Connect with us

Cronaca

Smaltimento illecito di rifiuti: maxi sequestro del Noe

Andirivieni di mezzi pesanti ed esalazioni maleodoranti: sono partiti da qui i sospetti in località Nacrilli a Scorrano.

Pubblicato

il

I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Lecce, a seguito di numerose segnalazioni di cittadini residenti in zona, hanno effettuato un specifico servizio di controllo ambientale finalizzato a verificare se, come denunciato, a Scorrano, in località masseria “Nacrilli”, il continuo andirivieni di mezzi pesanti che scaricavano fanghi, notato da molti, fosse collegato ad uno scorretto utilizzo in agricoltura dei fanghi provenienti da impianti di depurazione della provincia di Lecce.

La segnalazione, oltre che per il viavai di autocarri, è arrivata anche per le sospette esalazioni maleodoranti avvertite in maniera persistente a Scorrano nell’ultimo periodo.

Acquisita la relativa documentazione presso gli uffici comunali – da cui era partita una ulteriore segnalazione al Noe di lecce –  i carabinieri hanno sottoposto a sequestro preventivo d’urgenza 26 ettari di terreni agricoli sui quali, nel periodo tra il 31 dicembre scorso ed il 3 febbraio, erano state depositate e successivamente sparse 1600 tonnellate di fanghi di depurazione, in violazione della normativa vigente in materia di utilizzazione agronomica degli stessi,  con particolare riferimento alla  mancata osservanza della fascia di rispetto dai pozzi d’acqua e dalle strade comunali esistenti.

Sono attualmente al vaglio della Procura della Repubblica di Lecce le posizioni del legale rappresentante della ditta che ha effettuato lo spandimento dei fanghi di depurazione e quella del conduttore dei terreni agricoli oggetto dello spandimento. Le ipotesi di reato contestate sono quelle del deposito incontrollato e dello smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi sul suolo e nel sottosuolo.

Le autorità giudiziaria ed amministrativa sono state informate dell’avvenuto sequestro dal Noe di Lecce che continuerà nell’approfondimento di alcuni aspetti dell’ indagine ancora da chiarire, con la collaborazione della stazione Carabinieri di Scorrano. Il valore complessivo dei terreni sequestrati pari a circa 150mila euro.

 

Caprarica di Lecce

Violenta grandinata, tanti i danni

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. Le foto

Pubblicato

il

Dopo la sfuriata meteorologica di ieri, oggi il meteo ha concesso il bis. L’unica variazione all’opera è quella toponomastica dopo Poggiardo e Ruffano di ieri, oggi il maltempo ha imperversato nella Grecia salentina ed in particolar modo a Galatina. La sorpresa, per questo periodo di quasi estate, è stata quella di vedere, dopo le prime gocce d’acqua, dei rovesci con grossi cubetti di grandine, e le strade che sembrano ricoperte di neve. In un battibaleno sono state colpite anche e distrutte verdure e vigneti. Di seguito alcune foto pubblicate dalla protezione civile.
Continua a Leggere

Cronaca

Covid, il bollettino in Puglia e provincia

Anche per oggi in Puglia, su 2.177 test registrati i casi…

Pubblicato

il

Anche per oggi in Puglia, su 2.177 test registrati i casi positivi  sono 8:

7 nella Provincia di Bari;

0 nella Provincia di Bat;

0 nella Provincia di Brindisi;

0 nella Provincia di Foggia;

0 nella Provincia di Lecce;

0 nella Provincia di Taranto;

1 riguardante un residente fuori regione.

Non sono stati registrati decessi. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 116.765 test.

I pazienti guariti sono 2.768, 1.222 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.490 così divisi:

1.481 nella Provincia di Bari; 380 nella Provincia di Bat; 651 nella Provincia di Brindisi

1.153 nella Provincia di Foggia; 515 nella Provincia di Lecce;

281 nella Provincia di Taranto; 29 attribuiti a residenti fuori regione.

 

Continua a Leggere

Cronaca

Grandinata improvvisa: imbiancati alcuni paesi

Pubblicato

il

Il maltempo previsto per il weekend ha dato già una anteprima nella mattinata di oggi.

Dopo le prime ore soleggiate della giornata, delle nuvole passeggere hanno coperto i cieli salentini a macchia di leopardo.

Infelice sorpresa per i comuni interessati che, dopo le prime gocce d’acqua, sin son visti rovinare addosso grossi cubetti di grandine.

La precipitazione ha colpito in maniera particolarmente violenta l’area di Poggiardo per pochi minuti e la zona di Ruffano per un tempo più prolungato, attorno all’ora di pranzo.

Nelle foto di Alessandro Agostini, pubblicate dalla Protezione Civile, le immagini delle campagne attorno a Ruffano imbiancate dopo la precipitazione.

Per sabato e domenica previsti altri temporali. La speranza è che quantomeno non cada altra grandine.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus