.


Ha poi comunicato l’implementazione dei servizi che vanno ampliandosi, a partire dalla data di avvenuta fusione, su un territorio molto più esteso, assieme ad un doveroso  e conseguente adeguamento del Comando di Polizia Locale a tutte le esigenze che la nuova realtà comporta.


In linea con il programma amministrativo, «l’attenzione sarà maggiormente rivolta alla tutela dell’ambiente e del decoro urbano,anche attraverso il nuovo piano  comunale di Protezione Civile, alla tutela del benessere animale, alla nuova regolamentazione della videosorveglianza, al servizio dei nonni vigili, che a partire da oggi si avvale di una volontaria donna (esprimo grande soddisfazione per la crescita della nuova comunità in termini di coinvolgimento delle donne nella vita sociale), alla Protezione Civile con fornitura di materiale e strumentazione per il miglioramento dei servizi».


Cronaca

Furti nelle ville sul litorale ugentino: ladri in manette

Colti nelle mani nel sacco mentre portavano via da un’abitazione un divanetto completo di cuscini, un tavolino, piccoli elettrodomestici ed utensili

Pubblicato

il

Colti nelle mani nel sacco mentre portavano via da un’abitazione un divanetto completo di cuscini, un tavolino, piccoli elettrodomestici ed utensiliGli agenti in servizio presso il Commissariato di Taurisano, hanno tratto in arresto  Cosimo Caro e Davide Napoli, entrambi 38enni della zona, ma stabilitisi in una casa a Lido Marini, per furto aggravato.


Nella tarda serata di ieri, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio mirati alla prevenzione dei furti nelle abitazioni del litorale di Ugento, due pattuglie della Squadra Volanti del Commissariato di Polizia di Taurisano, hanno intercettato i malviventi mentre erano intenti a trasportare un divanetto in rattan.


I due uomini erano talmente sicuri di poter agire indisturbati, che non hanno saputo nascondere la sorpresa quando si sono visti davanti gli agenti di polizia.


Eppure, pochi giorni prima, gli stessi erano stati denunciati a piede libero per ricettazione perché, durante un controllo di polizia effettuato in orario in cui sono vietati gli spostamenti (dalle 22 alle 5), erano stati trovati in possesso di attrezzature per l’edilizia (un gruppo elettrogeno ed un martello pnumatico) di cui non avevano saputo fornire la provenienza.

Sul luogo i poliziotti hanno rinvenuto oltre al divanetto completo di cuscini, un tavolino, piccoli elettrodomestici ed utensili.


Una volta individuati i proprietari dell’abitazione depredata e devastata, i due  fermati sono stati tratti in arresto e, su disposizione del P.M. di turno, sottoposti agli arresti domiciliari in attesa del porcesso per direttissima.


Tutta la refurtiva recuperata è stata consegnata al legittimo proprietario.


Continua a Leggere

Cronaca

Covid: Montesano in lutto per Marilena

Il sindaco Giuseppe Maglie: «La pandemia ci ha portato via, a soli 44 anni, una ragazza profondamente legata alla nostra comunità». Le esequie di Marilena verranno celebrate all’aperto,  all’interno del cimitero comunale

Pubblicato

il

Lutto cittadino a Montesano Salentino.


Il sindaco Giuseppe Maglie «certo di interpretare i sentimenti di tutta la comunità», ha disposto la proclamazione del lutto cittadino per oggi, a partire dalle 14,  «per testimoniare la profonda vicinanza della nostra comunità alla famiglia di  Marilena».


Marilena molto nota in paese per il suo impegno civile e ben voluta da tutti è l’ennesima vittima del covid.

«Per la prima volta questa terribile pandemia», ha sottolineato il sindaco, «purtroppo, ci colpisce duramente, portandoci via, a soli 44 anni, una ragazza profondamente legata alla nostra comunità.  Resterà per sempre nei nostri cuori il suo entusiasmo, la sua vitalità e il suo dolce sorriso».


Le esequie di Marilena verranno celebrate questo pomeriggio, all’aperto, all’interno del cimitero comunale.


Continua a Leggere

Cronaca

Ritrovato ragazzo di Supersano

Sano e salvo Giampaolo. Il diciassettenne è stato rintracciato dai carabinieri

Pubblicato

il

Ritrovato sano e salvo dai carabinieri Giampaolo, il diciassettenne di Supersano scomparso ieri mattina.


Ne dà notizia la Protezione Civile Salento sulla propria pagina facebook.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus