Connect with us

Cronaca

Surbo: ladri d’auto al centro commerciale

In due, ammanettati da carabinieri in abiti civili mentre manomettevano la centralina di una Lancia Delta

Pubblicato

il

Serata movimentata quella di ieri al centro commerciale “La Mongolfiera” di Surbo dove due soggetti hanno tentato di rubare una Lancia Delta in sosta nel parcheggio.

Già da giorni però, la Compagnia Carabinieri di Lecce e la Stazione di Surbo, su disposizione del Comando Provinciale dei Carabinieri di Lecce, avevano intensificato i servizi preventivi per il contrasto ai furti, nella giurisdizione del comune di Surbo ed in particolare presso il centro commerciale in questione, con l’utilizzo anche di personale in abiti civili.

E proprio due carabinieri in abiti civili, mimetizzandosi tra le persone, hanno visto i due soggetti aggirarsi in maniera sospetta all’interno del parcheggio e li hanno seguiti, vedendoli avvicinarsi a una Lancia di colore nero lì parcheggiata.

Angelo Bottazzo

Angelo Bottazzo

In un attimo i due ladri sono riusciti ad aprire la portiera anteriore destra ed il cofano anteriore del vano motore, dove hanno cercat di montare una centralina di accensione “vergine” che avevano portato con loro. A quel punto i militari, raggiunti i due soggetti, li hanno fermati ed ammanettati.

Sul posto, a dare manforte, sono giunte due pattuglie di un istituto di vigilanza che stavano stazionando nei paraggi del centro commerciale, a supporto degli specifici servizi. All’interno del cofano motore della Delta è stata recuperata la centralina che i due ladri stavano cercando di collegare, mentre addosso ai due individui è stata trovata una chiave inglese ed uno “spadino” esagonale, la cui estremità era stata tornita con grandissima precisione a forma di chiave universale, utilizzati per aprire la portiera dell’auto senza sforzi e senza creare alcun danno visibile.

Salvatore Errico

Salvatore Errico

Gli arnesi, sottoposti a sequestro, sono stati depositati presso l’Ufficio Corpi di Reato del Tribunale di Lecce. Tornato alla sua auto, il proprietario del mezzo è stato invitato a sporgere denuncia e gli è stata restituita la vettura.

I due ladri, una volta in caserma, sono stati identificati in Angelo Bottazzo30enne pregiudicato, e Salvatore Errico, 23enne incensurato, entrambi di Latiano. 

Informato dell’accaduto, il Pm di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, Dr. Capoccia, ha concordato con i carabinieri sull’arresto dei due per le ipotesi di reato previste dagli artt. 56, 624 e 625 del codice penale (tentato furto aggravato), e ne ha disposto la traduzione presso la casa circondariale di Borgo San Nicola.

Cronaca

Aggressione a colpi di martello

È avvenuto in via Duca degli Abruzzi a Lecce. Arrestato un gambiano 24enne che ha picchiato violentemente un connazionale

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di oggi, gli Agenti in servizio presso la Sezione Volanti della Questura di Lecce hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, K. M., 24enne gambiano, per lesioni aggravate.

Cittadini di passaggio, hanno segnalato alla sala operativa della Questura, un aggressione in corso in via Duca degli Abruzzi.

Sul posto gli agenti intervenuti hanno trovato uno straniero steso per terra e addosso a lui un altro ragazzo di colore che lo picchiava violentemente con pugni in varie parti del corpo, mentre la vittima cercava con entrambe le mani ti tenergli bloccato il braccio sinistro nel quale brandiva un martello.

Immediatamente i poliziotti hanno fermato l’aggressore e chiesto l’intervento del 118.

I sanitari hanno diagnosticato alla vittima traumi e ferite sugli arti e alla fronte giudicate guaribili in 10 gg.

I motivi dell’aggressione potrebbero essere riconducibili a questioni inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’aggressore è stato inoltre sottoposto a perquisizione e nello zaino in suo possesso è stato anche trovato un cacciavite.

Alla luce di quanto accaduto, K.M. è stato tratto in arresto per lesioni aggravate dall’uso di un’arma impropria e possesso di oggetto atto ad offendere e condotto, come disposto dal P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce, dott. Alberto Santacatterina,  agli arresti domiciliari.

Continua a Leggere

Attualità

Covid: solo due nuovi positivi in tutta la Puglia

Altra giornata senza nuovi contagiati nella nostra provincia. UNo dei tre decessi con covid pugliesi, però, è residente nel leccese

Pubblicato

il

Giornata molto positiva riguardo ai dati del contagio covid in Puglia. Appena due casi, uno nella Bat e uno in provincia di Brindisi su 2.203 test registati con un tasso di incisività pari allo 0,09%.

Ancora una volta, dunque resta indenne da nuovi casi la provincia di Lecce che però registra un nuovo decesso con covid (sono tre in tutta la Puglia)

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 106.873 test.

Sono 2.436 i pazienti guariti mentre sono 1.539 i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.46 di cui, 511 nella Provincia di Lecce.

IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 26 MAGGIO

Continua a Leggere

Attualità

RSSA “La Fontanella” di Soleto: revocata autorizzazione

Lo comunica una nota dell’Asl Lecce che chiarisce: “Preludio alla chiusura della struttura” che tra i suoi ex ospiti ha contato 23 decessi con covid. Gli ospiti rimasti saranno trasferiti in altre strutture del territorio

Pubblicato

il

La Regione Puglia ha avviato il procedimento per la revoca dell’autorizzazione al funzionamento della RSSA “La Fontanella” di Soleto.

Lo si legge nella nota odierna della direzione generale dell’Asl leccese, dove si fa riferimento alla “determina numero 125 del 26 maggio 2020”.

La revoca dell’autorizzazione, si specifica nella nota, è “preludio alla chiusura della struttura”.

Struttura che, lo ricordiamo, ha contato ben 23 decessi con covid tra i suoi ospiti.

I destinatari del procedimento ora avranno “10 giorni per eventuali controdeduzioni”.

Nel contempo, stante la sospensione dell’attività, è stato disposto il trasferimento degli ospiti rimasti in altre idonee strutture. A tal fine “i servizi competenti dell’azienda sanitaria hanno acquisito la disponibilità di alcune strutture operanti sul territorio e, conseguentemente, nei prossimi giorni, di concerto con le famiglie, si provvederà al trasferimento degli ospiti stessi”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus