Connect with us

Cronaca

Rubano al supermercato, due straniere finiscono nei guai

Le stesse sono state sorprese e bloccate dal personale di un supermercato mentre, senza pagare

Pubblicato

il

Dopo alcuni accertamenti i carabinieri di Martano hanno deferito in stato di libertà per furto aggravato M.L., nata in Moldavia, cl. 1989, residente  Martano, di fatto domiciliata A Melendugno; e T. A., nata a Victoria (Romania), cl. 1961, residente  Martano, di fatto domiciliata A Melendugno.


Le stesse sono state sorprese e bloccate dal personale di un supermercato mentre, senza pagare, nascondevano nella borsa alcuni cosmetici e prodotti alimentari, per un valore complessivo di € 20,00 circa.

La merce recuperata è stata restituita ai proprietari.


Cronaca

Dramma a Gagliano: 38enne trovata senza vita in bagno

Non apre la porta e non risponde: arriva il 115, la donna era rimasta folgorata

Pubblicato

il


Dramma a Gagliano del Capo dove una donna del posto ha perso la vita in casa per cause che al momento sono ancora da accertare.





La donna, Imma Bisanti, 38 anni, era sola in casa, in via XXIV maggio. I suoi genitori al rientro non son riusciti ad entrare nell’abitazione e non hanno ricevuto risposta una volta suonato il campanello.





Imma Bisanti



Dopo alcuni minuti concitati in cui la 38enne non apriva la porta né rispondeva al telefono, è partita la chiamata al 115 attorno alle 20. Una volta entrati in casa i familiari han trovato la donna esanime nella doccia.





Il 118, giunto sul posto, ha provato a lungo delle manovre di rianimazione, purtroppo vanamente. La 38enne era irrimediabilmente deceduta. La sua salma verrà ora trasportata al Vito Fazzi di Lecce dove, con tutta probabilità, sarà disposta l’autopsia.





Sul posto anche i carabinieri. Secondo una prima ricostruzione la vittima avrebbe messo un piede nell’acqua mentre stava asciugandosi i capelli col phon.


Continua a Leggere

Cronaca

Sei positivi al Covid: c’è anche Andrano e sale Aradeo

Pubblicato

il


Anche oggi 6 i casi registrati dalla Asl Lecce: 4 sono cittadini temporaneamente presenti in provincia e in isolamento, uno è un contatto stretto di casi già noti, uno è un residente rientrato dalla Sardegna.





Il bollettino





Il presidente della Regione Puglia, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 20 settembre in Puglia, sono stati registrati 2.777 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 50 casi positivi: 29 in provincia di Bari, 3 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 8 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Lecce, 2 in provincia di Taranto.

E’ stato registrato 1 decesso in provincia di Taranto.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 375.065 test.

4.287 sono i pazienti guariti.

2.128 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 6.994, così suddivisi:

2.709 nella Provincia di Bari;

566 nella Provincia di Bat;

758 nella Provincia di Brindisi;

1.657 nella Provincia di Foggia;

755 nella Provincia di Lecce;

495 nella Provincia di Taranto;

53 attribuiti a residenti fuori regione;

1 provincia di residenza non nota.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.





I nuovi contagi su mappa








Si accende Andrano, sino a ieri Covid-free. Sarebbe questo il caso dell’uomo rientrato dalla Sardegna e risultato positivo al Covid. Scattati i tamponi sui contatti.





Aradeo passa al range da 6 a 10 contagi. Qui sono giornate di apprensione a causa di un matrimonio celebrato nei giorni in agro di Cutrofiano ma con buona parte di presenti provenienti da Aradeo. Due di loro, sottoposti a tampone, avevano già dato esito positivo.





Un elettore della provincia di Lecce in quarantena ha invece ignorato le disposizioni e si è recato al seggio. Per fortuna non vi erano altri elettori al suo arrivo. L’uomo, che indossava la mascherina, è stato bloccato ed allontanato. Sono intervenuti anche gli operatori del SISP.


Continua a Leggere

Cronaca

A Tricase nasce Piazza de le Robe Spase

Pubblicato

il


Piazza Castello dei Trane a Tricase diventa Piazza de Li Pali o Piazza de le Robe Spase.





Così l’hanno ribattezzata i cittadini del rione Tutino nel dar vita ad una pacifica protesta contro i lavori in corso che han disatteso il progetto originale.





Lungo la piazza, che chiaramente continuerà a chiamarsi Piazza Castello, sono sorti 9 classici pali della luce anziché i lampioni in ghisa che erano stati previsti in tono alla bellezza ed alla portata storica del luogo.





Non bastasse, il famigerato palo che campeggiava al centro della piazza è ancora lì, circondato ora da una schiera di simili lungo il perimetro dello slargo.




Nessun riguardo da Soprintendenza e uffici comunali al decoro del posto. Il Pubblico evidentemente non ha l’occhio del privato: alla grigia e piatta ricostruzione della piazza, si contrappone l’investimento programmato da privati per la rinascita del Castello di Tutino.





E allora ci pensano allora i cittadini, col sostegno costante della locale associazione La Culonna, a provare a non far scadere il progetto di piazza Castello dei Trane nell’indifferenza: nella protesta pacifica, che ha fatto il giro dei social, i nuovi pali sono stati sarcasticamente usati per passare delle corde e stendervi la biancheria.





Chissà che non venga colto il senso dell’ironia e non si faccia in tempo a rimpiazzarli. Viceversa, tanto vale continuare a chiamarla piazza de le Robe Spase…






Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus